fbpx
 In Antipasti vegetariani, Approfondimenti, Cibi dal mondo, Curiosità, Ricette, Ricette per dieta, Ricette per portata, Ricette vegetariane

Lasciati trascinare da uno dei piatti di deliziosi e saporiti della tradizione asiatica, il Kimchi. Una specialità tutta da provare e da preparare in pochi e semplici passaggi nella tua cucina.

Kimchi: cos’è?

Il Kimchi è un antico piatto tradizionale della cucina coreana. Si pensi che le  prime notizie del Kimchi risalgono a qualche migliaio di anni fa e si ritrovano nel primo testo poetico cinese. La pietanza è costituita fondamentalmente da alcune verdure, cavolo cinese come principale, alle quali, nel corso dei secoli, sono stati aggiunti spezie e aromi diversi. Gli ingredienti del Kimchi sono estremamente ricchi di vitamine e di sali minerali; in più il processo di fermentazione lo rende molto di ricco di lattobacilli (come lo yogurt). Ne derivano pertanto importanti proprietà benefiche per tutto l’organismo, in particolare per l’intestino e l’apparato digerente. E ancora: l’aglio aiuta controllare il colesterolo, il peperoncino è un potente antiossidante, le fibre aiutano l’intestino e assorbono zuccheri. In poche parole tanti benefici in una pietanza con pochissime calorie. Il Kimchi viene utilizzato anche come ingrediente nella preparazione di altri piatti coreani.

Come preparare il kimchi

La  verdura più impiegata per la preparazione del Kimchi ( alla base del quale c’è il processo di fermentazione) è il cavolo cinese, ma anche il cavolo verza e il daikon trovano spazio nelle varie ricette (se ne contano circa 200); per quel che riguarda le spezie e gli aromi, invece, vengono utilizzati il peperoncino rosso, la cipolla, i ravanelli, l’aglio, lo zenzero, ma anche frutta, pesce fresco e salato. Il cavolo cinese ( o il cavolo verza)  tagliato a piccoli pezzi va sistemato in una ciotola con acqua fredda e sale e lasciato riposare per un’ora. Nel frattempo si affettano i cipollotti, i ravanelli, aggiungendo l’aglio, lo zenzero e il peperoncino. Il cavolo va sciacquato in acqua fredda e quindi unito al condimento preparato in precedenza. Il tutto va messo in un barattolo sterilizzato con chiusura ermetica, ricoperto completamente di acqua, e lasciato a fermentare per circa 6 giorni ( la presenza di bolle significa che la fermentazione è avvenuta).

Kimchi: ricetta

ricetta kimchi

Come si può dedurre il Kimchi è una preparazione estremamente versatile, che può trovare tanti usi in cucina. La fantasia in questo senso si può facilmente sbizzarrire. Con una accortezza però: se si vuole preservare al meglio le proprietà benefiche del Kimchi, è opportuno aggiungerlo a fine cottura. Vediamo alcuni possibili impieghi:

  • nel Toast con formaggio Emmenthal, una fetta di pomodoro maturo e basilico;
  • aggiunto alla  zuppa di verdura e alla pasta e ceci;
  • nella insalata di patate novelle aggiunto a yogurt, maionese erba cipollina e timo;
  • come salsa verde , frullato con cetriolini, per insaporire il bollito;
  • con pomodorini e spicchi di aglio per condire una spaghettata estiva;
  • con le verdure saltate in padella : zucchine, pomodori, cipolla, basilico e origano;

In ogni caso lo speciale tocco orientale è assicurato…

acquista online cavolo cinese pak choi

Commenti da Facebook

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca