Kiwi disidratato a fette

  • Prodotto al momento non disponibile
Kiwi disidratato: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Kiwi disidratato: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Kiwi disidratato: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Kiwi disidratato: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Kiwi disidratato: Acquista Online su FruttaWeb.com

Kiwi disidratato a fette

200 gr
5,72 €
7,15 €
-20%
28,60 € al kg
Origine: Thailandia
Prodotto al momento non disponibile

Di origine orientale, il kiwi è un frutto ricco di sali e vitamine anche nella sua versione disidratata. È ottimo da mangiare come snack o da utilizzare in cucina, nella fattispecie in preparazioni dolciarie come torte o ciambelle. Confezionato a mano.

Ingredienti: Kiwi, Zucchero, conservante E220, E102, E133. Acido citrico (regolatore di acidità). Contiene anidride solforosa. 

Scadenza 30/06

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Kiwi disidratato: proprietà e utilizzi in cucina

Il kiwi ha origini orientali, in particolare proviene dalla Cina, dove il clima è caratterizzato da inverni freddi ed estati calde ed umide. Intorno al 1900, si diffuse in Nuova Zelanda e in Europa; con il miglioramento delle tecniche agricole e grazie al clima favorevole, l’Italia è diventata il più grande produttore di kiwi su scala mondiale: infatti produce 300 tonnellate di kiwi ogni anno.

Questi frutti hanno un elevato contenuto di vitamina C, importante per le difese immunitarie e per eliminare i radicali liberi; contengono sali minerali e fibre (solubili e insolubili). Queste ultime riducono l’assorbimento del colesterolo da parte dell’intestino e facilitano in passaggio del cibo nel tratto gastrointestinale.

E’ consigliabile, per il mantenimento delle proprietà organolettiche e salutari, che i kiwi siano consumati freschi; tuttavia, in alcune stagioni dell’anno non sono disponibili e si possono trovare “disidratati”; i kiwi disidratati mantengono le proprietà benefiche di quelli freschi e possono essere acquistati online sul sito di e-commerce FruttaWeb.

Coltivazione e origine dei kiwi

I kiwi sono frutti della pianta Actinidia chinensis, originaria della valle del fiume cinese “Yang-tse”: infatti, in Cina, erano chiamati “yangtao”.

La pianta del kiwi è una pianta arborea perenne che può arrivare fino a 10 m di altezza. Predilige climi miti, in particolare sembra aver trovato un areale nelle zone mediterranee. Il terreno deve essere ben drenato, per evitare i ristagni. La pianta fa parte delle liane, poiché possiede un fusto lianoso da cui si dipartono tralci, lunghi anche diversi metri. I rami più vecchi hanno una colorazione tendente al grigio, mentre quelli più giovani sono ricoperti da una peluria rossiccia ed hanno una consistenza erbacea. Le foglie, a forma di cuore, sono verdi e appuntite.

Si tratta di piante dioiche, ovvero le infiorescenze maschili e femminili sono presenti su piante diverse. I fiori sbocciano tra i mesi di Maggio e Giugno; quelli maschili sono raggruppati e di piccole dimensioni, a differenza di quelli femminili, più grandi, che si trovano distanziati per permettere ai frutti di crescere. L’impollinazione avviene grazie agli insetti impollinatori, come le api. Il frutto è una bacca allungata di diverse dimensioni, a seconda del cultivar.

La raccolta viene effettuata tra la fine di Ottobre e i primi di Novembre; tuttavia, è consigliato raccogliere i kiwi prima della piena maturazione per aumentarne l’integrità e la conservazione.

I kiwi sembrano essere originari della Cina, in particolare nella valle del fiume Yang-tze; si hanno testimonianze di coltivazioni risalenti al 1200 a. C. , quando vi era la dinastia Ming. Successivamente, nel 1900, alcuni missionari portarono le piante di “uva spina cinese” in Nuova Zelanda, dove i frutti vennero denominati “kiwi”, in onore del kiwi, un piccolo uccello che divenne simbolo del popolo neozelandese. La pianta si diffuse anche in Cile e in Europa, specialmente in Italia, il quale è il principale produttore di questo frutto.

Generalmente, i kiwi vengono raccolti tra i mesi di Ottobre e Novembre, e data la loro  delicatezza, non si possono trovare in commercio in tutti i periodi dell’anno. Una valida alternativa può essere quella di consumare kiwi disidratati che possono essere acquistati online su Frutta Web. Si tratta di un e-commerce in cui si possono ordinare online prodotti ortofrutticoli freschi e innovativi che sono recapitati al proprio domicilio in modo rapido e veloce.

Kiwi disidratato, proprietà benefiche

I kiwi disidrati, come i kiwi freschi, possiedono notevoli proprietà benefiche. Contengono fibre solubili e insolubili che diminuiscono l’assorbimento del colesterolo “cattivo” (LDL), dannoso per la nostra salute, e favoriscono la motilità intestinale, riattivando gli intestini pigri. Le fibre inoltre sono importanti nelle diete, poiché, una volta ingerite, inducono un senso di sazietà.

I kiwi sono particolarmente ricchi di vitamina C, importante per l’attivazione del sistema immunitario e per l’eliminazione dei radicali liberi. Sono una fonte di sali minerali, come il Potassio che previene i disordini dell’apparato digerente e i crampi muscolari.

Alcuni studi hanno evidenziato che i kiwi aiutano a mantenere turgida la pelle, a migliorare la circolazione sanguigna e, se consumati a digiuno, fungono da lassativi.

Oltre ad essere utilizzati per queste proprietà, i kiwi trovano impiego anche nella cosmesi: infatti con la polpa vengono prodotte maschere per il viso leviganti e purificanti.

Kiwi disidratato, calorie

I kiwi disidratati, come anche altri frutti disidratati, sono un ottimo alimento per chi pratica sport, poiché costituiscono una fonte energetica che può essere facilmente assimilata. In 71 g di kiwi disidratati vi sono 35 calorie.

Anche se la quantità degli zuccheri è maggiore rispetto alla frutta fresca, la frutta disidratata è uno snack molto nutritivo, in quanto conserva sali minerali, fibre e vitamine, nonostante il processo di lavorazione.

Principali ricette con kiwi disidratato:

Chips di kiwi disidratato

Sbucciare i kiwi e tagliarli a fettine per poi posizionarle in una teglia ricoperta da carta da forno. Cuocere a 50-60 °C in forno per 4 ore. Lasciarle raffreddare e conservare in un contenitore ermetico. Le chips di kiwi  possono essere usate come snack salutari.

Utilizzo in piatti dolci

“Torta al cioccolato e kiwi disidratato” – Montare 2 uova e unire a 80 gr di latte e altrettanti di olio di semi. Unire 160 gr di farina 00 e 3 cucchiai di cacao amaro in polvere. Far rinvenire 40 gr di kiwi disidratati in acqua o rhum a piacere, lasciandoli in ammollo per circa mezzora, poi asciugarli leggermente e disporli sopra l’impasto che avrete versato in uno stampo. Cuocere in forno a 180° per 45 minuti.
“Ciambellone con kiwi disidratato” – Creare l’impasto con 450 gr farina, 100 gr fecola di patate, 150 gr zucchero, 70 ml olio di semi e 2 uova montate. Unire 1 bustina di lievito per dolci e pezzi di kiwi (fatto prima rinvenire in poca acqua). Versare in uno stampo da ciambella e cuocere a 180 °C per 50 minuti.