Verdure con la P

MOSTRA/NASCONDI

Verdure con la P

Scopriamo insieme tutte le principali verdure che incominciano con la P insieme alle loro proprietà e benefici non solo per il nostro organismo ma anche per la nostra bellezza.

Patate

Le patate sono uno degli alimenti più consumati e coltivati al mondo. Le sue origini risalgono al tempo degli Incas, circa 3000 anni prima dell’avvento di Cristo. La pianta è perenne e appartiene alla famiglia della Solanacee. In Europa arrivò solo nel sedicesimo secolo. Esistono ben 2000 varietà ma che possiamo comodamente dividere in due enormi gruppi, le patate a pasta gialla con la polpa più compatta adatte per essere fritte o lessate e le patate a pasta bianca più granulosa adatta ad esempio per la preparazione di purè. Le patate sono un alimento molto ricco di nutrienti ma non solo… viene apprezzata e stimata anche medicina naturale per i suoi molteplici effetti benefici. Le patate hanno effetti depurativi, basta bene un bicchiere ogni mattina a stomaco vuoto di acqua ottenuta dall’ammollo delle patate, per purificare l’intestino ed eliminare le tossine dall’organismo. Contengono vitamina B6 utile per gli sportivi e può essere mangiata da chi soffre di diabete e ipertensione. Alcuni studi dimostrano che in particolar modo la buccia contiene proprietà antitumorali. Le patate come le melanzane contengono la solanina, una sostanza tossica per il nostro corpo, per questo vanno consumate esclusivamente previa cottura. Se applicate crude sulla pelle hanno un effetto lenitivo utili ad attenuare problemi di irritazioni o scottature.

Peperoncino

Il peperoncino è una pianta annuale appartenente alla stessa famiglia dei pomodori, melanzane e patate: le Solanacee. Originario dell’ America e fu portato da noi grazie al navigatore Cristoforo Colombo. La peculiarità di questo alimento che tutti noi conosciamo è la sua piccantezza. Questo è dovuto ad una sostanza chiamata capsaicina, la sua concentrazione varia a seconda delle specie e varietà. Generalmente è utilizzato per insaporire e condire piatti della nostra cucina ma non tutti sanno che il peperoncino è ricchissimo di principi attivi e per questo utilizzato per artriti e dolori muscolari tramite applicazioni topiche. Ricco di vitamine quali E, K, B, A ed in particolare troviamo la vitamina C ancor più concentrata che nell’arancia. Come sali minerali troviamo il potassio, calcio, rame, bioflavonoidi, carotenoidi e lecitina. Tutte queste proprietà sono riassunte in molteplici benefici come: Espettorante, favorisce e potenzia la circolazione sanguigna, riduce il colesterolo, antiossidante, previene le infezioni, antistaminico, antibatterico ed attiva il metabolismo. Al mondo esistono 3000 varietà di peperoncino ognuna con un differente grado di piccantezza. Come misurarne la quantità? Tramite una scala chiamata Scoville che misura la quantità di capsaicina contenuta all’interno. Per darvi un metro di paragone i peperoncini comuni hanno un valore di circa 5000 unità, l’Habanero arriva fino a 600 mila! Per smorzare la sensazione di bruciore sulla nostra lingua è inutile bere acqua, scivolerebbe via oltre ad aumentare la sensazione di bruciore. Quello che possiamo fare è masticare un pezzo di pane oppure bere un bicchiere di vino o mangiare yogurt. Perché? Presto è detto! La capsaicina è solubile all’alcol e al grasso.

Pomodoro

Anche i pomodori rientrano nella categoria degli alimenti più conosciuti ed utilizzati al mondo grazie alle loro proprietà, benefici e alla sua versatilità in ogni campo. Raggiungono la piena maturazione in estate e possono essere usati in cucina per deliziose salse al pomodoro da conservare per tutto l’anno oppure essiccati. Ricchi di vitamine, sali minerali, acqua e povero di calorie. Questo lo rende un alimento adatto a chi segue una dieta ipocalorica. Il pomodoro è considerato un farmaco naturale per la prevenzione di malattie cardiache e molto altro. Il suo alto contenuto di licopene, un potente antiossidante, aiuta a prevenire e contrastare malattie degenerative. Ricchi di vitamina C aiutano il nostro sistema immunitario. Considerati inoltre uno degli alimenti più efficaci per tenere sotto controllo il colesterolo. Grazie a beta – carotene e la luteina avremo una protezione per occhi e vista. Le fibre vegetali favoriscono il regolare e buon funzionamento dell’intestino e l’elevato contenuto di acqua aiuta la diuresi. Insomma, ci vuole poco per capire che ci troviamo di fronte ad un alimento davvero prezioso!

Porro

La pianta del porro ha una durata biennale e il suo nome scientifico è Allium Porrum. Antichi Greci ed Egizi erano convinti avesse degli effetti benefici sul sonno e nella gola. La parte commestibile è solo quella bianca anche se la parte verde potrebbe essere usata ad esempio per la preparazione di zuppe, salse e sformati. Ad oggi in Italia viene coltivato in tutte le regioni ed entra nella sua stagione nel periodo autunno / inverno. Il gusto del porro è un mix si sapori che incontrano l’aglio e la cipolla dal sapore più delicato ed è per questo che molte volte viene utilizzato al posto di quest’ultimi. Il porro viene considerato un antibiotico naturale in quanto contiene una sostanza chiamata allicina (la stessa dell’aglio) e aiuta in caso di reumatismi e artriti. Ha azione disintossicante, diuretica, carminativa, digestiva, riduce colesterolo e pressione sanguigna ed è povero di calorie. Un’altra proprietà molto curiosa che si è mantenuta in vita dagli antichi Romani sin d’oggi è la sua azione afrodisiaca.

Prezzemolo

Il prezzemolo è una pianta aromatica che non deve mai mancare nelle nostre cucine non solo per i suoi utilizzi ma soprattutto per i suoi benefici. Molto profumato e saporito, il prezzemolo è tipico nella zona del mediterraneo dove il clima è più mite e prevalentemente soleggiato. Il prezzemolo è ricco di nutrienti come vitamine C, A, K, acido folico e alcune del gruppo B oltre ad avere importanti sali minerali come, potassio, ferro e calcio. Si è appurato, come questa erba aromatica, abbia un’azione benefica sul fegato depurando l’organismo. Utile anche per tenere sotto controllo la glicemia e regolare la pressione. Ottimo come diuretico, ricco di antiossidanti ed ha un buon effetto antinfiammatorio. Se utilizzato a crudo ad esempio nelle insalate è un eccellente digestivo e grazie alla presenza di ferro agisce a favore di leggere anemie. Inoltre è ricco di beta – carotene, un antiossidante in grado di proteggere vista e occhi. Il prezzemolo si sposa bene un po’ con tutto ed è un’erba aromatica molto versatile in cucina.



Filtri attivi