fbpx
 In Approfondimenti, Approfondimenti vari, Curiosità, Proprietà di frutta e verdura, Ricette estive, Salute e benessere

Diffuso soprattutto nelle zone tropicali, il mango è un frutto esotico originario dell’India. La sua forma è ovale e pesa circa mezzo kg. La polpa del mango è gialla, mentre la buccia varia dal colore giallo al rosso a seconda della varietà. Questo frutto è molto gustoso e può essere consumato da solo, oppure in aggiunta ad insalate esotiche e per la preparazione di dolci. Oltre al suo gusto, il mango ha notevoli proprietà benefiche che apportano benefici a tutto il corpo: proprietà dimagranti, un notevole apporto di vitamine, proprietà antiossidanti. Grazie alle suoi molteplici benefici e alla dolcezza della sua polpa piacerà a tutta la famiglia!

Mango: come si mangia

Come si mangia il mango

mango fresco

Nonostante il mango sia un frutto tipico dei paesi tropicali è molto apprezzato in tutto il mondo. Il mango è un frutto esotico molto gustoso: la sua polpa gialla è dolce e leggermente speziata e può essere morbida o più consistente a differenza della varietà a cui appartiene. Questo frutto grazie al suo sapore interessante può essere utilizzato sia per ricette dolci che salate. Per esempio, può essere abbinato alla carne creando un piacevole contrasto. Oppure può essere usato come condimento per le insalate, rendendole saporite e sfiziose. Il mango, grazie alla sua dolcezza, è molto usato anche nei dolci, spesso abbinato al cioccolato. Inoltre, possiamo trovare il mango in commercio in diversi modi:

Se ancora non conoscete bene questo frutto e non vedete l’ora di assaggiarne uno, ecco quali sono le cose importanti da sapere!

Il mango deve essere consumato maturo

Per capire se il mango è maturo basta prenderlo con le dita. Se si ammacca significa che è pronto per essere consumato. Se, invece, è ancora duro al tatto bisogna attendere qualche giorno per consumarlo. Il sapore di un mango non ancora maturo è aspro e amaro e non è il caso di sprecare un frutto così gustoso e benefico!

Il mango va conservato fuori dal frigo

Il mango non va tenuto in frigo, ma conservato a temperatura ambiente. Una volta tagliato va tenuto in frigo: se conservato in una scatola ermetica oppure coperto da pellicola può essere tenuto in frigo fino a 3 giorni. Per non guastarne il sapore, il mango non va congelato così com’è, ma solo dopo averlo precedentemente trattato.

Il mango apporta molteplici benefici a tutto l’organismo

Ecco l’elenco completo delle caratteristiche benefiche del mango:

  • Proprietà dimagranti
  • Proprietà antiossidanti
  • Favorisce la digestione
  • Proprietà antiinfiammatorie
  • Ricco di vitamine, soprattutto quelle del gruppo A, B e C
  • Ricco di sali minerali, tra cui potassio, calcio e magnesii
  • Grazie al betacarotene
  • Ricco di acqua e di fibre, aiuta a depurare l’intestino

Come si taglia il mango

mango fresco

Il mango è un frutto molto gustoso, ma la sua polpa non è facile da ricavare! La polpa del mango, infatti, è spessa e fibrosa. Quindi, se a prima vista tagliare il mango non sembra un compito difficile, bisogna armarsi di pazienza e tempo per farlo nel modo giusto. Ecco i passaggi da seguire:

  1. Lavare il mango
  2. Tagliarlo in due e ruotare le due parti per aprirlo
  3. Rimuovere il nocciolo con un coltello a punta tonda
  4. Con un coltello tagliare la polpa per ottenere dei cubetti senza incidere la buccia
  5. Capovolgere la buccia e spingere con i pollici i cubetti verso l’alto
  6. Staccare i cubetti con l’ausilio di un cucchiaino

Spesso il tempo che serve per tagliare questo frutto porta a rinunciare ad utilizzarlo nonostante la sua bontà, ma non tutti sanno che esistono appositi strumenti per snocciolare correttamente il mango. Lo strumento snocciola e taglia mango è un accessorio che serve per snocciolare e ricavare la polpa del mango in modo facile e veloce! Questo strumento è adatto per manghi di piccole e grandi dimensioni, è prodotto in plastica resistente di ottima qualità ed è alto 21 cm. Lo strumento snocciola e taglia mango è molto semplice da utilizzare: grazie alle sue lame dentate in plastica permette di separare facilmente l polpa dal nocciolo. Ecco come procedere:

  1. Lavare bene il mango
  2. Tagliare i poli del mango con un coltello
  3. Inserire lo strumento snocciola e taglia mango nella polpa del frutto, tenendolo appoggiati in verticale sul tavolo
  4. Spingere verso il basso
  5. Con un coltello tagliare la polpa per ottenere dei cubetti senza incidere la buccia
  6. Capovolgere la buccia e spingere con i pollici i cubetti verso l’alto
  7. Staccare i cubetti con l’ausilio di un cucchiaino

Tre ricette con il mango

Insalata di branzino affumicato con mango e frutta secca

  • Difficoltà: bassa
  • Tempo di preparazione: 15 minuti
  • Dosi per: 4 persone

Ingredienti:

  • 250 gr di mango
  • 200 gr di branzino affumicato
  • 250 gr di cetrioli
  • 30 gr di anacardi
  • 30 gr di ribes
  • 150 gr di insalata

Preparazione:

Lavare accuratamente il mango, snocciolarlo e ricavarne la polpa. Lavare il cetriolo, le parlo con un pelapatate, è tagliarlo a metà. Tagliare le due parti a cubetti. Porre i cubetti di mango è quelli di cetriolo in una ciotola. Unire i ribes e mescolare per amalgamare gli ingredienti. Pulire il branzino: con una lama affilata separare la pelle del pesce dalla carne. Dividere a metà i filetti del branzino e ricavarne dei piccoli pezzetti. Ripetere la procedura per ogni filetto di branzino. Lavare l’insalata e aggiungerla all’ ciotola insieme al mango, al cetriolo e al ribes. Aggiungere gli anacardi e il branzino affumicato. Dividere in 4 ciotole e servire.

 Salsa al mango

  • Difficoltà: bassa
  • Tempo di preparazione: 15 minuti
  • Dosi per: 4 persone

Ingredienti:

  • 2 mango maturi
  • 2 cucchiai aceto di riso
  • Succo di 1 lime
  • Succo di 1 arancia
  • Peperoncini q.b.

Preparazione:

Lavare accuratamente il mango, snocciolarlo e ricavarne la polpa. Lavare 2 peperoncini, tagliarli nel senso della lunghezza, privarli dei semi e tagliarli a cubetti. Mettere tutti gli ingredienti nel mixer, aggiungere il succo di arancia e di lime e l’aceto di riso. Ridurre il tutto a purea. La salsa di mango piz
Può essere abbinata a piatti di carne e pesce, oppure come condimento per panini e insalate.

mango fresco polpa

Frappé al cioccolato e mango

  • Difficoltà: bassa
  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Dosi per: 4 persone

Ingredienti:

  • 2 mango
  • 100 gr cioccolato fondente
  • 300 gr latte intero
  • 200 gr gelato allo yogurt
  • 50 gr panna fresca liquida
  • 30 gr di zucchero
  • Gelato di yogurt
  • Granella alla nocciola

Preparazione:

Lavare accuratamente il mango, snocciolarlo e ricavarne la polpa. Trasferire la polpa del mango in una ciotola e aggiungere il latte, poi frullare con un frullatore a immersione. Aggiungere lo zucchero e frullare ancora per qualche minuto. Mettere a scaldare la panna in un pentolino e portarla quasi ad ebollizione. Tritare il cioccolato fondente. Procedere con la preparazione della ganache. Versare la panna in una ciotola con il cioccolato e mescolare bene con una spatola fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. A questo punto si può comporre il frappé. Prendere dei vasetti di vetro e spennellare la ganache all’interno, poi sistemarlo in frigo per qualche minuto. Una volta che il cioccolato si sarà rappreso versare un po’ di frullato al mango, aggiungere una pallina di gelato allo yogurt e versare ancora un po’ di frullato al mango. Aggiungere una seconda pallina di gelato allo yogurt. Guarnire il tutto con granella di nocciole e la restante ganache al cioccolato. Il frappé è pronto per essere servito.

Commenti da Facebook

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca