Funghi Trompet de la Mort secchi (Trombette della morte): disponibile su FruttaWeb.com
  • Funghi Trompet de la Mort secchi (Trombette della morte): disponibile su FruttaWeb.com
  • Funghi Trompet de la Mort secchi (Trombette della morte): disponibile su FruttaWeb.com
  • Funghi Trompet de la Mort secchi (Trombette della morte): disponibile su FruttaWeb.com
  • Funghi Trompet de la Mort secchi (Trombette della morte): disponibile su FruttaWeb.com

Funghi Trompette de la Mort secchi (Craterellus Cornucopioides)

50 gr
8,98 €
179,60 € al kg
Origine: Francia

I funghi trombetta dei morti hanno questo nome perché escono intorno al 2 novembre, quando si commemorano i defunti. Si possono acquistare su questo sito e-commerce, dove troverete anche tutte le informazioni sulle loro proprietà.

Prodotto selezionato e spedito da noi
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Funghi trombetta dei morti: proprietà, ricette e conservazione

Non fermarti all'aspetto, prova il gusto prelibato e aromatizzato di questo fungo!

Il nome scientifico è Craterellus cornucopioides ma comunemente è noto come tromba nera o galletto nero. Questo fungo carnoso, ricorda una tromba ed ha un odore fruttato e tartufato, soprattutto quando viene essiccato. Ha un colore scuro, generalmente grigio, nero o marrone e quasi mai si trova in natura più grande di 10 cm.

Di solito si trovano in gruppo e non singolarmente, in terreni piuttosto umidi in foreste e boschi, in Europa, Corea, Giappone e Nordamerica. Nel nostro paese si possono reperire in Appennino e nella zona delle Alpi, ovviamente a bassa quota. I funghi trombetta dei morti possono crescere anche in fossati, nei boschi oppure lungo corsi d’acqua di piccole dimensioni.

Funghi trompette de la mort secchi

Trombetta dei morti, come riconoscerla

I funghi trombetta dei morti sono funghi basidiomicete parente stretto del Canterello e dei Finferli. Crescono nei boschi e nelle foreste di latioglie, principalmente sui faggi. 

Questi funghi non sono facili da riconoscere. Sono di piccole dimensioni e molto scuri. Sono unici per i colori in cui si possono trovare. La superficie esterna, detta imenio, è liscia e col tempo diventa rugosa. Quando vengono raccolti diventano molli, da non confondersi con i funghi in decomposizione, che sono tutti neri.

Scheda caratteristiche principali

  • Colore: scuro, tendente al grigio/nero
  • Cappello: sottile e nerastro (2-8 cm)
  • Forma: tromba
  • Superficie: liscia, col tempo rugosa
  • Dimensione: piuttosto piccola, non supera gli 8 cm
  • Habitat: foreste di latifoglie e boschi
  • Clima: umido
  • Periodo: autunno, intorno al 2 novembre
  • Sapore: aromatico, ricorda il tartufo

Funghi trombetta dei morti: benefici e proprietà

I funghi trombetta dei morti dispongono di notevoli effetti benefici per il nostro organismo: eliminano il grasso in esubero quando si fa sport e fanno perdere peso, così come l’ansia. Sono dunque un alimento perfetto da inserire nelle diete ipocaloriche per perdere i kg di troppo.

Il Craterellus Cornucopioides secondo alcuni studi scientifici sulla sua composizione è una fonte altamente assimilabile di vitamina B12. Una dieta vegetariana a base di questi funghi svolge un ruolo attivo sulla prevenzione di problemi cardiovascolari. Inoltre abbassa il livello di glucosio nel sangue, mantenendo un livello equilibrato dei valori.

Riassumiamo i benefici dei Trompette de la Mort

  • Eliminano il grasso in eccesso
  • Ideali in diete ipocaloriche e vegetariane
  • Ricchi di vitamina B12
  • Prevengono malattie cardiovascolari
  • Ruolo attivo contro il diabete

Funghi trombette dei morti

Funghi trombetta dei morti: come essiccarli e conservarli

Essiccando i funghi potete avere una scorta per molto tempo!

  • Essiccarli al sole: Tagliuzzare verticalmente i funghi trombetta dei morti. Porli su un mobile di legno senza sovrapporli. Meglio se esposti al sole, non forte. Rigirare i funghi trombetta dei morti. La notte, per non cedere all’umidità, ritirateli all’interno. Essiccati, poneteli in sacchetti per cibi, senza far uscire l’aria e sigillandoli bene.
  • Essiccarli in forno: È possibile usare il forno. La temperatura dev’essere di 45°, con forno ventilato. Non chiudere del tutto il forno, così l’umidità può fuoriuscire. Mettere i funghi su una carta da forno.
  • Conservazione: I funghi trombetta dei morti si possono anche conservare in freezer, se cotti.

Come pulire i funghi Trompette de la Mort

  • FRESCHI: Per pulire questo tipo di funghi è necessario tagliare il fungo lungo tutta la sua lunghezza per verificare se sono presenti dei corpi estranei come insetti e altri organismi. Eliminare così ogni impurità. Passare un fungo alla volta sotto l'acqua corrente poi si può procedere con la cottura desiderata.
  • SECCHI: Procedere in questo caso con la reidratazione dei funghi trombetta, così come per tutti gli altri funghi secchi. Si possono poi grattugiarli direttamente su pasta e carne, ma si possono anche macinarli creando una deliziosa polvere.

Ricette facili e veloci con Funghi trombetta

Sapevi che questi funghi sono un valido sostituto del tartufo?

I funghi Trompette de la Mort secchi hanno una carne elastica e sottile, un profumo fruttato e un sapore piacevole e dolciastro. Sono eccellenti in cucina come ingredienti principali in primi di pasta fresca o nei risotti. Con le trombette essiccate si può anche creare una prelibata polvere di funghi che viene utilizzata come prelibato condimento.

La trombetta dei morti non ha certo un bel aspetto, ma in compenso ha un aroma raffinato che ricorda il tartufo e un sapore fruttato. Una volta essiccato è ancora più nutriente e saporito. Possiamo dunque affermare che sia un valido sostituto del più noto tartufo. Riportiamo qui una serie di ricette facili e gustose a base di questo fungo!

Funghi trombette dei morti polvere

Risotto con trombette di morto

Ingredienti:

  • Riso carnaroli
  • Scalogno
  • Olio
  • Burro

Procedimento: Tagliare lo scalogno e far sì che appassisca con olio e burro. Nel frattempo pulire e poi scaldare i funghi trombetta dei morti in una padella. Scolarli e porli insieme allo scalogno in una casseruola. Aggiungere il riso, mescolando di continuo aggiungendo il brodo vegetale bollente di volta in volta. Insaporire con pepe e sale. Prima di servire in tavola mantecare il tutto con olio e burro, prezzemolo e del grana grattugiato e da ultimo coprire con un coperchio per un paio di minuti.

Trombette dei morti con orecchiette

Ingredienti:

  • Funghi trombetta
  • Cipolla
  • Olio extra vergine

Procedimento: Si lavano i funghi trombetta dei morti sotto l’acqua, si toglie la parte finale dei gambi e si pulisce dalla terra, se presente. Si asciugano e si mettono su un canovaccio. Preparare l’acqua per la pasta. Tagliare la cipolla e farla soffriggere con olio extra vergine, fino a farla diventare trasparente. Aggiungere i funghi tagliati e farli cuocere a fuoco basso. Buttare la pasta in acqua bollente, salarla e raggiungere una cottura al dente. Scolare la pasta e aggiungerla in padella, così da creare un unicum col condimento dei funghi.

Trombette dei morti fritte

Procedimento: Tra le ricette più conosciute con questi funghi ci sono le trombette dei morti fritte, tradizione di Urbino. Basta lavare i funghi, asciugarli e bagnarli con birra. Impanarli con la farina e poi friggerli in olio bollente.

Sugo con trombette dei morti

Ingredienti:

  • Funghi trombetta
  • Olio
  • Pepe
  • Sale

Procedimento: Tenere solo il cappello dei funghi e pulirli in modo accurato. Scolare l’acqua che rilasciano, una volta messi in padella. Da asciutti, arricchire con olio, aglio, pepe, sale e metà dado. Cuocere i funghi, per 30 minuti circa. Quando si sono raffreddati sminuzzarli e poi metterli all’interno di un vasetto. Ricopriteli con olio e metterli in frigo per un mese.

Vellutata con castagne, pitina e trombette dei morti

Ingredienti:

  • Scalogno
  • Burro
  • Castagne
  • Sale q.b
  • Pepe q.b

Procedimento: Questa è una delle ricette preferite dagli amanti dei funghi. Preparare la vellutata facendo rosolare lo scalogno tritato nel burro. Unire la pitina a pezzi e aggiungere acqua calda. Mettere la pitina e lo scalogno in una casseruola con polpa di castagne. Aggiungere acqua bollente, sale e pepe e frullare il tutto. Per i funghi trombetta dei morti si possono preparare delle polpette: lasciare in ammollo il Pan di Sorc nel latte. Strizzatelo e unitelo alla ricotta, aggiungere sale e pepe. Mettere il tutto in frigorifero. Far sì che i funghi vengano ridotti in polvere. Passare i funghi nella farina e fare delle palline, rigirarle nell’albume e, passare le palline nella loro polvere e friggerle. Scolateli. Scaldate la vellutata con acqua se vedete che è diventata densa. Decorare con panna fresca e le polpette.

Gnocchi di zucca con trombette da morto

Ingredienti:

  • Zucca
  • Patate
  • Farina
  • Sale
  • Olio
  • Pepe
  • Aglio
  • Salvia

Procedimento: Lavare le patate e la zucca. Metterle in due pentole piene d’acqua. Dopo 40 minute scolarle. Sbucciate le patate, schiacciatele e ponetele in una ciotola. La polpa di zucca, cremosa, va aggiunta alla ciotola, insieme a uovo, farina, sale e pepe. Ottenere un impasto omogeneo. Far riposare per 30 minuti. Preparare i funghi: mettere in padella scalogno, olio, aglio, salvia e unire i funghi. Salare il tutto, aggiungendo del pepe e cuocere a fiamma bassa. Spegnere quando pronto e far bollire l’acqua per gli gnocchi. Quando pronti, aggiungerli in padella coi funghi.

Risotto con trombette da morto e gamberoni

Ingredienti:

  • Gamberoni
  • Funghi trombetta
  • Aglio
  • Olio

Procedimento: Questa è una delle ricette che conquisterà tutti i palati col suo gusto particolarissimo e buonissimo! Pulire i gamberoni, togliendoli dal guscio e lavarli. Tagliarli poi a pezzi piccoli. Pulire anche i funghi trombetta dei morti e tagliarli a metà. Far soffriggere olio e aglio in una padella. A parte preparare il risotto, facendo un soffritto di cipolla e olio e aggiungere il riso man mano e verso metà cottura versare in padella anche i funghi e quasi alla fine i gamberoni. Pepe, burro, sale e parmigiano servono per mantecare il tutto.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.5 /5

Basato su 2 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    1
  • 5
    1
Ordina recensioni per :

Ennio O. pubblicato il 17/10/2016 in seguito ad un ordine del 04/10/2016

5/5

Ottimo !

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Giampaolo S. pubblicato il 18/03/2016 in seguito ad un ordine del 21/02/2016

4/5

Perfettamente pulite e pronte da cucinare.

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×