In Approfondimenti, Primi vegetariani, Primi veloci, Risotti vegetariani, Zuppe

Il radicchio rosso è un ortaggio ricco di proprietà benefiche, oltre che molto saporito. E’ caratterizzato dal tipico sapore più o meno amarognolo oltre che al fantastico colore rosso, che si declina in diverse sfumature in base alla tipologia.

Radicchio Rosso in cucina: idee per preparare 10 ricette gustose

La regione di produzione per eccellenza è il Veneto nel quale vengono coltivate alcune delle varietà più pregiate come:

  • Il Radicchio di Treviso IGP è una varietà caratterizzata dal colore rosso scuro intenso, da striature bianche, da una consistenza croccante e da un gusto amarognolo delicato. Si presenta in due varianti: precoce o tardivo.
  • Il Radicchio rosso di Verona presenta il tipico colore rosso con nervature bianche, oltre a essere caratterizzato da una buona croccantezza e un sapore amarognolo delicato.
  • Il Radicchio rosa di Verona è caratterizzato da una colorazione con sfumature rosa. Ha un buon equilibrio tra croccante e delicato con note bilanciate tra il dolce e l’amarognolo.
  • Il Radicchio di Chioggia IGP si contraddistingue per la forma tonda e compatta, le foglie di colore rosso con nervature bianche che scorrono centralmente. Le foglie inoltre sono di grandi dimensioni e forma rotondeggiante, contraddistinte da un sapore dolce e intenso.

Oltre ad essere molto saporito è famoso per le sue grandi proprietà benefiche. Ricco di vitamine e sali minerali come calcio e ferro che insieme supportano le ossa rendendole più forti. E’ privo di glutine, e dunque consigliato per i celiaci. Il suo sapore amarognolo, insieme all’alto contenuto d’acqua, stimola la digestione dei grassi mantenendo in salute il nostro corpo. Le fibre contenute aiutano l’intestino contrastando la stitichezza, e aumentando il senso di sazietà. E’ ricco di antiossidanti e antociani che aiutano a prevenire malattie cardiovascolari.

Come cucinare il radicchio

Il radicchio rosso è un ortaggio molto versatile e infatti le ricette con radicchio rosso sono tantissime. Può essere utilizzato come ingrediente all’interno di insalate miste, ma può anche essere gustato cotto in svariate ricette come zuppe e risotti.

Ma prima di arrivare alle ricette, come cucinare il radicchio? Le modalità di cottura sono diverse, ad esempio possiamo gustare:

  • Il radicchio rosso al forno: un contorno molto facile e veloce da preparare. Tagliatelo in più parti e disponetelo in un teglia con carta forno. Condite con olio, parmigiano, sale e pepe. Infornate a una temperatura di 180° e dopo 15 minuti sarà pronto
  • Il radicchio rosso in padella: anche in questo caso può essere un contorno facile da preparare e utilizzare in altre ricette. Tagliatelo in striscioline e fatelo soffriggere in una padella con una cipolla a fette per 5 minuti circa. Passati i 5 minuti sarà pronto
  • Il radicchio rosso alla piastra: contorno saporito e semplice da gustare, può accompagnare piatti di carne ma anche pesce. Tagliatelo a metà e fate marinare all’interno di una ciotola con abbondante olio. Girate per circa 5 minuti e dopodiché disponete le metà sulla piastra. Dopo averli rigirati e cucinati per 10 minuti potrete togliere le metà dalla piastra e gustarle con sale e pepe a piacere.
  • Il radicchio rosso a vapore: Tagliatelo in due metà. Disponi il cestello per la cottura al vapore sulla pentola piena d’acqua. Una volta arrivata a bollore l’acqua, disponete le foglie all’interno del cestello e lasciatele cuocere per 5 minuti. Passato questo breve tempo, sarà pronto. Potrete accompagnarlo con una salsa a vostra scelta.

10 ricette con il Radicchio Rosso

La cottura può essere un buon inizio per le tantissime ricette con il radicchio. La sua presenza in cucina infatti non è certo di troppo. Anzi, il radicchio può essere proprio quell’ingrediente di cui sentivi la mancanza gustando la tua ricetta preferita. Quel tocco in più per rendere irresistibile un piatto.

Qui di seguito troverai fantastiche ricette a cui puoi pensare per il tuo delizioso pranzo ma anche per una cena squisita:

1. Lasagne al radicchio e Montasio (dosi per una teglia 20×30):

  • 250g lasagne
  • 350g radicchio
  • 500g manzo macinato
  • Mezza cipolla
  • carota
  • sedano
  • aglio (uno spicchio)
  • 80ml di vino rosso
  • Sale
  • Timo
  • Salvia
  • Rosmarino
(Per la crema al Montasio)
  • 500ml latte
  • 200g montasio
  • 30g burro
  • 30g farina 00

Iniziate preparando il ragù per le lasagne. Tagliate per prima cosa il radicchio, la cipolla, la costa di sedano e la carota sbucciata. In un tegame mettete un filo d’olio e lo spicchio d’aglio e fate soffriggere le verdure unendo anche le erbe aromatiche. Aggiungete a questo punto il macinato di manzo e successivamente il vino rosso che dovrete far evaporare. Dopo aver rimosso l’aglio aggiungete il radicchio e salate il tutto. Lasciate cuocere per 15-20 minuti. Per la crema al Montasio tagliate il formaggio a dadini e scaldate il latte in un pentolino. Fate sciogliere il burro in un tegame e unite la farina setacciata. In seguito aggiungete il latte scaldato e mescolate fino a creare una crema densa. Quando questa sarà pronta spegnete il fuoco e aggiungete il formaggio in pezzi e mescolate ancora. Con crema e ragù pronti potete iniziare a comporre le vostre lasagne alternando pasta, crema e ragù. Infornate a 200° per 20 minuti e servitele ben calde.

2. Risotto con radicchio

  • due cuori di radicchio rosso
  •  1 litro di brodo
  •  Un cucchiaio di olio evo
  •  scalogno
  •  160 g di riso
  •  50 ml di vino bianco
  •  sale
  •  20 g di parmigiano grattugiato

Per questo delizioso risotto al radicchio, pulire il radicchio e tagliarlo a striscioline. Mettere al fuoco il brodo vegetale. In un tegame da minestra mettere un filo d’olio con lo scalogno tritato e far soffriggere. Mettere poi il riso e per un minuto farlo tostare bene. Sfumare con il vino e poi iniziare a mettere il brodo nel tegame via via, avendo premura che il riso non bruci mai. Mescolare ogni tanto e attendere la cottura. Poco prima che il riso sia cotto aggiungere le striscioline e il sale. Mescolare fino al termine della cottura. Togliere dal fuoco e mescolare con il parmigiano e servire.

3. Radicchio rosso fritto

  •  foglie di radicchio
  • 1 bicchiere di birra
  • farina di semola di grano duro qb
  •  olio evo

Fare una pastella con birra ghiacciata e farina. Lavare ed asciugare bene le foglie, poi infarinarle bene e friggerle nell’olio bello a bollore. Servire caldo.

4. Fusilli con radicchio, crema di patata e toma filante

  • 1 cespo di radicchio di Treviso
  • 300 grammi di fusilli
  • 100 ml di brodo vegetale
  • 20 grammi di burro
  • 150 grammi di toma piemontese
  • 1 patata
  • scalogno
  • 100 ml di panna fresca
  • sale e pepe q.b.

Come preparare questa fantastica ricetta con radicchio trevigiano?

Preparare prima la crema di patate: dopo aver sbucciato la patata, tagliarla in piccoli pezzi e metterla in acqua fredda. Far bollire l’acqua e e cuocere per 10 minuti aggiungendo il sale quanto basta. Passato questo breve tempo creare una laurea con lo schiacciapatate e diluirla con panna e brodo vegetale. Successivamente passa al radicchio. Dopo averlo lavato, taglialo in pezzi più grandi e successivamente in sctriscioline. Tritare lo scalogno sbucciato e stufarlo in padella con burro e un bicchiere d’acqua. Una volta evaporata l’acqua unire le striscioline e cuocere per 2 minuti. Infine i fusilli, metti a cuocere la pasta e successivamente passa alla crema di patate. Riscalda la crema e aggiungici la toma tagliata a fette, mescolando fino a far fondere. Scola la pasta, aggiungendoci le striscioline e la crema di patate con toma. Servi nei piatti, e sarai pronto per questa gustosa pasta con radicchio, crema di patate e toma filante.

5. Zuppa di radicchio e polenta

  • 3 cespi di radicchio di Treviso
  • 100 g di fagioli secchi
  • 1 litro e 1/2 di brodo vegetale
  • 100 g di farina di mais
  • 80 g di guanciale o pancetta
  • carota
  • cipolla piccola
  • sedano
  • alloro
  • olio
  • sale
  • pepe

Anche una zuppa può essere un’ottima ricetta con il radicchio di Treviso. Partite mettendo i fagioli, il sedano, la cipolla e l’alloro in una pentola con abbondante acqua, per circa due ore. A fine cotture salate il tutto. In un’altra pentola con poca acqua in questo caso, mettete il radicchio e fate cuocere per 15 minuti. Dopodiché scolate e tagliatelo in piccoli pezzi. In una pentola versate del brodo vegetale e una volta bollito aggiungete l’ortaggio ed infine la farina. Amalgamate il composto, mescolando per circa 10 minuti. Passato questo breve tempo potete aggiungere del guanciale soffritto e per ultimi i fagioli. Passati altri 15 minuti, la vostra zuppa sarà pronta e potrete aggiungere del sale e del pepe a vostro scelta.

6. Risotto al radicchio e pompelmo

  •  320 g di riso
  • 250 g di radicchio rosso
  •  40 g di burro
  •  1 pompelmo rosa
  •  1 cipolla
  •  4 cucchiai di formaggio grattugiato
  •  brodo
  •  sale
In un tegame lasciate fondere metà burro, fate appassire la cipolla tagliata a fettine sottili e aggiungete il radicchio. Passati 5 minuti aggiungete il riso e, una volta mescolato, versate il succo del pompelmo e lasciate evaporare. Portate a cottura il risotto con il brodo bollente versato poco alla volta, mescolando ogni tanto. Regolate il sale. A fine cottura mantecate con la restante noce burro e il formaggio grattugiato. Lasciate riposare due minuti e servite.

7. Risotto alla birra con radicchio e salsiccia

  • 400 g di radicchio di Chioggia
  • 400 g di riso
  • 1 litro di brodo di carne o vegetale
  • 250 g di salsiccia
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 100 ml di birra rossa
  • 30 g di burro
  • Mezza cipolla
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • Sale q.b. e pepe q.b.

Versate il brodo in una pentola e lasciate bollire a fuoco lento. Passate successivamente al radicchio. Dopo averlo lavato e asciugato, tagliatelo a sriscioline. Tritate la cipolla sbucciata e sbriciolate il contenuto della salsiccia. Quando il brodo avrà raggiunto il bollore, versate metà burro in una pentola e aggiungete la cipolla tritata. Dopo 5 minuti di cottura, aggiungete anche le striscioline e fatele appassire per 2 minuti. Unite il riso facendolo tostare per un paio di minuti. Versate quindi la birra, girando fino a che non sarà evaporata. Quando il riso comincerà ad essere asciutto aggiungete circa due mestoli di brodo ogni tanto per circa 16 minuti finche il riso non sarà cotto. Negli ultimi 5 minuti di cottura aggiungete infine la salsiccia sbriciolata. Per mantecare il tutto aggiungere l’altra metà di burro insieme a sale e pepe a vostro piacimento. Dopo aver aggiunto per ultimo il parmigiano, il vostro risotto sarà pronto per essere servito.

8. Risotto al radicchio cremoso con taleggio

  • 360 g di riso
  • 1 cespo di radicchio di Treviso
  • 100 g di taleggio
  • scalogno
  • 1 litro di brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • sale q.b. e pepe q.b.

Partite dal radicchio tagliandolo in striscioline e dal formaggio tagliandolo in piccoli cubetti. Tritate lo scalogno e fatelo soffriggere con dell’olio d’oliva. Dopo qualche minuto, unite il riso e fatelo tostare per 2 minuti circa. Successivamente sfumate con il vino bianco finche non sarà evaporato. Aggiungete quindi le striscioline, mescolando e aiutandovi con il brodo quando il riso si sarà asciugato. Una volta conclusa la cottura potete aggiungere il formaggio, mescolando per un paio di minuti. Dopo una spolverata di pepe potrete finalmente gustare questo delizioso risotto.

9. Risotto vegetariano al radicchio al profumo di zafferano

  • 360 g di riso
  • integrale
  • cipolla
  • zafferano in una bustina
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 cespi di radicchio di Treviso
  • parmigiano reggiano q.b.
  • burro q.b.

Iniziate dal radicchio, tagliandolo a striscioline e cuocendolo con un filo d’olio in padella. In un altra padella soffriggete la cipolla tritata ed infine unite il riso per farlo tostare. Sfumate il riso con il vino bianco e una volta evaporato aggiungete le striscioline appassite. Proseguite mescolando e aggiungendo di tanto in tanto il brodo. Prima di terminare la cottura aggiungete lo zafferano Aggiungete infine del parmigiano grattugiato e il risotto sarà pronto per i vostri piatti.

10. Risotto al radicchio con pere e taleggio

  • 360 g di riso tipo Carnaroli o Arborio
  • scalogno
  • 1 cespo di radicchio di Treviso
  • 150 g di taleggio
  • 2 pere
  • brodo vegetale q.b.
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • pepe nero q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Tagliate il radicchio in striscioline. Tritate lo scalogno e passate alle pere. Tagliate una pera a cubetti e l’altra a fette sottili. Ponete della carta forno in una teglia e aggiungeteci le fettine di pera facendo cuocere in forno preriscaldato a 160° per circa 30 minuti. In una pentola fate soffriggere lo scalogno con dell’olio d’oliva e dopo qualche minuto aggiungete i cubetti di pera. Passati altri due minuti aggiungete le striscioline lasciandole appassire. Unite quindi il riso, fatelo tostare e sfumate successivamente con il vino rosso fino a che non sarà evaporato. Quando il riso sarà quasi asciutto aggiungete poco alla volta il brodo. Prima di aver ultimato la cottura aggiungete il formaggio a cubetti e mescolate per pochi minuti. Una volta mantecato, il risotto sarà pronto per essere impiattato con le pere a fette messe in forno precedentemente.

Buon appetito!

Commenti da Facebook

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca