Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica)

Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica): in vendita su FruttaWeb.com
  • Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica): in vendita su FruttaWeb.com
  • Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica): in vendita su FruttaWeb.com
  • Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica): in vendita su FruttaWeb.com
  • Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica): in vendita su FruttaWeb.com

Funghi secchi Spugnole (Morchella Conica)

25 g
15,80 €
632,00 € al kg
Origine: France

I funghi secchi spugnole sono fondamentali per regolare il sistema muscolare, contrastare la cellulite, sistemare l’equilibrio acido-base, fortificare la pelle e i capelli. Combattono la ritenzione idrica e fungono da buoni integratori nelle diete vegetariane.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Funghi secchi spugnole: proprietà, caratteristiche e utilizzi in cucina

Prova i funghi pregiati di origine francese!

funghi secchi spugnole denominati in Italia anche morchelle sono molto apprezzati nella cucina francese dove vengono chiamati morilles e in quella spagnola conosciuti con il nome di murgoles. È un fungo a carne bianca con consistenza fragile e con un odore gradevole. Il suo nome sta ad indicare l’aspetto del suo cappello formato da una sorta di alveoli che le conferiscono appunto l’aspetto di una spugna.

Le principali specie sono la morchella esculenta e la morchella conica che si differenziano per morfologia e colore. Le prime sono tondeggianti e hanno un cappello di colore giallo mentre le seconde hanno una forma appunto conica e sono scure.

Questo fungo presenta una polpa dal profumo saporito e dal gusto delicato, ideale per preparare delle salse o delle ottime creme per il condimento della pasta.

Funghi secchi spugnole

Che aspetto hanno le spugnole?

La caratteristica di questi funghi è il loro cappello marrone-ocra caratterizzato da piccole cellette a forma di favo di un alveare. Il gambo è lungo e biancastro e si presenta come il cappello, cavo nella parte interna. La carne invece è fragile e morbida. Le spugnole fresche possono essere raccolte nei boschi nella stagione della primavera (da marzo – aprile fino a giugno). Si trovano anche nei prati, lungo gli argini dei fiumi e vicino a zone costiere con terreni sabbiosi e a volte spuntano ancor prima che tutta la neve sia scomparsa.

Come riconoscere la spugnola

  • Cappello: colore marrone-ocra
  • Gambo: lungo e biancastro, cavo internamente
  • Carne: fragile e morbida
  • Habitat: boschi, prati, argini dei fiumi, terreni sabbiosi
  • Periodo: primavera

Le spugnole secche sono disponibili tutto l'anno infatti attraverso l'essiccazione si conservano a lungo termine. Qualsiasi larva o insetto che potrebbe essere presente nei corpi fruttiferi solitamente decade durante il processo di essiccazione. Le spugnole secche possono poi essere ricostituite immergendole per 10-20 minuti in acqua tiepida o latte e il liquido in ammollo può essere filtrato e utilizzato in salse, zuppe o contorni.

Il fungo spugnola è velenoso?

Purtroppo le spugnole hanno un aspetto simile ad altri funghi velenosi, per cui bisogna stare molto attenti a distinguerle. In particolare non vanno confuse con il genere Gyromitra esculenta detto anche falsa spugnola che è velenoso e in alcuni casi addirittura mortale. Il suo cappello va dal rosso al marroncino e ricorda le circonvoluzioni del nostro cervello. Consigliamo pertanto di consultare un esperto in funghi se non si possiedono le adeguate conoscenze.

I funghi spugnole sono velenosi se mangiati crudi, dunque è necessario cuocerli a lungo prima di consumarli.

Proprietà e benefici della morchella

Questa tipologia di funghi secchi è nota per migliorare le condizioni cardiache grazie ai livelli di ramevitamina E e potassio. Numerosi studi hanno confermato che un consumo equilibrato e costante di spugnole migliora non solo la salute del cuore, ma può anche prevenire il rischio di tumori, in particolare alla prostata, per la presenza di selenio e niacina.

Le spugnole sono a basso contenuto di grassi e calorie, ma ad alto contenuto di vitamine e sostanze nutritive, caratteristica che li rende perfetti per le diete ipocaloriche dei soggetti vogliono perdere peso.

Questi funghi sono anche ricchi di antiossidanti, che sono in grado di rafforzare il sistema immunitario, aumentando le difese contro le malattie. Possono inoltre abbassare il livello di zuccheri nel sangue, svolgendo un ruolo attivo nel trattamento del diabete in modo naturale (è necessario comunque consultare un medico e seguire la terapia). 

Tutti questi nutrienti rendono i funghi secchi morchella un vero e proprio toccasana per l'organismo e un medicinale naturale!

Riassumiamo i benefici dei funghi secchi spugnole

  • Migliorano il sistema cardiovascolare
  • Effetto antitumorale
  • Perfetti per perdere peso
  • Abbassano il livello di zuccheri nel sangue
  • Aumentano le difese immunitarie

Valori nutrizionali e calorie

Valori Nutrizionali - per 100g

Valore
Quantità
Calorie
31
Grassi
0,6 g
Colesterolo
0 mg
Sodio
21 mg
Potassio
411 mg
Carboidrati
5 g
Fibra alimentare
2,8 g
Proteine
3,1 g
Vitamina D
216 IU
Magnesio
19 mg
Calcio
43 mg
Ferro
12,2 mg
Vitamina B6
0,1 mg
Vitamina B12
0 µg

I funghi secchi spugnole sono alimenti ricchi dal punto di vista nutrizionale perché contengono sali minerali, quali potassio e fosforo, magnesio, ferro e vitamina C. 100 grammi di funghi contengono infatti 3,1 g di proteine, 5 g di carboidrati, 0,6 di grassi e 31 kcal.

Deterge e ammorbidisce la pelle, il ferro previene le emoraggie ed è importante sia in gravidanza che nel periodo mestruale, è utile come integratore nelle diete vegetariane o vegane e per la salute dei capelli. La vitamina C invece è innanzitutto un antitumorale, ma contrasta anche i batteri, aumenta l’assorbimento del ferro, è un ottimo antirughe per la pelle e sostiene le ossa e i muscoli.  

Funghi spugnole

Come pulire le spugnole

Essiccate

Quando desiderate consumare le spugnole essiccate è necessario ammorbidirle per 3-6 ore in acqua. L'acqua può essere riutilizzata senza pericolo perché assorbe il sapore di spugnole, procedendo con la filtrazione per rimuovere eventuali residui di terra o sabbia. Poi bisogna strizzare per bene e lavare i funghi per eliminare ogni traccia di terriccio o sabbia. 

Fresche

Le spugnole fresche invece vanno pulite con molta precisione utilizzando un pennello piccolo perché gli alveoli del cappello tendono a riempirsi di terra e sporco.

Come cucinarle

Come abbiamo già accennato le spugnole sono molto apprezzate nella cucina provenzale e in genere in Francia. Vanno cotte per circa 40 minuti senza coperchio. Il liquido che rilasciano in cottura è molto aromatico. Per esaltarne il sapore si può aggiungere un po' di liquore, infatti l'alcool ne rafforza il gusto.

Inoltre questi funghi si possono cucinare ripienifritti o al forno riempiti con prezzemolo, aglio, pangrattato, pepe, sale, olio ed uova.

Che sapore hanno i funghi spugnole?

Il loro sapore è ricco, fumoso, terroso e fragrante. Nello specifico, hanno un retrogusto dolciastro che ricorda la cera d’api.

Caratteristiche da crudo

La specie Morchella contiene piccole quantità di idrazina, delle tossine che vengono distrutte attraverso la cottura. A causa di questo, le spugnole non devono essere mai consumate crude. Consigliamo di consumare una piccola quantità di questo fungo per ridurre al minimo qualsiasi reazione allergica. 

Caratteristiche da cotto

Le spugnole secche possono essere utilizzate in modo simile a quelle fresche in tutti i tipi di ricette. E devono essere sempre cotte prima del loro consumo. Sono ottime in salse con carne, pollame o pasta. Ma anche in risottifrittate, torte salate, stufati e con le patatine fritte. L’abbinamento migliore è con un buon vino rosso corposo e pieno come il barbera.

Ricette con funghi secchi spugnole

Risotto con le spugnole

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 tazza di spugnole secche
  • 1 noce di burro
  • ½ cipolla tritata
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 200 grammi di riso carnaroli
  • ¼ di latte
  • Brodo vegetale
  • Prezzemolo tritato finemente
  • Grana grattuggiato
  • Sale e pepe nero q.b.

Procedimento: Mettere i funghi a bagno in acqua calda per circa 2 ore. Filtrare l’acqua dei funghi e unirla al brodo vegetale precedentemente preparato. Rosolare la cipolla in un tegame con il burro, aggiungere il riso e tostare a fiamma alta per un minuto circa. Quando il brodo si è asciugato, unire il vino e farlo evaporare ed iniziare la cottura aggiungendo i funghi tritati e il brodo. Appena il riso è cotto, completare con il prezzemolo tritato, il latte e una bella grattuggiata di grana. Regolare di sale e guarnire con il pepe nero macinato.

Funghi spugnole riso

Tagliatelle con le spugnole

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 grammi di tagliatelle all’uovo fresche
  • 10 spugnole secche
  • ½ cipolla bianca
  • 2 cucchiai di prezzemolo finemente tritato
  • 1 cucchiaio di parmigiano reggiano
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale e pepe qb.

Procedimento: Far bollire l’acqua salata per le tagliatelle. Intanto lavare le spugnole con acqua calda per eliminare eventuali residui di terra. Togliere la parte finale più dura e dividere i funghi a metà o a quarti come desiderate. Soffriggere la cipolla con l’olio e versare i funghi a fuoco lento aggiungendo quando occorre un mestolo di acqua calda delle tagliatelle. Quando sono pronte, versare il sugo nelle tagliatelle, unendo il prezzemolo e il parmigiano reggiano. Servire caldo.

Morchelle fritte (ricetta turca)

Ingredienti

  • 15-20 Morchelle
  • 3 uova
  • Farina q.b.
  • 1 noce di burro
  • Sale e pepe
  • Ciuffi di prezzemolo
  • Spicchi di limone

Procedimento: Lavare le morchelle in acqua calda, tagliarle a metà e aspettare che si asciugano. Nel frattempo sbattere le uova in una ciotola e setacciare a parte la farina per evitare la formazione di grumi. Bagnare i funghi prima nell’uovo e poi nella farina. Procedere alla loro frittura, riscaldando in una padella antiaderente una noce di burro.  Una volta fritte, sistemarle su un vassoio con carta assorbente in modo da scolarle dall’olio. Per un effetto decorativo,  aggiungere ciuffetti di prezzemolo e spicchi di limone.Ricordiamo che le morchelle crude sono tossiche e quindi devono essere cotte per almeno 10 minuti fino al raggiungimento della loro croccantezza. Buon appetito!