fbpx
 In Antiossidante, Approfondimenti, Approfondimenti vari, Disintossicante, Drenante, Lassativa, Proprietà di frutta e verdura, Ricette di stagione, Salute e benessere

Comprare frutta e verdura di stagione è sempre una buona idea per vari motivi. La frutta e la verdura di stagione, infatti, è più nutriente, più gustosa e la spesa è più sostenibile ed economica. Non è facile però conoscere tutto ciò che la natura ci offre in ogni stagione. Quindi ecco la guida completa alla frutta e alla verdura di stagione in primavera! Nei mesi di marzo, aprile e maggio la frutta che possiamo trovare consiste in ciliegie, nespole, albicocche, fragole, pesche, melone, prugne e arance. Per quanto riguarda la verdura, invece, possiamo trovare zucchine, melanzane, asparagi, rabarbaro, ravanelli, fave fresche e piselli freschi.

Frutta e verdura di stagione in primavera

Frutta primaverile

La frutta primaverile è un mix tra la frutta invernale e quella estiva. La frutta che possiamo trovare in questo periodo consiste in:

  • Ciliegie
  • Nespole
  • Albicocche
  • Fragole
  • Pesche
  • Melone
  • Prugne
  • Arance

Continuate a leggere per scoprire le caratteristiche e le proprietà della frutta di stagione in primavera!

frutta primaverile fresca

Ciliegie

Le ciliegie sono un frutto che fornisce proprietà disintossicante, diuretiche e depurative. Aiutano a regolarizzare la funzione intestinale e, grazie alla presenza di flavonoidi, di vitamine A ed acido ascorbico, stimolano la produzione di collagene che apporta benefici all’epidermide ed ai tessuti; combattono l’azione dei radicali liberi e contrastano l’invecchiamento; contrastano il processo di ossidazione cutanea. Le ciliegie sono un alleato naturale per combattere l’obesità: la presenza di fibre alimentari fanno sì che conferiscano alta sazietà, allontanando l’appetito. Ricche di antiossidanti, le ciliegie hanno un alto contenuto di antociani e di composti polifenolici in grado di fungere da antitumorali e da inibitori dell’insorgenza di patologie cardiovascolari. Luteina, zeaxantina e beta-carotene sono in grado di prevenire i tumori. Le ciliegie sono molto gustose, perfette per uno spuntino leggero oppure per impreziosire dolci e gelati.

Nespole

La nespole è un frutto che ha una consistenza canosa e un gusto agrodolce. Hanno una forma ovale e la loro buccia di colore giallo arancio si stacca molto bene dalla polpa. Le nespole sono costituite soprattutto da acqua e hanno un basso apporto calorico: 100 gr di nespole corrispondono a circa 29 kcal. Questi frutti contengono la vitamina A, B e C e molti sali minerali. Sono ritenute un valido aiuto nel regolarizzare le funzioni intestinali. Sono un alimento saziante. Possono essere consumate da sole oppure sotto forma di marmellata.

Albicocche

L’albicocca appartiene alla famiglia delle Rosaceae In Italia si producono albicocche nelle regioni meridionali. Sono ottime nei dolci ma anche da mangiare da sole. È consigliato mangiarle quando sono ancora sode e poco mature. Le albicocche sono molto delicate e vanno conservate tenendole al fresco, e separate da altri alimenti. Per quanto riguarda i valori nutrizionali, 100 g di albicocche contengono circa 3 grammi di fibra, pari al 10% del fabbisogno giornaliero e nonostante siano molto dolci, il loro apporto calorico si aggira sulle 50 calorie totali. Le albicocche sono quindi utili per dimagrire e tenere a bada l’iperglicemia. Come tutti i frutti di colore arancione sono dei potenti antiossidanti. Tutto ciò è dovuto alla vitamina A, che contribuisce ad arginare gli effetti dei radicali liberi.

acquista online frutta e verdura

Fragole

Le fragole, dolci e succose, sono bellissime da vedere e donano bellezza attraverso i loro enzimi e la capacità di regolare l’intestino grazie all’apporto di fibre. Contribuiscono allo sviluppo di globuli rossi nel sangue grazie alla vitamina C che favorisce l’assorbimento di ferro, rallenta la formazione di rughe e elimina quella della cellulite. Contribuiscono anche al benessere dei denti perché contengono Xilitolo, che li rende bianchi e splendenti. Le fragole sono un super food dal contenuto record di antiossidanti. Sono meravigliose da sole ma rendono speciali anche dessert, gelati e insalate fresche!

Pesche

Le pesche sono frutti ricchi d’acqua e molto poco calorici che svolgono un effetto diuretico e depurativo: le fibre aiutano ad abbassare il colesterolo e a favorire la digestione e la regolarità intestinale, mentre i sali minerali di cui sono ricche ne fanno un alimento ideale per risollevarsi in periodi di particolare stanchezza e per alzare una pressione troppo bassa. Contengono molte vitamine (A e C), che aiutano la rigenerazione della pelle; molti antiossidanti, utili per contrastare malattie cardiovascolari e diabete; calcio e magnesio per il benessere delle ossa. Grazie al selenio, proteggono le cellule e le riparano dai danni del tempo. Per quanto riguarda i valori nutrizionali, questi frutti apportano circa 39 kcal per 100 grammi (un frutto apporta in media 50 kcal). Ricche d’acqua e poverissime di grassi (circa 0.3 ogni 100 grammi), non contengono colesterolo né sodio. I carboidrati sono 10 ogni 100 grammi, di cui 8 sono zuccheri e 2 fibre alimentari.

Melone

Il melone contiene una percentuale elevata d’acqua (pari a circa al 95%) ed è ricco di vitamine (C, A e B) e sali minerali come ferro, calcio e fosforo. Questo frutto aiuta a depurare i reni e a contrastare il bruciore di stomaco. Non contiene grassi saturi e assicura uno scarso apporto calorico, pari a circa 60 calorie per una porzione media. Il melone ha un gusto dolce e può essere consumato da solo, aggiunto ad un’insalata oppure insieme al prosciutto, creano un piacevolissimo contrasto tra il salato e la dolcezza del frutto.

frutta fresca primaverile

Prugne

Le prugne, i frutti della pianta Prunus domestica, sono un alimento nutriente e saziante, ad alto contenuto di potassio, fosforo, calcio, magnesio, ferro, vitamina A, vitamina C e polifenoli. Le prugne sono ricche di fibre, un’ottima fonte idrica ma non solo, presentano un ottimo effetto saziante e sono capaci di migliorare il transito intestinale. Attenzione a nonnesagerare con il consumo però: l’esagerato consumo di prugne può causare spiacevoli effetti indesiderati come diarrea! Le prugne possiedono una quantità considerevole dimpotassio, 190 mg su 100 gr, un tonico cardiaco e muscolare utile per prevenire i crampi muscolari che possono insorgere dopo un’intensa attività sportiva. Infine sono antiossidanti e, secondo alcuni studi, prevengono l’osteoporosi e il tumore al colon.

Arance

Le sono particolarmente ricche di carboidrati, fibre, proteine, lipidi, vitamine (A, B e C), sali minerali (potassio, magnesio, ferro, calcio, fosforo) e fibre. Hanno funzione antiossidante ed antinfiammatoria, grazie alla presenza di flavonoidi che aiutano a tenere giovane le cellule dell’organismo, rinforzando, contemporaneamente il sistema immunitario contro i malanni di stagione come il raffreddore, ad esempio. La vitamina C, inoltre, c’è da dire che funge da ottimo facilitatore per l’assimilazione del ferro. Per quanto riguarda i valori nutrizionali, 100 g d’arance corrispondono circa a 49 kcal. Possono essere mangiate a spicchi oppure sotto dorma di spremuta.

Verdura primaverile

Se volete utilizzare per la vostra dieta verdura fresca di stagione, ecco l’elenco di quali possiamo trovare in primavera:

  • Zucchine
  • Melanzane
  • Asparagi
  • Rabarbaro
  • Ravanelli

Scopriamo insieme caratteristiche e proprietà delle verdure di stagione in primavera!

verdura fresca primaverile

Zucchine

In Italia le coltivazioni di zucchine abbondano e possiamo trovarle già a inizio primavera. Le zucchine sono verdure ad alto contenuto d’acqua (94,23 gr d’acqua ogni 100 gr) e, per questo motivo, vengono consigliate in tutte le diete ipocaloriche. Queste verdure hanno un sapore gustoso e intenso e possono essere impiegate in cucina in vari modi, abbinate a carne, verdure, pasta e riso. Anche i fiori di questa pianta chiamati fiori di zucca sono molto utilizzati in cucina, soprattutto perla preparazione di risotti, ma anche fritti oppure ripieni. Le zucchine apportano molti benefici al nostro organismo grazie al potassio, all’amico folico e alla vitamina C ed E. In più, hanno proprietà calmanti: vengono consigliate, quindi, nelle prime fasi di svezzamento dei neonati.

Melanzane

Le melanzane sono una verdura molto utilizzata in cucina, la loro polpa è morbida una volta cotta e il calore non intacca le loro numerose proprietà benefiche. Le melanzane, per esempio, aiutano a contrastare i livelli di colesterolo cattivo. Inoltre, contengono acido criogenico, una sostanza organica che aiuta a combattere i radicali liberi. Sono un rimedio naturale contro la stitichezza.

Asparagi

Esistono differenti varietà di asparago: asparago selvatico, asparago bianco, asparago verde. Questa verdura ha un gusto differente a seconda della tipologia. L’asparago verde, per esempio, ha un gusto delicato, mentre quello da campo ha un sapore tendente all’amarognolo. L’apparato bianco, invece, è considerato il più prestigioso tra le varietà di asparago e ha un sapore delicato e caratteristico. Gli asparagi sono molto utilizzati in cucina soprattutto per via della varietà di specie che è possibile trovare, cosa che permette creatività e divertimento. Sono ottimi se cotti in modo da preservarne gusto è aroma, saranno loro i protagonisti del piatto!

verdura fresca primaverile

Rabarbaro

Proveniente dall’Asia, il rabarbaro è conosciuto per il suo gusto aspro, ottimo per la preparazione di succhi, dolci e marmellate. Il rabarbaro ha fama di apportare benefici all’intestino, inibendo l’assorbimento di liquidi e accrescendo il contenuto intestinale fino ad una regolare gestione della sua attività. Molto utile a questo scopo assumerlo sotto forma di infuso. Gli stessi motivi che ne fanno un alleato delle regolari funzioni intestinali, lo rendono un ottimo digestivo e stimolante per l’appetito. Come tutte le piante del suo genere, il rabarbaro contiene circa il 90% di acqua e solo 21 kcal per 100 gr; i grassi sono quasi inesistenti, ma l’apporto di fibre e proteine è consistente.

acquista online frutta e verdura

Ravanelli

I ravanelli sono un pianta articola la cui radice è conosciuta e apprezzata per il gusto intenso e leggermente pungente. Questa radice apporta molti benefici all’organismo, ma sono apprezzati soprattutto per le loro proprietà depurative. I ravanelli, infatti, contengono molto zolfo, che ha un effetto salutare per il sangue e per la pelle, aiutando a ristabilire correttamente il Pm naturale dei tessuti cutanei. Secondo alcuni studi, il ravanelli agisce come calmante sul sistema nervoso. Sono molto utilizzati in cucina. Prima di essere consumato necessitano un’adeguata pulizia poi occorre tagliare le piccole radici dalla forma allungata e sottile. Si può consumare solo la parte tondeggiante dal classico colore rossastro. I ravanelli vanno consumati quando sono duri al tatto e possono essere utilizzati crudi in insalate oppure cotti nella pasta.

Commenti da Facebook

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca