In Approfondimenti, Proprietà di frutta e verdura

Farro: cos’è e proprietà nutrizionali

Il farro è tra i cereali coltivati più antichi, e già dal Neolitico rientrava nell’alimentazione umana. Si divide principalmente in 3 specie:

  • Monococco anche detto farro piccolo, il più antico tra i 3 in quanto veniva coltivato già 10.000 anni fa.
  • Dicocco anche detto farro medio, si differenzia per un maggior contenuto di amido e minor contenuto di glutine. E’ la specie più coltivata in Italia dove la sua storia si tramanda dai tempi dei Romani.
  • Spelta anche detto farro grande in quanto si caratterizza per l’elevata taglia della pianta e delle cariossidi. Rappresenta l’antenato del frumento tenero ed è coltivato principalmente nel Nord Europa.

Attualmente la sua coltivazione ha avuto un netta riduzione in favore dei più diffusi frumento duro e frumento tenero. Tutta via la produzione continua a resistere soprattutto nell’agricoltura biologica. E’ un cereale pianificabile dal quale si ottiene infatti farina di farro attraverso la sua macinazione. Le farine di farro possono essere utilizzate non solo per la panificazione ma anche per la realizzazione di pasta.

Proprietà

Utilizzare questo fantastico cereale nella propria alimentazione può essere una valida alternativa al più diffuso e utilizzato frumento. Esso infatti si caratterizza per ottimo contenuto di proteine, vitamine e sali minerali insieme ad un ridotto contenuto di grassi e in particolare glutine. Ma attenzione nonostante il contenuto di glutine sia minore rispetto al frumento, rimane un cereale inadatto ai celiaci.

Inoltre nonostante i suoi numeri produttivi siano nettamente inferiori rispetto al frumento, tra i suoi punti di forza, che lo rendono un cereale molto amato,  annovera un ottimo quantitativo di fibre, fondamentali per il corretto funzionamento intestinale. Si caratterizza per il basso apporto calorico, circa 340 kcal in 100 grammi di prodotto. Come detto inoltre le vitamine e sali minerali sono una componente molto importante per questo fantastico cereale. In particolare troviamo vitamine del gruppo B come B2 e B3 insieme alla vitamina A, componenti utili alla salute del nostro corpo. Tra i sali minerali maggiormente contenuti troviamo fosforo, potassio e magnesio.

L’insieme di queste proprietà nutrizionali determina quindi numerosi benefici nella dieta di tutti i giorni. Il farro aiuterà a preservare l’apparato digerente da diversi disturbi come ad esempio gastrite o ancora, utile per le diete dimagranti grazie alle proprietà sazianti delle fibre e al basso contenuto calorico. Terrà a bada il colesterolo cattivo LDL, contribuendo inoltre a prevenire il rischio di diabete.

Come cucinare il Farro

Grazie alla sua versatilità, le ricette con farro sono tantissime ed ognuna si caratterizzare per il particolare gusto dato dai diversi condimenti che si possono preparare. Ma prima di vedere le diverse ricette, scopri come cucinare il farro:

Le modalità di cottura prevedono delle piccole differenze in base al tipo di farro che si decide di utilizzare. Il farro perlato, ad esempio, riceve una maggiore rifinitura rispetto al farro integrale in quanto, la perlatura, permette di eliminare gli strati più superficiali detti cuticola. Attraverso questo processo, la cottura si riduce rispetto ai tempi impiegati per quello integrale.

Prima di utilizzarlo, si consiglia tuttavia di lavarlo accuratamente in abbondante acqua, per togliere eventuali residui accumulati durante il confezionamento. Dopo essere stato sciacquato, il farro perlato è pronto per essere messo in una pentola con abbondante acqua salata per circa 30 minuti (15 minuti se si usa una pentola a pressione). Una volta trascorso il tempo di cottura, i chicchi saranno aumentati di volume e possono essere impiegati in varie ricette con il farro come la gustosa insalata di farro che potete scoprire di seguito insieme alla zuppa di farro.

Ricette con Farro: insalata fredda

Ingredienti per 6 persone:

Iniziate pulendo ed affettando i cipollotti e grattugiando le carote in pezzi molto piccoli, riuniti in una ciotola. Aggiungete alla ciotola 1 cucchiaio di capperi dopo averli precedentemente passati sotto l’acqua corrente per dissalarli. Tagliate tutte le olive a metà ed unitele insieme a olio, origano, qualche foglia di basilico, un pizzico di sale e del peperoncino in polvere. Mescolate il tutto fino a che tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati e occupatevi successivamente del farro.

Lavatelo sotto acqua corrente e fatelo cuocere per 30 minuti in acqua salata portata precedentemente a bollore. Una volta pronto scolatelo sotto acqua fredda per far si che venga bloccata la cottura e si raffreddi velocemente. Unite quindi il cereale al resto degli ingredienti preparati e spolverate con parmigiano. Prima di servire la vostra insalata, mescolate nuovamente e fate riposare per pochi minuti.

Zuppa di Farro

Una zuppa di farro può essere la ricetta ideale per le fredde giornate d’inverno. Inoltre, al suo delizioso gusto si sposa una preparazione davvero semplice e veloce con l’utilizzo di verdure ottime da gustare insieme al cereale. Vi aiuterà a scaldarvi ma sarà anche un vero toccasana per l’organismo date le sue numerose proprietà e gli ottimi benefici.

Ingredienti per 4 Persone

Iniziate lavando e tagliando tutte le verdure a dadini. Successivamente versate 5 cucchiai di olio in una pentola abbastanza grande e fateci cuocere tutte le verdure per alcuni minuti. Dopo aver regolato le verdure di sale, unite anche il cereale insieme ad 1,5 l di acqua fredda. Fate bollire il contenuto della pentola e continuate la cottura per a25 minuti. Una volta trascorso il tempo di cottura potrete servire la zuppa di farro calda con una spolverata di pepe.

Buon Appetito!

Commenti da Facebook

Post suggeriti
%MINIFYHTML54e06ec5b07658dcb4b5e4d2c312d1da16%

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca