Scopri come garantiamo la freschezza dei tuoi prodotti con il nostro nuovo servizio premium di consegna con corriere refrigerato
Nuovi prodotti
  • Olive Fresche Intosso di Casoli
    Olive Fresche Intosso...

    Olive fresche della pregiata varietà Intosso, Presidio Slow Food,...

    29,90 €
  • Zucca Moscata di Provenza Biologica Almaverde Bio
    Zucca Moscata di...

    La Zucca Moscata di Provenza è una zucca di origini francesi 100%...

    27,97 €
  • Cassetta di Frutta Esotica
    Cassetta di Frutta...

    Questa cassetta contiene una selezione imperdibile con la migliore...

    29,90 €
  • Cassetta di Peperoncini Freschi Misti
    Cassetta di...

    Una confezione di peperoncini freschi misti coltivati in Italia. 300g di...

    19,90 €

Offerta Speciale

Frutti con la E 

C'è 1 prodotto.

Frutti con la E

I frutti che vi proponiamo oggi noi di FruttaWeb si differenziano tra di loro per colore e forma, ma sono accomunati dall’apporto di benefici all’individuo.

Esperidio

E’ carnoso, paragonabile ad una bacca e si presenta in tre strati: il colorato e ghiandoloso epicarpo; la pellicola bianca e spugnosa che riveste l’interno della...

Frutti con la E

I frutti che vi proponiamo oggi noi di FruttaWeb si differenziano tra di loro per colore e forma, ma sono accomunati dall’apporto di benefici all’individuo.

Esperidio

E’ carnoso, paragonabile ad una bacca e si presenta in tre strati: il colorato e ghiandoloso epicarpo; la pellicola bianca e spugnosa che riveste l’interno della buccia, denominato mesocarpo;
il membranoso strato che ricopre le ghiandole formando gli spicchi, endocarpo.

Il nome del frutto compare nella mitologia greca: il giardino delle Esperidi era un luogo fantastico ed incantato dove giovani fanciulle, figlie di Zeus, custodivano insieme al drago Ladone i magici alberi dai frutti d'oro, preziosi per la dea Hera. Questi frutti erano agrumi e in ricordo dell'antica leggenda esperidio è il termine botanico che ne descrive il frutto.

Il suo profumo appena raccolto è altamente inebriante, non di meno il primo strato da cui proviene l’odore viene utilizzato per la produzione di oli essenziali. Molto spesso l’epicarpo viene scartato, ma può essere anche essiccato e consumato candito, come avviene spesso per le ricette meridionali.

Vi consigliamo di non consumare il mesocarpo, si distingue per il suo forte sapore amarognolo e quindi il vostro palato non verrebbe appagato. Se invece siete tentati dal provarla sicuramente ritornerete bambini, con una tipica espressione di quando vi davano da mangiare qualcosa che non volevate!

Suddiviso in spicchi, l’endocarpo che sia arancio o rosso raccoglie in sé una gran quantità di succo che con i suoi zuccheri e acidi può arrivare al 50% del peso del frutto. Il liquido contiene inoltre vitamina C, questo nel ‘700 grazie a ricerche mediche portò alla guarigione di marinai che, impegnati nei lunghi viaggi transoceanici, avevano bisogno di specifiche cure per arrossamenti cutanei, gengiviti e perdita di tono muscolare. Inoltre, se necessitate di qualcosa che reidrati e sia anche antiossidante avete trovato il frutto giusto.

Proponiamo anche di prepararvi un olio essenziale fai da te, da utilizzare come colonia naturale e dall’odore fresco per il periodo estivo. Il procedimento è molto semplice, dopo aver spremuto la buccia del frutto a freddo, versatelo in una boccettina. L’olio si adatta anche ad altri usi, ossia potete metterlo in un vaporizzatore per ambienti se sentite il bisogno di dare alla casa un profumo diverso, oltre a creare un’atmosfera rilassante. Con delle gocce di esperidio potete anche curare le infezioni della bocca ed eliminare la pelle grassa del viso. In questo caso unite 5 gocce d’olio ad 1 cucchiaino di yogurt e ponetelo in viso per circa 20 minuti.

Eucalipto

Nasce da un albero sempreverde originario dell’Australia, sotto forma di capsula che si apre a maturazione completa. Questa si presenta con consistenza legnosa, dura e ricoperta di cera. All’interno invece nasconde tanti semi piccoli e ha un odore inconfondibile. Il sapore invece si appresta a dare sensazioni gustative amare.

Il suo appellativo in greco significa ben nascosto, in riferimento ai fiori in boccio, coperti dal lembo del calice. In Italia fu introdotto nel 1870 dai Padri Trappisti e si diffuse soprattutto nelle zone malariche e acquitrinose della Maremma e delle regioni meridionali. Veniva impiegato soprattutto per risanare gli ambienti dominati dalle zanzare che per effetto del suo odore forte si allontanavano.

Può essere considerato magico l’albero da dove cresce il frutto poiché esso ha capacità di autorigenerazione impressionante: all’interno del suo tronco risiedono delle gemme epicormiche. Nel caso in cui avvenisse un incendio esse rimangono ben protette dallo strato della corteccia. E spento il fuoco, pochi giorni dopo è già possibile vedere le gemme che germogliano e che con una velocità impressionante le nuove foglie iniziano a spuntare non solo dai rami, ma anche direttamente dal tronco. Dunque è strabiliante concepire tale disegno di crescita: in poche settimane, l’albero è nuovamente ricoperto di nuove foglioline.

I suoi frutti invece dalla resistente buccia proteggono i semi interni e quando cadono dagli alberi venendo ricoperti dal terreno, possono restare lì sotto per un lungo periodo. E solo grazie alla reazione provocata dal calore del fuoco essi finalmente si aprono, depositando nel terreno i loro pregiati semi. Avviano anche un’azione fertilizzante grazie al rilascio di sostanze nutritive, come il potassio.

Le foglie della pianta sono state impiegate fin dal 19 secolo in Europa per l’estrazione dell’olio essenziale che contengono. Queste colme di terpeni, aldeidi, polifenoli, flavonoidi e tannini svolgono un'azione balsamica e fluidificante delle secrezioni catarrali delle vie respiratorie. L’eucalipto attiva, inoltre, un'azione antibatterica e antisettica molto efficace per le affezioni delle vie urogenitali in caso di cistite, leucorrea e candidosi, per le quali è consigliato anche in virtù dell'azione deodorante.

E’ utile sapere soprattutto per il contesto femminile che esso viene impiegato in ambito cosmetico non solo per cicatrizzare lesioni, ma anche per restituire lucentezza alla pelle.

L’eucalipto non disdegna ausili benefici per nessuno: per gli sportivi e chi fa un allenamento intenso il suo olio poggiato sui muscoli, permette di rilassarsi e migliorare il flusso sanguigno. Per i periodi torridi difende dalle debolezze fisiche e si propone infatti come rimedio per tosse, decongestione e sinusite. Per chi ama la giovinezza e l’appariscenza, vizia con le sue proprietà.

Nel contesto alimentare le foglie possono essere impiegate per preparare un liquore all’eucalipto, in quanto permette la digestione a fine pasto. Le foglie fresche devono essere lavate, asciugate e poi messe insieme all'alcool in un vasetto per trenta giorni. Passato tale periodo bisogna preparare sciroppo di acqua e zucchero facendoli bollire. Raffreddato il liquido bisogna aggiungere l'alcool, filtrare il liquido con un colino in una bottiglia di vetro e conservarlo in freezer. Ora potete godervelo.

I due frutti si articolano per composizione in maniera bizzarra, si esprimono in sapori e in odori inusuali ed inebriano l’atmosfera dei passanti di una piazza anonima. Immaginate una calda sera d’estate, le strade brulicano di persone, un profumo forte ma allo stesso tempo suggestivo cattura il vostro olfatto. Siete tentati a scoprirlo, perché un episodio del genere non vi capita spesso ed essendo accaduto volete averne di più. Dunque non vi resta che scegliere uno dei due o entrambi i frutti ed inserirli nel vostro cesto dai regali benefici e goderli a pieno in ogni momento.

Continua a Leggere
Visualizza 1 - 1 di 1 articolo
  • La mela Evelina è una varietà di Melinda, proviene direttamente dalla val di Non, è gustosissima, sana, ricca di fruttosio e vitamine. E' un'ottima merenda che porta svariati benefici al nostro organismo. Scorri la pagina per scoprire di più su questo prodotto.

Visualizza 1 - 1 di 1 articolo

Cosa pensano di noi i nostri clienti