In Approfondimenti, Approfondimenti vari, Curiosità

Il sidro è una bevanda che si ottiene dalla fermentazione alcolica delle mele. La gradazione varia dai tre agli otto gradi.

La parola sidro ha origine nella lingua d’oil, nel centro-nord della Francia intorno alla metà del dodicesimo secolo. Prima veniva chiamato auppegard, épégard, yébleron, sistr. I marinai baschi lo chiamavano sagarnoa o sagardoa “vino di mela”. In Grecia il sidro era conosciuto come sikerítēs o síkera. In latino diventa sīcera, termine da cui deriva la parola moderna sidro.

Sidro

Storia

Le prime informazioni su di una bevanda alcolica a base di mele fermentate arrivano dall’Egitto, tre millenni prima di Cristo. Anche nella letteratura greca e bizantina ci sono riferimenti a questa bevanda, molto amata e considerata un lusso. A Roma questa bevanda alla mela arrivò dopo la trionfale campagna di Gallia di Cesare, nel primo secolo avanti Cristo.

I Celti furono, infatti, i primi a produrre e a consumare questa bevanda, ma il perfezionamento della tecnica di coltivazione e la diffusione della mela si deve agli arabi e a seguito della loro dominazione in Spagna si diffuse nelle Asturie arrivando poi ai baschi.

I baschi, popolo di navigatori diffusero il fermentato di mela nella zona della Senna e poi in Bretagna e Normandia. Ancora, ai nostri giorni, nei Paesi Baschi esiste una fortissima tradizione del sidro con ottimi produttori.

In Bretagna e Normandia, nell’ Alto Medioevo il sidro cominciò a diffondersi e farsi apprezzare.

Il “Succus pomis” era bevuto negli ostelli in caso di mancanza di vino o birra.

Intorno all’ anno mille, con Guglielmo il Conquistatore, il sidro arrivò in Inghilterra, e si diffuse soprattutto nel Sussex ed in Cornovaglia.

Oggi il maggior produttore e consumatore di sidro è la Gran Bretagna, dove il consumo di questa bevanda sta quasi eguagliando quello di birra. In Italia, oggi si consuma poco e soprattutto al nord dove la produzione di mele è abbondante.

Come si produce?

Il sidro deriva dalla fermentazione alcolica del succo delle mele.

Le mele migliori per la produzione di questa bevanda sono le mele da cucina, da dessert e da sidro: le mele da cucina conferiscono asprezza, le mele da dessert danno l’ aroma e la dolcezza e le mele da sidro servono per portare il profumo caratteristico e l’amaro dei tannini.

Quando vengono raccolte le mele sono portate in “cider mills” (mulini per il sidro) dove vengono ridotte in una poltiglia chiamata pomace e pressate. Per la spremitura tradizionale, per minimizzare i rischi di ossidazione, è consigliabile alternare strati di paglia e di cenere a quelli di pomace.

Dopo essere stato filtrato, il liquido ottenuto viene messo a fermentare in grandi tini a una temperatura tra i 4 ed i 16 gradi. Il sidro fermenta per 3 mesi anche se spesso è lasciato nei tini per un paio d’anni.

acquista online su fruttaweb.com

Commenti da Facebook

Post recenti
%MINIFYHTML2e52a70e5f8025f370046d445d0b2c5016%

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca