Alchechengi Disidratato (Physalis Peruviana)

Alchechengi Disidratato Acquista Online su fruttaweb.com
  • Alchechengi Disidratato Acquista Online su fruttaweb.com
  • Alchechengi Disidratato Acquista Online su fruttaweb.com
  • Alchechengi Disidratato Acquista Online su fruttaweb.com

Alchechengi Disidratato (Physalis Peruviana)

200 gr
27,80 €
39,72 €
-30%
139,00 € al kg
Origine: Colombia

Le bacche di Physalis peruviana, conosciuta anche come Alchechengi o Alkekengi sono originarie del Sud America, dove sono state raccolte per secoli dai peruviani all’ombra dei picchi innevati delle Ande, alle cui pendici questo genere di piante sembra prosperare anche grazie a un forte adattamento ai mutevoli climi tropicali.

Ingredienti: alchechengi. Confezionato a mano

Scadenza 30/06

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Bacche Inca secche: proprietà e benefici

Negli ultimi tempi il legame tra la cultura europea e il mondo che la circonda è andato intensificandosi in maniera significativa, e se prima essa aveva assunto nei confronti dello straniero e della culture non europee una posizione di superba superiorità e diffidenza, oggi invece le accoglie e celebra sempre più, finalmente consapevole della ricchezza derivabile dalla condivisione dell’esperienza e della conoscenza.

Non avete bisogno di esempi per verificare quanto vi stiamo raccontando; è sufficiente aprire la porta di casa e fare due passi per notare quanto siano mutate le fisionomie delle nostre città e il genere di prodotti che ognuna di esse offre. Che siano moderni supermercati o erboristerie sofisticate, oggi prodotti provenienti da ogni angolo del mondo sono facilmente reperibili, molti dei quali a prezzi più che ragionevoli, ognuno espressione della cultura di un popolo e ricco di applicazioni salutari. Basti pensare al noto gin-seng, alle bacche di goji o alle Bacche Inca, oggetto della nostra odierna trattazione.

Controindicazioni

Naturalmente, l’assunzione di prodotti cui non siamo avvezzi perché estranei alla nostra dieta, può comportare alcune controindicazioni. Questo accade perché sempre più spesso, affidandoci troppo velocemente alle mielose promesse delle pubblicità, ci lasciamo indurre all’acquisto di sostanze di cui conosciamo poco o nulla e dei cui effetti sul nostro organismo sappiamo ancora meno. Ammesso che si tratti anche di prodotti naturali, la cui assunzione è teoricamente consigliata, è sempre utile farne un uso responsabile e rispettarne la posologia, ove presente, o almeno cercare di tenere bene a mente, prima di consumarli, le proprie attitudini e le intolleranze alimentari.

Uno spiacevole inconveniente può derivare nel caso in cui l’assunzione di questo genere di alimento sia legata a una dieta dimagrante o, al contrario, energizzante. A secondo, infatti, del quantitativo di acqua immesso nell’organismo insieme alle bacche, si può facilmente incappare in un effetto lassativo che impoverirà la flora intestinale, eventualmente sviluppando forme di infiammazione, anche se non gravi. Dal lato opposto, essendo ricche di fibre, le Bacche Inca possono comportare stitichezza e infiammazione del colon. In entrambi i casi, è valido il consiglio di acquistare sempre prodotti garantiti e di ascoltare il parere degli operatori specializzati, o dell’erborista di fiducia. Nei casi più gravi, quasi mai verificati o ricondotti a questi prodotti, rivolgetevi subito al vostro medico curante.

Valori nutrizionali e calorie

Non vi sorprenderà sapere che le Bacche Inca sono considerate, insieme ad altri prodotti vegetali come ad esempio le bacche di goji, un “Superfood”, vale a dire, un prodotto ad altissimo contenuto nutritivo e salutare sotto molti punti di vista; le nostre bacche si sono guadagnate questo titolo a causa della presenza consistente di nutrienti e antiossidanti; per darvi un’idea, rispetto al goji, che è considerato un elisir di lunga vita, ne contengono persino di più, per non parlare delle fibre, in particolare delle pectine, straordinarie in quanto a mantenimento e benessere degli equilibri intestinali e capaci di “chelare”, cioè di controllare l’assorbimento di glicidi e lipidi. All’appello risponde anche il betacarotene, presente in grandi quantità, l’antiossidante per eccellenza, il quale, insieme ai carotenoidi presenti nell’uciuva, sviluppa potenti effetti antiinfiammatori. La presenza della melatonina ha indotto gli analisti a ritenere che queste bacche prevengano le malattie legate a forme di stress ossidativo, come ad esempio quelle neurodegenerative, sempre più presenti nei casi diagnosticati di invecchiamento precoce. Lungo è anche l’elenco dei minerali presenti nella Bacche Inca: troviamo il fosforo, il Ferro, e notevoli tracce di potassio.

Dal punto di vista dei valori nutrizionali, si registra un trend che oscilla in funzione del tipo di prodotto e della forma in cui le bacche si trovano in commercio. Non c’è da stupirsi, essendo tali tabelle direttamente legate alla concentrazione di prodotto venduto. Le bacche naturali, reperibili già essiccate, senza che siano state sottoposte a processi chimici o industriali, e quindi avendo conservato integra la propria consistenza nutritiva, hanno un potere energetico di 330 kcal per etto, circa il 60% di carboidrati, e una media che varia intorno al 15% di proteine e altrettante di fibre. Anche la vitamina C sembra abbondare in questo frutto, al pari se non in quantità superiore rispetto agli agrumi, da sempre considerati i maggiori apportatori di questa vitamina.

Dose giornaliera

E’ necessario aprire una parentesi, prima di trattare la cd.“posologia”, cioè il tema relativo ai quantitativi consigliati e assumibili senza incorrere in controindicazioni, e analizzare il tipo di prodotto che incontrerete, giusto per riconoscerlo senza difficoltà. Al momento dell’acquisto, la bacca deve presentare un colore arancione chiaro, spesso coperto dal fiore secco il cui nominativo è alchechengi.  Per preservare le qualità nutrizionali, questo prodotto viene consumato crudo e di rimando anche commerciato senza ricorrere a particolari trattamenti. Lo troverete esposto nel banco della frutta esotica o secca, rarissimo in polvere o fresco, e molti consigliano di comprarne varietà non edulcorate, cioè prive di additivi zuccherini e alterazioni chimiche.

In cucina molte ricette usano le bacche all’interno di preparati per dolci o torte, ma anche nello yogurt vanno bene. E’ uno spuntino naturale e anche il suo sapore è speciale: al palato si riscontra una dolcezza iniziale, stemperata poi da spunti acidi, agrodolci.

Veniamo ora ai quantitativi consigliati. La dose non dovrebbe superare i due cucchiai al giorno per gli adulti e altrettanti cucchiaini per i più piccoli. La scelta dovrebbe sempre ricadere su prodotti biologici selezionati, ben conservati, la cui qualità e provenienza siano certificati. Come accade per le bacche di goji o il gin-seng e altri prodotti estranei alla nostra cultura, non è tanto importante il quantitativo assunto, ma piuttosto che l’assorbimento di queste sostanze sia continuativo e mai intenso, legandolo a esigenze terapiche semplici piuttosto che a diete radicali del cui beneficio dubitano spesso gli stessi dietologi.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.6 /5

Basato su 5 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    2
  • 5
    3
Ordina recensioni per :

DILETTA MARIA S. pubblicato il 16/02/2019 in seguito ad un ordine del 06/02/2019

5/5

pratici e perfettamente chiusi nella confezione

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Aldo G. pubblicato il 12/02/2019 in seguito ad un ordine del 05/02/2019

4/5

La prima volta che le mangio, gradevoli.

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

ANNA A. pubblicato il 27/06/2017 in seguito ad un ordine del 16/06/2017

4/5

BUONO

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

MARIA ANNA B. pubblicato il 24/06/2016 in seguito ad un ordine del 15/06/2016

5/5

OTTIMO PRODOTTO

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Loriana P. pubblicato il 13/06/2016 in seguito ad un ordine del 16/05/2016

5/5

Buone

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×