In Approfondimenti, Cibi dal mondo, Proprietà di frutta e verdura, Torte di frutta

Tutto quello che c’è da sapere sulla frutta secca: tipologie, proprietà, benefici e ricette da preparare per aiutare il corpo a perdere peso.

Frutta secca: un rimedio naturale ad alto contenuto nutrizionale, da sfruttare anche per perdere peso. C’è bisogno soltanto di un’accortezza: limitare le quantità, per non ottenere il risultato opposto.

La frutta secca rappresenta un alimento dalle proprietà nutrizionali importanti per la salute dell’organismo e per il benessere psicofisico. Oltre a essere particolarmente gustosa, infatti, la frutta secca aiuta a prevenire i fastidiosi disturbi di alcune malattie, così come a contrastare la formazione di patologie che si manifestano soprattutto con l’età. La frutta secca è divenuta ormai un alimento che si trova facilmente in commercio, in particolare in certi periodi dell’anno, ma non gode del giusto riconoscimento tra i consumatori. Temuta da chi desidera tenere sotto controllo il proprio peso o segue una dieta ipocalorica, la frutta secca vanta, al contrario, ottime proprietà contro l’obesità.

Perché, dunque, non provi a cimentarti nella preparazione di sfiziose ricette, appurando gli effetti della frutta secca in prima persona? Scegli dal vasto assortimento di FruttaWeb, approfittando anche della massima libertà e comodità della nuova spesa online!

Tipologie di frutta secca

La frutta secca è ritenuta essere molto calorica, per questo viene evitata e non consumata con correttezza. Pur essendo giusto dare importanza al valore energetico della frutta secca, non possiamo neanche dimenticarci delle altre proprietà necessarie al sostentamento quotidiano dell’organismo. E poi, diciamola tutta, come si fa a non resistere da una pausa per sgranocchiare questi frutti prelibati?

Per prima cosa, facciamo una netta distinzione tra le varie tipologie di frutta secca. A questa categoria appartengono infatti i frutti cosiddetti oleosi, composti per lo più da grassi e acidi, e la frutta disidrata, ottenuta tramite l’eliminazione dell’acqua in essa contenuta. In questa scheda di approfondiremo concentreremo la nostra attenzione sui frutti oleosi, che rappresentano la frutta secca per antonomasia, come noci, pinoli, mandorle, pistacchi, arachidi, anacardi, nocciole, ecc.

Proprietà e benefici per il corpo

La frutta secca è ricca di vitamine, sali minerali e altri micro elementi in grado di svolgere molteplici azioni terapeutiche all’interno del nostro organismo. Tra gli effetti più importanti, la frutta secca contribuisce alla riduzione del colesterolo, favorendo un potenziamento dei vasi sanguigni e, di conseguenza, del sistema cardiocircolatorio. Grazie all’elevato contenuto di antiossidanti, la frutta secca è un ottimo rimedio per combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle cellule e dell’insorgere di malattie anche serie, come il cancro. In particolare, la frutta secca rappresenta dei veri concentrati di acidi grassi, tra cui possiamo individuare gli omega 3, fondamentali per il nostro benessere. Questo micro elemento è presente soprattutto nel pesce, anche se le noci ne contengono una buona percentuale. Gli omega 3 sono molto importanti per la salvaguardia di alcune malattie causate dalla colesterolemia, come l’aterosclerosi. Questa patologia causa la formazione di deposito nelle pareti dei vasi sanguigni ostacolando il regolare flusso del sangue, causando un maggiore affaticamento del cuore. Oltre agli omega 3, è possibile anche la presenza degli acidi grassi omega 6, che svolgono delle azioni antinfiammatorie, utili per alleviare i disturbi delle malattie da raffreddamento.

La frutta secca, inoltre, è priva di zuccheri e si presta quindi ai regimi alimentari delle persone affette da diabete. Grazie alla presenza di fibre che contribuiscono a regolarizzare la funzione intestinale, la frutta secca è particolarmente consigliata anche per chi soffre di stipsi o per chi non assume regolarmente frutta e verdura. Proprio per questo motivo, la frutta secca viene utilizzata anche per contrastare l’obesità, che spesso è provocata da irregolarità intestinale o dieta non equilibrata.

Alla luce di questi importanti benefici per la salute, qual è la dose ideale di frutta secca da consumare? Per ottenere i benefici terapeutici di cui sopra, la frutta secca dovrebbe essere consumata con una certa regolarità e con particolare moderazione. Assumere dosi eccessive di frutta secca potrebbe causare un aumento di peso, a causa del notevole potere calorico. In linea di principio, la quantità raccomandata è di circa 10-20 grammi al giorno, corrispondenti a una manciata di frutti. Naturalmente, la perdita di peso è possibile ma deve essere ottenuta combinando una dieta regolare, completa di tutti i nutrimenti necessari per l’organismo, e una costante attività fisica.

acquista online oltre 50 varietà di frutta secca

Ricette dietetiche con frutta secca

Dopo aver analizzato le caratteristiche principali della frutta secca, passiamo ora a vedere come è possibile sfruttarla in cucina, realizzando delle ricette dietetiche.

La prima soluzione che ti proponiamo riguarda la preparazione di una torta alla frutta secca. Le dosi per 8 fette sono:

  • 30 grammi di frutta mista tra anacardi, noci e mandorle;
  • 1 yogurt magro bianco;
  • 200 grammi di farina di riso;
  • 40 grammi di zucchero di canna;
  • 2 albumi d’uovo;
  • 15 grammi di cacao magro;
  • 1 pizzico di bicarbonato;
  • 3 cucchiai di succo di limone (o, se preferisci, arancia).

In una ciotola, mescola tutti gli ingredienti, tranne gli albumi e la frutta secca. Monta gli albumi a neve, aggiungendoli gradualmente agli altri ingredienti. Versa il composto su una teglia da forno e sbriciola le frutta secca sopra il composto. Inforna a 180°C per circa 30 minuti. A fine cottura, la torta è pronta.

Un’alternativa che ti lascerà a bocca aperta per il sapore leggero e delicato è rappresentata dal dolce integrale preparato con crusca e frutta secca. Le dosi, per circa 10 porzioni, sono:

  • 140 grammi di crusca;
  • 50 grammi di mandorle;
  • 1 yogurt magro;
  • 60 grammi di farina del tipo “0”;
  • 200 grammi di zucchero di canna;
  • 200 grammi di banane;
  • 3 uova;
  • 60 grammi di olio di girasole (o di mais);
  • Una bustina di lievito per dolci;
  • Un pizzico di sale.

Trita nel frullatore o sbriciola le mandorle. In una ciotola a parte, sbatti le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto abbastanza spumoso. Aggiungi, mescolando tra loro, lo yogurt e l’olio. Versa la farina, il lievito e il sale, amalgamando gli ingredienti in modo energico, al fine di evitare la formazione di grumi. In una teglia da forno rivestita con apposita carta, distribuisci il composto e disponi le banane tagliate precedentemente a fettine. Mettere in forno preriscaldato a 180°C per circa 35 minuti.

acquista online oltre 50 varietà di frutta secca

Commenti da Facebook

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca