Longan

  • Prodotto al momento non disponibile
Longan: acquista online su FruttaWeb.com
  • Longan: acquista online su FruttaWeb.com
  • Longan: acquista online su FruttaWeb.com
  • Longan: acquista online su FruttaWeb.com
  • Longan: acquista online su FruttaWeb.com

Longan

500 gr 9,96 € al kg
Origine: Thailandia
Prodotto al momento non disponibile

Direttamente imparentato con il litchi e il rambutan, il longan ha davvero inestimabili proprietà che fanno bene alla nostra salute ed anche un gusto particolare e poco noto ma assolutamente da provare e sperimentare con tutta la creatività possibile. Nel Sud-Est Asiatico è usato per zuppesnackdessert e cibi a base di salse agrodolci, o freschi o essiccati.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Longan: proprietà, benefici, ricette

Avrete fatto caso, ci scommettiamo, alla nuova onda “verde” che ci ha contagiato negli ultimi anni. Iniziali trend commerciali, che poi hanno preso piede, fino a coprire una fetta di mercato molto importante e addirittura creandone una nuova.

Il mondo dei vegan/vegetariani è in fase di ampliamento e l’Italia, alla stregua di altri paesi europei, si è messa in coda per accogliere la nuova tendenza, tutt'altro che occasionale. Non si contano, infatti, i nuovi negozi “totally green” così come non si può negare la crescita del settore erboristico e degli studi dedicati all'alimentazione.

Il longan, l’”occhio di drago” conosciuto dai botanici come Dimocarpus longan, è un frutto asiatico imparentato con il litchi e il rambutan, varietà orientali appartenenti alla famiglia delle Sapindaceae.

Lo riconoscete, perché si raccoglie in grappoli di bacche dalla forma rotonda e una scorza liscia di colore marrone chiaro.

Proprietà e benefici

Questo frutto, nel nostro mercato poco distribuito e consumato, è particolarmente salutare per il sistema cardiocircolatorio, in particolare per la fluidità del sangue, ma rappresenta anche una risorsa antibatterica e antivirale significativa. Il longan, grazie alle sue fibre, è un frutto molto valido per regolare l’attività intestinale, e il suo consumo non apporta un carico di grassi degno di nota, anzi.

A cosa fa bene il longan?

Studi recenti lo mettono ai primi posti come capacità antiossidanti e rigenerative, tanto che sembrerebbe un valido strumento per la prevenzione di formazioni cancerogene.

In Cina il longan è sfruttato come rilassante e calmante, avendo proprietà che incidono sul sistema nervoso, ma anche, in generale, come antiinfiammatorio e antimicotico. Della sua assunzione si avvantaggiano anche la milza e il fegato.

Origine e coltivazione

Il longan, alla stessa maniera dei cugini più noti, è originario delle regioni subtropicali, caratterizzati da estati umide e inverni secchi. Si tratta di una pianta molto sensibile alle escursioni termiche e assolutamente incapace alla sopravvivenza quando la temperatura scende sotto lo zero. Non è un albero particolarmente difficile dal punto di vista della coltivazione, purché sia piantato in un terreno fertile, adeguatamente fertilizzato -preferisce composti a bassa concentrazione acida- e periodicamente irrigato in maniera abbondante.

Nel caso di una piantagione, gli alberelli non devono crescere a distanze inferiori l’uno dall'altro di 5-6 metri a causa della forte capacità assorbente dei nutrienti del terreno. La fioritura e la fruttificazione sembrano altalenanti, tanto che non sempre il raccolto riesce soddisfacente.       

Valori nutrizionali e calorie

Il longan non ha un particolare contenuto calorico, solo 60 kcal per ogni 100 grammi e presenta bassissime percentuali di grassi e colesterolo, mentre maggiori sono le quantità di sali minerali, in particolare il potassio, m anche le fibre e le proteine. Il frutto del longan è particolarmente ricco di vitamina C e oligoelementi tra i quali, come abbiamo accennato, troviamo il potassio, ma anche il  magnesio, il fosforo e il rame. Insomma, un magazzino di risorse utili e necessarie che spiega il successo di questa pianta e il suo largo consumo nelle regioni asiatiche.

Questo frutto presenta solo una piccola controindicazione: i semi di longan, infatti, sono pieni di saponina, una sostanza tossica se ingerita in grandi quantità, che viene sfruttata come sapone per lavare i vestiti. Meglio evitarne l'ingerimento.

Che sapore ha il longan?

Il Longan, a differenza del litchi, è meno piacevole al palato, sebbene mantenga una generale dolcezza che lo accomunerebbe con il sapore dell’uva. Gli orientali lo trovano gustosissimo e ne consumano in grosse quantità e in modi diversi. Ha indubbiamente un sapore che non abbiamo mai provato, in alcuni momenti quasi agrodolce, e con il quale non abbiamo molta familiarità, ma nel complesso non si può dire che sia cattivo, anzi. A molti piace proprio per la sua particolarità e il profumo che ricorda molto quello dei datteri.

Come si mangia il longan?

Consigli utili innanzitutto al momento dell'acquisto. Prova della bontà di questi frutti, vale anche per il litchi, è la consistenza della buccia. Una buccia troppo morbida è indicatore di eccessiva maturità per cui sarebbe meglio evitare. Nella sua complessità le bacche non devono presentare crepe, macchie o elementi tali da far desumere che il frutto non sia stato conservato bene, così la polpa deve rimanere bella succosa e trasparente.

I longan possono essere essiccati e in virtù di questa preparazione offerti come canditi o disciolti nel tè. Esistono aziende specializzate nel trattamento di questi frutti, da cui si preparano liquori e bevande, ma anche gelati. Se poi siete in Cina o in Thailandia, provateli in qualche zuppa o salsa agrodolce. Sembrano davvero eccezionali.

Le ricette

Cucinare un frutto esotico non è mai semplice, a meno che non lo si conosca bene e non si abbia appreso direttamente dall'esperienza di qualcuno che lo consuma regolarmente. Tuttavia, non ci siamo tirati indietro e abbiamo pensato di suggerirvi una ricetta fresca e gustosa per un dolce che sa di casa.

Gli Ingredienti di cui avrete bisogno sono:

  • 240 gr di longan sciroppati (li trovate in lattina)
  • 120 ml di sciroppo di longan
  • 250 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 1 bustina di lievito
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 250 gr di ricotta
  • quattro uova
  • aroma di vaniglia e zucchero a velo q.b.

Preparazione:

Preriscaldate il vostro forno a 170 gradi.

I longan sciroppati devono essere scolati dal liquido in cui sono contenuti, conservando lo sciroppo e asciugando i longan. Montate le uova con lo zucchero e l'aroma di vaniglia, dopodiché dovrete unirvi la ricotta, la buccia di limone grattugiata e continuare a manipolare il composto in modo che non presenti grumi. A questo punto aggiungete farina e lievito dopo averli setacciati, facendo attenzione ad alternare l'aggiunta della farina con quella dello sciroppo che avete conservato.
L'impasto va sistemato in una tortiera capiente e su questo posizionerete i vostri longan in modo che la parte concava rimanga a contatto con l'impasto. Infilate la torta nel forno e lasciate che cuocia per un’ra.

Nota: Se notate che la superficie della torta scurisce troppo, dopo una trentina di minuti proteggetela coprendola con un foglio di alluminio. Verificate la cottura con uno stuzzicadenti. Dopodiché, spolverate con zucchero a velo e servite.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

5 /5

Basato su 1 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    0
  • 5
    1
Ordina recensioni per :

Gianmatteo B. pubblicato il 17/07/2017 in seguito ad un ordine del 04/07/2017

5/5

Frutto dolcissimo e molto rinfrescante. Da consigliare!

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×