fbpx
 In Approfondimenti, Approfondimenti vari, Cibi dal mondo, Curiosità, Proprietà di frutta e verdura, Ricette, Salute e benessere

Rambutan

Rambutan, la sua etimologia vuol dire capelli o capelli ingarbugliati. E’ un frutto dalla buccia molto strana, con protuberanze, sono spine lunghe e ricurve che creano una peluria dal colore rossastro. E’ originario del sud est asiatico ed è molto simile al litchi. 

La polpa racchiusa dentro la buccia è traslucida e può essere cucinato sia mangiato fresco; ha un sapore dolce con un retrogusto di rosa. Frequente è la creazione di dolci caramellati, marmellate e creme gelatinose.

Rambutan-Fruttaweb

Lo si mangia proprio come un litchi, lo si pare a metà e si gusta la polpa, ovviamente senza mangiare il seme centrale.

L’albero può raggiungere altezze spaventose, dai 12 ai 20 metri; è una pianta molto ramificata con foglie allungate e di colore verde opaco e dalla forma allungata.

Proprietà e benefici

Per 100 grammi di prodotto può contenere fino a 82 kcal. Però contiene molti nutrienti come sali minerali (potassio, sodio, calcio, magnesio, manganese e ferro) e vitamine (A, C ed E).

Uno dei primi benefici riguarda il cuoio capelluto, è ideale per la crescita dei capelli e per fluidificare la chioma. E’ considerato anche un antisettico che permette di abbassare la pressione sanguigna ed è un perfetto alleato per la cura delle ossa. Un consumo regolare di rambutan dovrebbe aiutare anche a ridurre la quantità di grassi nel corpo.

Perfetto per gli sportivi in quanto ha proprietà energetiche evidenti, e, per il suo alto contenuto di fibre è il giusto rimedio per la cattiva digestione.

Ricette con il Rambutan

Sfoglia di papaya e rambutan

Ingredienti

  • 1/2 papaia
  • 400 g di rambutan
  • 200 g di pasta sfoglia
  • 2 uova
  • 250 ml di latte
  • 70 g di zucchero
  • 1 limone
  • 1 cucchiaino di amido di mais.

Procedimento

  1. Stendete la pasta sfoglia con un matterello e ricavarne 4 rettangoli. Poi disporre i 4 rettangoli di sfoglia su una teglia con carta da forno
  2. successivamente incidere le sfoglie in prossimità dei lati a circa 2 cm dal bordo e punzecchiare la pasta con una forchetta
  3. dopo aver spennellato con l’uovo sbattuto cuocere in forno per 14 minuti
  4. in seguito versare il latte in un pentolino, aggiungere scorza di limone e riscaldarlo
  5. in una ciotola montare lo zucchero con un uovo, sino ad ottenere un composto spumoso e denso; poi aggiungere l’amido di mais e mescolare.
  6. aggiungere il latte, precedentemente riscaldato, dopo aver tolto la scorza di limone all’interno
  7. mettere sul fuoco e mescolare fino a quando la crema non si addensa
  8. infine lasciare raffreddare
  9. nel frattempo, pulire la papaya e tagliarla a fette sottili e sbucciare i Rambutan
  10. ad ultimo, versare la crema sulla soglia e guarnire con i frutti
  11. infornare per 4 minuti a 180°

Commenti da Facebook

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca