Il Più vasto assortimento Bio Online!

Coriandolo Semi-Disidratato Elody

35 g

Italia

Il coriandolo è molto popolare nella tradizione culinaria di India e Cina. Oggi è protagonista indiscusso della cucina internazionale. Il Coriandolo Semi-Fresco è un prodotto rivoluzionario: assapora l'aroma del coriandolo fresco in qualsiasi momento dell'anno. L'alta umidità presente nel prodotto, permette di preservarne inalterato il gusto!

Non contiene conservanti e coloranti 

Prodotto al momento non disponibile

4.8 / 5 - 6 recensioni

Coriandolo semi-disidrato Elody: una rivoluzione in cucina

Il coriandolo è una pianta aromatica originaria, con ogni probabilità, del Medio Oriente. Essa si è diffusa già dall’antichità, sia nell’Estremo Oriente che nel Bacino del Mediterraneo. Tuttavia, mentre in Europa è rimasta a lungo una pianta dalla popolarità limitata (con la parziale eccezione di Antico Egitto e Roma pre-imperiale), in Asia è divenuta una delle materie prime principali di alcune delle più importanti tradizioni culinarie del continente. In particolare, sono state le cucine indiana e cinese - più parallelamente, anche quelle thailandese e coreana - a fare del gusto e dell’aroma del coriandolo due dei loro tratti distintivi più peculiari. Oggi, il coriandolo è uno dei principali ingredienti aromatici della cucina internazionale.

Questo prodotto è realizzato con tecniche innovative ed esclusive che regalano alle erbe tutti i vantaggi del coriandolo fresco. Questa viene raccolta esclusivamente a mano e semi disidratate senza l'aggiunta di coloranti e conservanti. Il Coriandolo Semi-Fresco Elody mantiene intatte le caratteristiche del prodotto fresco grazie all'alta umidità residua che ne preserva l'aroma e il sapore per tutto l'anno.  

Coriandolo semi disidratato: proprietà, caratteristiche e ricette

Il coriandolo è una pianta aromatica originaria, con ogni probabilità, del Medio Oriente. Essa si è diffusa già dall’antichità, sia nell’Estremo Oriente che nel Bacino del Mediterraneo. Tuttavia, mentre in Europa è rimasta a lungo una pianta dalla popolarità limitata (con la parziale eccezione di Antico Egitto e Roma pre-imperiale), in Asia è divenuta una delle materie prime principali di alcune delle più importanti tradizioni culinarie del continente. In particolare, sono state le cucine indiana e cinese - più parallelamente, anche quelle thailandese e coreana - a fare del gusto e dell’aroma del coriandolo due dei loro tratti distintivi più peculiari. Oggi, il coriandolo è uno dei principali ingredienti aromatici della cucina internazionale. Della pianta, si consumano soprattutto i semi, i frutti e le foglie; gli ultimi due, se disidratati - in parte o del tutto - conservano a lungo (fino a otto-dieci mesi) le loro proprietà organolettiche, aumentandone la concentrazione (proprio a causa della minore presenza di acqua).

Coriandolo: proprietà e caratteristiche

Il coriandolo è un potente carminativo, e al tempo stesso un efficace antispasmodico e stomachico: detto in altri termini, funziona egregiamente nei trattamenti contro indigestioni, aerofagia, coliti, gonfiore addominale, stipsi. Inoltre ha un effetto stimolante sul sistema nervoso e rilassante per i muscoli: può essere un coadiuvante in cure ricostituenti - grazie anche a una forte presenza di ferro - e, sotto forma di infusi, rivela una forte azione di contrasto nei confronti di disturbi come la sindrome da stanchezza perenne o di difficoltà nella regolazione del ritmo sonno-veglia. Infine, il coriandolo è anche un ottimo antibatterico, quindi può apportare notevoli benefici in chi è affetto da dissenteria.

Controindicazioni del coriandolo

Sembrerebbe che un consumo smodato di coriandolo possa recare danni al sistema nervoso. Tuttavia, va sottolineato che, perché liberi tali potenzialità nocive, il coriandolo dovrebbe essere consumato in dosi letteralmente improponibili - diverse centinaia di grammi al giorno - per molti giorni di seguito. I medici, comunque, raccomandano di astenersi dal consumarne - anche nelle dosi consentite - alle donne incinte o in fase di allattamento.

Valori nutrizionali del coriandolo

Un quantitativo di coriandolo semi-disidratato pari a 100 grammi contiene soprattutto carboidrati (oltre il 52 per cento) e proteine (quasi il 22 per cento). Buono l’apporto di fibre (10,4 per cento), discreto quello di zuccheri (circa il 7 per cento). Tra gli oligoelementi, spiccano le ragguardevoli concentrazioni di calcio, potassio, ferro, fosforo, magnesio, zinco, selenio, e di vitamine A, B1, B2, B3, B6, B9, B12,  C, E, K e J. Il tutto per un apporto calorico pari a 279 calorie.

Coltivazione del coriandolo

Il coriandolo può essere piantato a terra, ma sopporta tranquillamente anche una coltivazione in vaso, in virtù delle piccole dimensioni degli arbusti. Generalmente, preferisce terreni porosi, con un buon drenaggio, capaci di rimanere umidi senza creare ristagni. È molto indicato per una concimazione a compost, quindi si presta ottimamente a nutrirsi di molti degli avanzi delle cucine. Le varietà da foglia richiedono temperature miti, mentre quelle da seme si adattano bene anche a climi più freddi: in entrambi i casi, però, le piante necessitano di una costante esposizione al sole, il che rende sconsigliabile la coltivazione in appartamenti. Il periodo più indicato per la semina è da aprile a giugno: le prime foglie edibili dovrebbero giungere a maturazione entro le prime tre settimane.

Coriandolo e prezzemolo: differenze

Spesso si tende a confondere il coriandolo con il prezzemolo, soprattutto a causa della forma simile: non a caso, il coriandolo è conosciuto anche come prezzemolo cinese. In realtà, a livello organolettico, esistono notevoli differenze tra le due piante. Rispetto al prezzemolo, infatti, il coriandolo ha un aroma più pungente. Inoltre, il sapore del coriandolo è molto più persistente, e richiede molta parsimonia nelle ricette.

Che aspetto ha il coriandolo

In effetti, il coriandolo si presenta in tutto e per tutto simile al prezzemolo, in particolare il fogliame. Anche gli arbusti, sottili e affusolati, sono simili. I fiori del coriandolo, raggruppati in infiorescenze a ombrello, sono di colore bianco. Il frutti sono dei diacheni - ovvero hanno un guscio duro e contengono due semi - di colore giallo intenso e forma tondeggiante.

Che sapore ha il Coriandolo

Alcuni definiscono il sapore del coriandolo come “metallico”: in effetti, la sua caratteristica organolettica più persistente è data da un certo retrogusto minerale, unito alla tipica freschezza della pianta. A un primo impatto, invece, colpiscono la gentile piccantezza e i sentori fruttati. Il coriandolo è una pianta piuttosto “prepotente”, e il suo uso smodato rischia di coprire anche i sapori della portata principale.
Come essiccare il coriandolo
Prelevare le foglie con i gambi. Legarle a mazzetti da 6-8 gambi, utilizzando dello spago da avvolgere quasi all’estremità di questi ultimi. Appendere i mazzetti a testa in giù a un supporto collocato all’esterno (uno stendiabiti, una gruccia, un filo per il bucato), e lasciarli fino ad avvenuta essiccazione.

Ricetta con Coriandolo Semi-Fresco Elody

Crema di fagioli (frijoles refritos)

Ammollare dei fagioli neri in acqua fredda per 12, quindi unirli in un tegame a una cipolla bianca, una patata e due spicchi d’aglio soffritti in 100 grammi di Olio Extravergine Spalmabile Reolì. Aggiungere cumino e coriandolo tritati, sale e pepe. I ¾ del contenuto della padella vanno frullati, il resto adagiato sulla crema ottenuta.

Il produttore: Elody e l'azienda agricola Caselle

ELODY è il brand della azienda agricola Caselle che opera dai primi anni del novecento nella Piana del Sele (agro salernitano) e nasce da una lunga tradizione familiare maturata con passione e competenza. Dalle imponenti originarie coltivazioni ortofrutticole, premiate dal ministro Medici nel ’55, l’azienda è stata tra le primissime a specializzarsi nelle odierne produzioni definite di IV gamma la frutta, la verdura e, in generale, gli ortaggi freschi, a elevato contenuto di servizio, confezionati e pronti per il consumo. 

30 anni di esperienza nel settore, 25 serre di ultima generazione e 18 ettari coltivati, sono questi i numeri che fanno da sfondo a questo gruppo che ha sempre considerato parte fondante dei propri valori, l'impegno per la promozione di una sana alimentazione, il rispetto della natura, delle persone e la promozione di un'economia che contribuisca allo sviluppo della comunità sociale.

Dalla semina alla crescita, fino al confezionamento, ogni persona contribuisce e controlla ogni fase del processo produttivo, per garantire ad ogni cliente, ad ogni piatto e ad ogni creazione una qualità finale certificata e che esprima la vera passione e dedizione impiegata nella coltivazione e realizzazione del prodotto.

Acquista Online tutte le Erbe semi disidratate Elody

Valutazione Prodotti
  • Numero di recensioni : 6
  • Voto Medio : 4.8 /5
  • D. Roberto
  •  il 01/09/2017
  • 5/5
Non arrivato
  • G. Stefano
  •  il 23/07/2017
  • 4/5
Buono
  • P. Carmela
  •  il 14/06/2017
  • 5/5
Molto utile, il coriandolo, essenziale per tajine e chermoula, non si trova spesso dalle mie parti...
  • C. Marianna
  •  il 15/09/2016
  • 5/5
Introvabile da qualsiasi parte ma non su Fruttaweb! ^_^ Ottimo prodotto per insaporire i miei piatti vegetali!
  • Q. Monia
  •  il 05/07/2016
  • 5/5
finalmente ho trovato il coriandolo
  • M. Piero
  •  il 26/06/2016
  • 5/5
Prodotto ottimo

Cosa pensano di noi i nostri clienti