Prodotti Biologici

Zucca Butternut Biologica Almaverde Bio

1 zucca circa 2 Kg

Emiia Romagna

Almaverde Bio

Dalla forma simile a un violino, ricca di beta-carotene e magnesio, la zucca Butternut biologica presenta una polpa soda, dolce e compatta dal caldo colore arancio acceso. Una zucca coltivata in Italia, naturale e delicata perfetta per realizzare golosi primi e ricette irresistibili.

4.7 / 5 - 9 recensioni

-20%

6,12 € iva incl.
Risparmia: 1,23 €

4,89 € iva incl.

x 1 zucca circa 2 Kg

Zucca Butternut biologica: proprietà, benefici e ricette

Durante le stagioni fredde cosa c’è di meglio e salutare che prepararsi dei piatti con la zucca? Tra le tante varietà (circa 100), ce ne è una in particolare , la zucca Butternut che ha diverse proprietà e benefici. Il suo nome proviene dall’inglese e significa letteralmente ”olio di noci”. Si chiama anche “zucca violina” perché la sua forma è simile alla custodia dello strumento omonimo. Pesa non più di un chilo generalmente, con i semi nella parte inferiore e la polpa dal sapore di nocciola.

Contiene vitamina A e beta-carotene, magnesio, fondamentale per il funzionamento della parte cerebrale e cardiovascolare, calcio e il fosforo, indispensabili per l’apparato scheletrico, il metabolismo energetico e la contrazione dei muscoli. Il potassio, abbassa la pressione sanguigna e rimuove i liquidi di troppo. A ciò si aggiungono ferro, omega 3, fibra Coarse per la corretta funzione digestiva e, per il suo contenuto calorico, è un alimento ideale nel regime dietetico Per ulteriori informazioni si può visitare il sito del Ministero della Salute.

Coltivazione e raccolto

La zucca Butternut, tra le numerose varietà, è quella che è più facile da coltivare: può essere fatta crescere sia su suoli a sostanza organica ben innaffiati che su pergole. Se si possiede un terreno pesante , bisogna disporre le aiole in modo da non fare avvenire possibili ristagni. Può essere coltivata in molte zone dell’Italia(compreso il Nord) e vuole un clima caldo (dai 18 ai 30 gradi è eccellente) e deve essere molto irrigata durante lo sviluppo, mentre quando matura il tempo dovrebbe essere asciutto e soleggiato.

La sua concimazione deve essere a base di letame preferibilmente, o composta, per una quantità di circa 4-5 chili. Nel caso in cui queste materie siano in razioni limitate, è preferibile fare buche di 50 centimetri di lunghezza e profondità riempite con il suddetto concime mixato al terreno, si ricopre il tutto con 20-25 centimetri di terra e poi si semina oppure si mettono le piantine col pane di terreno. In alternativa al letame e al composto, è possibile usare il “pollina” (defecazioni essiccate o concentrate) facendo attenzione a non eccedere nei quantitativi indicati per le singole coltivazioni (250 grammi per metro quadrato) anche se quest’ultima non ha gli stessi effetti dei suddetti.

Per la zucca Butternut, esistono anche concimi con guano o minerali che si possono mettere e interrare prima di seminare, con quantità di 40-45 grammi di solfato di magnesio, oppure organo-minerali con 100-120 grammi per metro quadrato. In caso di terreni molto fertili o di vegetazione ricca, è necessario diminuire il concime azotato perchè danneggerebbe i frutti facendo aumentare la parte verde. In alternativa, esistono anche quelli a lenta cessione, con due apporti e ci si deve regolare con le dosi da somministrare scritte sulle confezioni degli svariati prodotti in vendita.

Per quanto concerne la semina della zucca Butternut, è consigliato procedere con quella diretta, oppure prendersela da soli (è raro trovarle dai vivaisti) e va fatta in piccole buche con 2, al massimo 5 semi per ciascuna, conservando solo la piantina migliore risultata dalla germinazione. Ad esempio, nella pianura padana, questo processo si svolge da fine aprile ai primi 10 giorni di maggio, con temperatura ottimale di 28- 32 gradi.

Riguardo la raccolta, nel Nord Italia si può compiere già nei primi 15 giorni di agosto con il pane di terra, mentre per la semina diretta, si va a fine settembre o la prima settimana di ottobre e va compiuta quando i frutti hanno esaurito il grado di maturazione. Vengono usate forbici simili a quelle della potatura, lasciando intero il peduncolo, altrimenti si va incontro a marciumi del frutto. Poi la zucca Butternut viene pulita e si possono conservare fino a marzo- aprile.

Varietà Zucca Butternut: liscia e rugosa

Esistono 2 varietà di zucca Butternut: zucca violina liscia e zucca violina rugosa. La prima è a forma di campana, americana, con colore verde chiaro e poi diventa ocra maturando, con peso di 2 chili, sapore dolce e si conserva bene. La seconda è apprezzata nel Nord Italia ed è ottima per cucinare i tortelli.

Ricette con zucca Butternut biologica

Zucca Butternut biologica al forno

L'occorrente per la preparazione di questo piatto per quattro persone è il seguente: 1 zucca Butternut biologica, 1 limone, 5 acciughe sott’olio, 10 centilitri di vino bianco, 1 cespo di radicchio rosso e 10 centilitri di olio extra-vergine d’oliva.

Per la sua realizzazione bisogna lavare ed asciugare la zucca , tagliarla a forma di cubo emetterla in una teglia dopo averla cosparsa lievemente di olio e messo il sale. Cuocere al forno con temperatura di 150 gradi per 50 minuti. Tagliare il radicchio a listarelle e grattare la buccia di limone, usare metà spremuta e frullare gli ingredienti liquidi fino ad avere un composto liscio. Poi servire il tutto mettendo sopra il radicchio e la crema ottenuta prima. Può essere mangiata ancora calda o fredda, a vostro piacimento.

Zuppa di zucca Butternut biologica

Questa ricetta è l’ideale per scaldarsi in inverno. Gli ingredienti per 4 persone:400 grammi di zucca butternut biologica, 380 grammi di ghiaccio, 20 grammi di olio extravergine d’oliva, 1 scalogno, 1 patata, 20 grammi di parmigiano grattugiato, noce moscata, mandorle con la buccia, erba cipollina, basilico greco e sale.

Per la sua preparazione iniziare tagliando in modo fine lo scalogno e farlo rosolare in una padella a cui è stato aggiunto l’olio, unire la zucca senza semi a piccoli pezzi e farla imbiondire un po’. Aggiungere la patata e il ghiaccio e far cuocere il tutto. Frullare poi il composto con un apposito mix e mettere sale, noce e parmigiano grattugiato. Infine servire con le mandorle sminuzzate, erba cipollina e basilico greco.

Curiosità sulla zucca

Lo sapevi che il termine zucca deriva, secondo il dizionario Zanichelli, dal latino “cocutia”, cioè testa, poi trasformato col tempo in “cocuzza”, “cozuccae” e infine, nell’odierno zucca? Furono gli indiani ad insegnare ai primi coloni a coltivare la zucca che, con le patate ed il pomodoro, è stato uno dei primi ortaggi ad essere importati in Europa?

Il produttore: Almaverde Bio

Nato nel 2000, Almaverde Bio è oggi riconosciuto come il primo marchio di biologico in Italia e vanta una gamma di prodotti assolutamente unica ogni giorno più ampia e completa. Così, scegliere Almaverde Bio vuol dire portare sulla nostra tavola frutta e verdura sana, di qualità, ottenuta nel rispetto dell’ambiente, che sia in armonia sia con la natura sia con l'etica di una alimentazione sana e corretta! Da oggi puoi scoprire la freschezza di Almaverde bio e riceverla comodamente a casa con un click su FruttaWeb.com!

Valutazione Prodotti
  • Numero di recensioni : 9
  • Voto Medio : 4.7 /5
  • P. Anna
  •  il 29/10/2018
  • 4/5
non l'ho ancora prepataya, ma l'aspetto è bellissimo
  • S. Dani
  •  il 20/10/2018
  • 5/5
Buoni
  • V. Massimo
  •  il 04/02/2018
  • 5/5
ottima
  • M. Maria Julieta
  •  il 18/12/2017
  • 5/5
E in ottime condizioni
  • M. Enzo
  •  il 15/10/2017
  • 5/5
Ottimo prodotto
  • C. Silvana
  •  il 19/03/2017
  • 4/5
molto buona
  • S. Flavio
  •  il 13/03/2017
  • 5/5
Ottimo
  • M. Angela
  •  il 07/02/2017
  • 5/5
molto buona e a un sapore eccezzionale
  • I. Paola
  •  il 01/02/2017
  • 4/5
Molto buono

Cosa pensano di noi i nostri clienti