In Approfondimenti, Cibi dal mondo

I Lampascioni pugliesi sono caratterizzati da bulbi dal ricco valore energetico utili per potenziare il regolare funzionamento dell’organismo e migliorare la sensazione di benessere. I lampascioni sono delle piccole cipolle, che nascono spesso in maniera spontanea e vengono utilizzate non solo in cucina. Per avere il massimo della sicurezza, assicurati della provenienza del prodotto, indice di buona qualità. Nascendo in zone selvagge, non è mai certa la composizione del terreno. Affidati quindi a esperti del settore come FruttaWeb: scegliendo tra il vasto assortimento dal portale, avrai la certezza assoluta di prodotti naturali freschi e genuini, senza trascurare i vantaggi di un acquisto effettuato nella massima comodità. Potrai richiedere i tuoi prodotti direttamente da casa e potrai riceverli al tuo domicilio nel giro di pochi giorni, meglio di così…

Proprietà e benefici dei lampascioni pugliesi

I lampascioni pugliesi sono definiti anche “re dei bulbi” per le ottime proprietà terapeutiche che possiedono. Si presentano, infatti, come delle piccole cipolle di colore bianco. Occorre estrarle dal terreno per poterle poi consumare. La parte alta della pianta, ovvero quella al di sopra del livello del suolo, è di tipo erbaceo e si caratterizza da fiori violacei che sbocciano dalla primavera fino alla fine dell’estate. I lampascioni sono diffusi nei prati pianeggianti e in particolare in Puglia, dove riescono a crescere anche in modo spontaneo. Nonostante siano poco conosciuti dalla maggioranza dei consumatori, i lampascioni erano ben noti sia agli antichi Egizi, sia ai Greci che ai Romani, i quali attribuivano a questo bulbo anche proprietà afrodisiache.

La parte commestibile di questo prodotto è il bulbo, che sprigiona un sapore particolarmente amarognolo. Questo fattore risulta determinante per i consumatori di lampascioni: o lo si ama o lo si odia.

Ciò nonostante, i lampascioni possiedono proprietà nutrizionali a dir poco vitali per l’organismo. Ricchi di sali minerali come fosforo, potassio, magnesio, rame, ferro e manganese, i lampascioni sono anche ricchi di una notevole concentrazione di vitamine. Per non parlare degli effetti benefici: i lampascioni svolgono azioni lassative, emollienti e diuretiche che consentono di diminuire la pressione sanguigna, la percentuale di grassi nel sangue e ridurre il rischio di trombosi. Grazie alla notevole percentuale di composti sulfurei, i lampascioni contribuiscono alla lotta contro il colesterolo e agiscono attivamente alla prevenzione dei tumori.

Tra le altre funzioni, i lampascioni stimolano l’appetito e favoriscono l’attivazione dell’apparato digerente. A tal proposito, il consumo di lampascioni potrebbe indurre un aumento di flatulenza, dovuta essenzialmente a una maggiore fermentazione intestinale.

lampascioni_acquista-online

 

Usi e ricette con i lampascioni pugliesi

I lampascioni non vantano un elevato contenuto di calorie (37 Kcal ogni 100 grammi di prodotto) e sono quindi ideali per chi desidera tenere sotto controllo il proprio peso o per chi segue una dieta ipocalorica. I lampascioni, tuttavia, vengono utilizzati non solo in cucina, ma anche nell’artigianato. Questi bulbi contengono un elemento specifico, definito mucillagine, che si gonfia quando entra a contatto con l’acqua. Dal punto di vista alimentare, la mucillagine serve per rinfrescare le pareti dell’intestino, svolgendo anche azioni emollienti. Grazie a queste particolari sostanze, i lampascioni vengono utilizzati anche nel campo dell’artigianato, soprattutto per riparare le pentole di terracotta che, con il tempo si sono usurate. La mucillagine una volta che si è essiccata funge da collante e ricopre le crepe presenti sulla superficie delle pentole, garantendo una durata prolungata.

In cucina, i lampascioni vengono utilizzati cotti. Possono essere lessati, fatti raffreddare e conditi semplicemente con olio, aceto e pepe e, a piacimento, menta o prezzemolo. Una volta che sono cotti, è opportuno eliminare le tuniche esterne al fine di renderli più appetibili. Volendo, possono anche essere fritti: dopo averli lessati, rivestili con la pastella per la frittura e ripassali in olio bollente, per un risultato molto particolare e croccante.

Se desideri avere una scorta per l’inverno, puoi dedicarti alla preparazione dei lampascioni sott’olio. Gli ingredienti per la preparazione di questa ricetta sono:

  • 2 kg di lampascioni;
  • 1 l di aceto di vino bianco;
  • 1 l di acqua;
  • Aglio, prezzemolo e mentuccia (consigliati ma non obbligatori);
  • Pepe nero in grani e sale
  • Olio extravergine di oliva pugliese.

Prima di tutto, pulisci i lampascioni pugliesi, rimuovendo le tuniche, come fai con le cipolle. Alla base del bulbo, pratica con punta del coltello una croce, prima di lavarli accuratamente. Al fine di eliminare il sapore amarognolo, immergili in acqua fredda per un giorno interno, cambiandola ogni tanto. Trascorse 24 ore, fai bollire un litro di acqua, un litro di aceto di vino bianco e aggiungi una buona dose di sale grosso. Versa i lampascioni e fai cuocere a fuoco moderato, fino a che non risultato morbidi. La cottura media richiede circa 30 minuti, prima che i lampascioni diventino più teneri. Una volta cotti, lasciali raffreddare nell’acqua di cottura, prima di scolarli. Questo è il procedimento usuale che dovresti seguire per lessare i lampascioni.

Se desideri conservarli sott’olio, devi assicurarti di asciugarli utilizzando prima un colapasta e facendoli poi asciugare all’aria, stendendoli su un canovaccio. Quando i lampascioni saranno del tutto asciutti, puoi metterli sui vasi di vetro sterilizzati. Fai ben attenzione a riempire bene il vasetto con olio extra vergine di oliva pugliese, pepe nero, alcune foglie di mentuccia o prezzemolo. Chiudi ermeticamente i vasi, senza riporli in dispensa: nei giorni successivi il livello di olio tende a diminuire e potrebbe essere necessario un rabbocco.

Per un consumo immediato, oltre alle alternative semplici come la cottura in acqua o la frittura, puoi cimentarti nella preparazione dei lampascioni al forno con patate. Gli ingredienti di questa ricetta sono:

  • 1 kg di lampascioni;
  • 600 gr di patate;
  • Olio extra vergine di oliva;
  • Pane grattugiato;
  • Sale;
  • Rosmarino e altre erbe aromatiche a piacere.

Dopo aver pulito accuratamente e lessato i lampascioni, taglia a cubetti le patate, unendoli in una teglia da forno. Aggiungi l’olio, le erbe aromatiche, il sale e il rosmarino. Aggiungi il pane grattugiato e amalgama il tutto, prima di infornare a 180°C per 30 minuti. Servire a fine cottura. In questo modo, potrai gustare i lampascioni come se fossero delle cipolle arrosto, ma con un gusto leggermente amarognolo, attenuato dalla presenza delle patate.

 

lampascioni_acquista-online

Commenti da Facebook

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca