In Approfondimenti, Approfondimenti vari, Cibi dal mondo, Curiosità

La banana dalla buccia commestibile: la Mongee

Siamo tutti abituati a pelare la banana e a buttarne la buccia, ma questa invece possiamo mangiarla tutta. Stiamo parlando della banana Mongee, creata in Giappone, nella prefettura di Okayama e completamente commestibile.

L’inventore di questo frutto è stato Setsuzo Tanaka, che per 40 anni ha provato ad ottenere una banana che resistesse ai rigidi inverni della zona.

Mongee significa “incredibile” e questa banana proprio lo è, la forma, la consistenza e il sapore, infatti, sono uguali a quelli della banana comune, la differenza fondamentale è che si mangia tutta, compresa la buccia.

Come si ottiene la banana Mongee

Tanaka voleva la banana fresca anche quando nella sua zona non era reperibile a causa delle rigide temperature invernali.

Il metodo creato da Tanaka per creare la sua banana è, partendo dalla varietà Gros Michel, il freeze-thaw-wake, “congelare scongelare e risvegliare”. Questa tecnica consiste nel congelare le piante a -60°C e poi ripiantarle, scongelate, in ambienti a una temperatura di 27°C, che è la temperatura ideale per la crescita di questo frutto. Grazie al repentino cambio di temperatura si verifica una velocizzazione della crescita e la formazione di una buccia tenera, sottile e gustosa.

Il sapore di questa banana è dolce, con un retrogusto tropicale, simile all’ananas.

La crio-banana è sicura, non vengono usati pesticidi e non è stata modificata geneticamente.

Dove trovarla e il prezzo

Attualmente la Mongee si trova solo nei negozi della prefettura di Okayama al prezzo di 6-7 dollari. L’azienda punta a venderla prima in tutto in Giappone, dove il 99% delle banane consumate viene importato, poi, nel resto del mondo.

acquista online fruttaweb

Commenti da Facebook

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca