In Antiossidante, Approfondimenti, Approfondimenti vari, Bellezza, Disintossicante, Home Page, Lassativa, Proprietà di frutta e verdura, Salute e benessere

Diffuso soprattutto nelle zone tropicali, il mango è un frutto esotico originario dell’India. Questo frutto è molto gustoso e può essere consumato da solo, oppure in aggiunta ad insalate esotiche e per la preparazione di dolci. Oltre al suo gusto, il mango ha notevoli proprietà benefiche che apportano benefici a tutto il corpo: proprietà dimagranti, un notevole apporto di vitamine, proprietà antiossidanti. Scopriamo insieme tutte le proprietà e i benefici di questo frutto esotico!

Mango: tutto quello che vuoi sapere frutto del mango

mango fresco

Mango: proprietà

Il mango è ricchissimo di vitamina A e vitamina C: mentre la vitamina C rafforza il sistema immunitario, la vitamina A protegge le mucose del nostro apparato respiratorio. Ottimo per contrastare la stanchezza, il mango è un frutto energizzante e ricostituente ricco non solo di vitamine, ma anche si sostanze oligominerali, dal potassio (che favorisce la circolazione sanguigna) allo zolfo al magnesio, al rame allo zinco che lo rendono particolarmente indicato come elemento ricostituente anche in caso di debolezza fisica. Il mango è anche un lassativo e un diuretico naturale, utile in caso di stitichezza o di ritenzione idrica. Inoltre favorisce la digestione, eliminando l’acidità di stomaco. Ricco di betacarotene, è un frutto in grado di contrastare efficacemente l’azione dei radicali liberi evitando l’invecchiamento precoce delle cellule e il rilassamento dei tessuti.

Mango: valori nutrizionali

Il mango non è un frutto troppo calorico: 100 grammi di polpa contengono circa 55 calorie, il che lo rende adatto alle diete ipocaloriche. La polpa è molto ricca di acqua, ma il frutto contiene un alto quantitativo di vitamine A, vitamina C, vitamina B1, B2, B3 oltre al potassio, al ferro, al calcio, al fosforo. È abbastanza ricco di zuccheri semplici (fruttosio), dettaglio che lo rende poco adatto a chi soffre di diabete. Anche la buccia del mango è ricca di elementi antiossidanti, tra cui carotenoidi e polifenoli e acidi grassi.

acquista online frutta secca

Mango: come si mangia

mango fresco

Nonostante il mango sia un frutto tipico dei paesi tropicali è molto apprezzato in tutto il mondo. Il mango è un frutto esotico molto gustoso: la sua polpa gialla è dolce e leggermente speziata e può essere morbida o più consistente a differenza della varietà a cui appartiene. Questo frutto grazie al suo sapore interessante può essere utilizzato sia per ricette dolci che salate. Per esempio, può essere abbinato alla carne creando un piacevole contrasto. Oppure può essere usato come condimento per le insalate, rendendole saporite e sfiziose. Il mango, grazie alla sua dolcezza, è molto usato anche nei dolci, spesso abbinato al cioccolato.

Mango: come capire quando è maturo

Per capire se il mango è maturo basta prenderlo con le dita. Se si ammacca significa che è pronto per essere consumato. Se, invece, è ancora duro al tatto bisogna attendere qualche giorno per consumarlo. Il sapore di un mango non ancora maturo è aspro e amaro e non è il caso di sprecare un frutto così gustoso e benefico!

Mango: come coltivarlo

Questo frutto esotico preferisce le stagioni estive e il clima calmo per poter crescere al meglio. Per iniziare la sua coltivazione è necessario un mango, un vaso, del terreno, un sacchetto impermeabile trasparente. Per la sua coltivazione in vaso bisogna seguire alcune fasi.

Si inizia pulendo il nocciolo, successivamente bisogna cercare di estrarre il seme presente al suo interno e una volta ricavato bisogna procedere con la sua germinazione. Per compiere questa operazione si deve inumidire un tovagliolo di carta, appoggiare il seme su di esso e avvolgerlo in un sacchetto impermeabile e sistemarlo vicino una finestra in una zona illuminata. Prima di poterlo piantare deve germogliare. In seguito andrà tolto dal sacchetto di plastica e trasferirlo in un vaso con del terreno, se invece si sarà formata la muffa andrà buttato. Non dimenticare di annaffiare spesso e posizionare il vaso in una zona soleggiata. Per ottenere dei frutti, si consiglia di eseguire un innesto.

Commenti da Facebook

Post suggeriti
%MINIFYHTML433b88fbdaac4197ea7758f7deaff0d216%

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca