In Approfondimenti, Approfondimenti vari, Cibi dal mondo, Curiosità, Home Page

Tropicale e profumata, l’Annona è un frutto che apporta numerosi benefici al nostro organismo. Inoltre, l’annona ha una particolare caratteristica che è quella dell’assenza totale di controindicazioni. Questo frutto viene utilizzato proprio per garantire un’ottima salute! Oggi vi illustriamo le caratteristiche e le proprietà di questo incredibile superfood, approfondendo le sue due varianti: l’Annona Cherimola e l’Annona Muricata.

Annona: tutto quello che vuoi sapere su questi frutti

Annona: proprietà e benefici

Questo frutto tropicale presenta un elevato contenuto di polifenoli e antiossidanti, sostanze importanti per combattere l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare, che lo rendono un antiossidante naturale. L’Annona è anche molto utilizzata nel trattamento dell’ipertensione. Un consumo abituale di questo frutto genera infatti una spontanea e naturale riduzione della pressione sanguigna. È ricca di vitamina C, che svolge un’importante funzione antivirale, utile a prevenire gli stati influenzali, i raffreddori e nel trattamento della febbre. All’Annona vengono anche riconosciute proprietà digestive e antidepressive. Non mancano, però, altri utilizzi, come analgesico, antidiabete,, regolatore delle funzionalità della colecisti e del fegato, e rimedio per problemi cutanei e reumatici od articolari localizzati.

annona cherimoya

Secondo alcuni studi, l’Annona ha proprietà antitumorali: diversi studi scientifici in vitro hanno provato come le acetogenine annonacee contenute in questo frutto abbiano come effetto quello di contrastare lo sviluppo delle cellule tumorali. In particolare, i migliori effetti citotossici sono stati rinvenuti nel trattamento del tumore al fegato, del seno, del pancreas e del polmone. Gli effetti in vitro sembrano davvero sorprendenti, tanto che negli ultimi hanno si stanno concentrando sempre più gli studi di questo superfood, in attesa di un vero e proprio riscontro e conferma in vivo. Infine, l’annona ha una particolare caratteristica che è quella dell’assenza totale di controindicazioni. Questo frutto viene utilizzato proprio per garantire un’ottima salute!

Frutto ipocalorico, l’Annona ha una media di 60-70 kcal per 100 g di prodotto fresco crudo commestibile e contiene una notevole quantità d’acqua, carboidrati, zuccheri, fibre, e proteine, mentre i grassi sono quasi assenti.

10 buoni motivi per mangiare questo frutto

  • È un antistress naturale
  • È un rimedio naturale contro insonnia e mal di testa
  • È un analgesico naturale
  • È un antidepressivo naturale
  • È un antiossidante naturale
  • Aiuta a prevenire influenze e raffreddore
  • Aiuta a prevenire il cancro
  • Favorisce la digestione
  • Favorisce il regolare movente intestinale
  • È ricca di vitamina C

Prima tipologia di Annona: Cherimola o Cherimoya

La sua strana forma ovale tratteggiata da altrettanti segni poligonali fa pensare ad una mela di colore verde scuro che al suo interno presenta molti chicchi neri non commestibili, proprio come la buccia. Rinomata per il gusto dolce e per le notevoli proprietà nutrizionali e benefiche, si avvicina per queste caratteristiche ad altri frutti tropicali come il mango.
Anche se l’annona viene coltivata anche in Europa, la paternità di questa pianta è sicuramente di tutti quei paesi in cui il clima è molto caldo, come ad esempio il Perù, dove appunto essa cresce in autonomia senza il bisogno di nessun contributo artificiale. Viene anche coltivata in Cile, Ecuador e nell’Africa del Sud.

Annona Cherimola: come si coltiva

Essendo un frutto esotico, l’Annona può essere coltivata solo nelle zone calde. Inizia a dare vita ai suoi frutti solo dopo circa cinque-sei anni dall’avvenuta piantagione e viene staccata dall’albero quando è ancora molto acerba, poiché, una volta raccolta, matura molto velocemente. In Italia viene coltivata al Sud, dove il processo di impollinazione dei fiori viene facilitato per lo più dai coleotteri, gli insetti più attratti da questo tipo di pianta. Uno dei maggiori centri in Italia in cui è presente questo frutto è la Calabria. In Europa viene esportato in quantità non modiche specialmente dalla Spagna, la quale applica dei prezzi non sempre accessibili al pubblico.

Annona Cherimola: come si mangia

Prima di poter essere consumata occorre pulirla per bene, lavando il frutto sia la buccia esterna verde e pigmentata, sia ampolla piena di semi di colore nero non commestibili. La buccia e i semi devono essere rimosso interamente: solo la parte bianca del frutto è commestibile e piena di gusto.
L’aroma della Cherimoya è molto dolce ed è quindi un frutto adatto alla preparazione di ricette dolci. Questo frutto inoltre può essere un valido sostituto a derivati di origine animale per preparare buonissimi gelati, sorbetto e smoothie vegani. Con la Cherimoya è possibile preparare anche un’ottima marmellata.

Acquista online Annona Cherimoya

Seconda tipologia di Annona: Muricata o Graviola

La Graviola o si trova soprattutto in Sud America, in alcune parti dell’Africa e dell’Asia e appartiene alla famiglia delle Annonaceae, infatti viene anche chiamata Annona Muricata. Questo frutto e caratterizzato dalle grandi dimensioni e dalla buccia verde e dotata di escrescenze a uncino. La polpa è invece gialla e morbida, pronta per essere gustata una volta tagliato il frutto a metà. È ricca di proprietà benefiche e curative per l’intero organismo.

Annona Muricata: come si coltiva

I semi sono reperibili abbastanza facilmente e l’albero, per crescere, ha bisogno di un clima tropicale, cioè mite ma umido. Tollera bene qualsiasi terreno e può essere piantato tra i 0 e i 1200 metri d’altezza dal livllo del mare.L’albero può arrivare ad un’altezza di 12 metri, ha poche radici e i suoi frutti sono grossi, spinosi e di colore verde. Non regge alle temperature molto basse, infatti inizia a mostrare segni d’insofferenza già a 5° C, mentre a 0° C muore. Per evitare grossi sbalzi termici o sradicamenti improvvisi per colpi di vento importanti, conviene tutelarlo a dovere.

scopri tutto sulla graviola

Annona Muricata: come si mangia

Il frutto ha una polpa bianca ed edibile e semi neri che non si digeriscono se non vengono triturati, si deve sbucciare e mangiare appena maturo, perché ha una deperibilità accelerata. Quando è matura, ha un sapore aspro. L’Annona Muricata si può assaporare al naturale, aprendolo a metà e spolpandolo con un cucchiaino, oppure si può frullare per creare succhi, sorbetti, gelati e bevande particolari. Se non si può reperire fresca, però, è comunque possibile inserirla nella propria dieta tramite integratori specifici disponibili sul mercato.

Commenti da Facebook

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca