In Approfondimenti, Proprietà di frutta e verdura, Salute e benessere

L’Indivia: proprietà e benefici

L’indivia viene spesso confusa con la cicorie per il sapore leggermente amaro. E’ un’insalata appartenente alla famiglia delle Composite e si distingue per le foglie più lisce e prive di peli, increspate, che costituiscono una rosetta. I romani la ritenevano una pianta medicinale per il suo sapore amaro. Infatti, anche secondo la medicina tradizionale cinese, l’amaro tonifica i reni e riequilibra la funzionalità della milza: abituarsi a consumare alimenti amari, dunque, smorza il desiderio di dolce, ci purifica e ci mantiene sostanzialmente in forma. Questo ortaggio è originario del bacino del Mediterraneo e si consuma soprattutto in insalata ma anche lessa. E’ una pianta biennale con produzione prevalentemente autunnale.

Le varietà

Si distinguono due principali varietà:

  • L’indivia liscia: con polpa succosa e croccante, ha il nome che deriva dal latino escarius, che significa “commestibile”. L’indivia scarola rientra principalmente nelle produzioni tra l’autunno e l’inverno. Il cespo a rosetta è caratterizzato da foglie verdi più o meno scure e allungate, con margine intero o dentato e nervatura marcata di colore bianco.
  •  L’indivia riccia: è un’insalata a ciclo invernale caratterizzata da foglie verdi che non formano un grumolo. L’indivia riccia presenta inoltre varietà precoci e tardive. Un’esempio di precoce è la Mantovana; tra quelle tardive possiamo trovare la Riccia d’inverno, la rossa di Moncalieri a costa bianca o a costa rosa.
  • L’indivia belga: Si presenta con il classico cespo di foglie lunghe e carnose. Il colore varia tra il bianco nella zona centrale e verde sulle punte. Il sapore, come nella scarola, è leggermente amarognolo. Quando arriva il primo freddo, le piantine di indivia vengono tagliate, togliendo le foglie e lasciando la radice. Successivamente la radice viene posta sotto del terriccio in stanza buie e annaffiata di rado. Dopo circa 1 mese spunteranno nuove foglie di colore bianco a causa dell’assenza di luce.

Proprietà e benefici

Questo fantastico ortaggio viene apprezzato oltre che per il suo tipico gusto anche per le particolari qualità nutrizionali. Nonostante le diverse caratteristiche morfologiche legate a ogni varietà, le proprietà nutrizionali dell’indivia belga non sono differenti rispetto alle proprietà dell’indivia scarola o alle proprietà dell’indivia riccia. 

Vitamine e antiossidanti

Nel dettaglio, l’ indivia, presenta un ottimo contenuto di vitamine come ad esempio quelle del gruppo B e la vitamina A. Quest’ultima ad esempio ha un ruolo importante per il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario. Aumenta infatti la resistenza alle infezioni soprattutto a livello cutaneo. Inoltre troviamo anche la vitamina C, famoso e importate antiossidante che aiuta l’organismo nell’assorbimento del ferro. In particolare proprio il ferro stimola la produzione del collagene, una proteina necessaria alla formazione del tessuto connettivo, in grado quindi di rinforzare le ossa, i muscoli e vasi sanguigni. Se la vitamina C non è presente nelle giuste quantità, il nostro corpo manifesta i tipici sintomi di stanchezza oltre che irritazione e fragilità capillare.

Tra le altre vitamine, nella proprietà dell’indivia troviamo un alto contenuto di vitamina K, elemento fondamentale per il nostro organismo, in quanto si occupa del benessere delle nostre ossa e della coagulazione del sangue. Grazie alla sua funzione antiemorragica, essa mantiene la giusta viscosità nel nostro corpo e lo preleva da eventuali malattie cardiovascolari mantenendo i salute le arterie. Per quanto riguarda le ossa, la vitamina K stimola la loro resistenza, rafforzandole e preservatole da fratture. Infine si evidenzia il suo contributo al sistema nervoso e al cervello grazie alle sue capacità antiossidanti e antinfiammatorie.

Fibre e sali minerali

Le proprietà nutrizionali dell’indivia prevedono inoltre sali minerali come manganese, ferro e potassio. Il manganese ad esempio è un elemento molto importante per il corretto funzionamento dell’organismo. Ha un ruolo fondamentale nella digestione in quanto attiva particolari enzimi coinvolti nell’assimilazione dei nutrienti. Partecipa inoltre alla crescita ossea e protegge le cellule dai temuti radicali liberi. Eventuali carenze possono comportare disfunzioni metaboliche o danni alla formazione delle ossa.

Tra le proprietà dell’indivia belga come anche delle altre varietà, troviamo un ottimo contenuto di fibre che, grazie anche al contenuto di acqua, le conferiscono proprietà sazianti. Tra gli altri, le fibre prevengono la stitichezza, contribuiscono ad abbassare il colesterolo LDL, cosiddetto “cattivo”. Abbassano il livello di glicemia rallentando l’assorbimento dei zuccheri. Infine un’importante proprietà nutritiva dell’indivia belga, ad esempio, è il suo potere dimagrante. Infatti proprio per la ricchezza di fibre, questa verdura è particolarmente consigliata per regimi dietetici ipocalorici in quanto si contraddistingue per un basso contenuto calorico. Sarebbe meglio consumare l’indivia cruda perché nutriente e leggera, ma anche cotta non perde sicuramente tutte queste fantastiche proprietà che la contraddistinguono.

Commenti da Facebook

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca