Spedizione Gratuita da 39€ con Corriere Refrigerato

Okra Italiana

300 gr

Bologna

Ha la forma molto simile a quella di un peperoncino verde, ma il suo sapore delicato richiama vagamente gli asparagi!

FINALMENTE QUELLA ITALIANA!!

4.8 / 5 - 4 recensioni

-50%

4,99 € iva incl.
Risparmia: 2,49 €

2,50 € iva incl.

x 300 gr

L' okra ha la forma molto simile a quella di un peperoncino verde, ma ha un sapore delicato che richiama vagamente gli asparagi.

STORIA
Dal Corno d’Africa, o dal Medio Oriente, probabili zone di origine, si è diffusa in Asia, ma anche in Europa: in Turchia, Grecia, Cipro, Albania l’okra è un cibo della tradizione.
In America è arrivata insieme alle navi che trasportavano gli schiavi, e si è diffusa in tutto il Sud degli Stati Uniti, nei Caraibi, in Brasile. Dall’Asia la pianta è arrivata anche in Oceania, nelle foreste pluviali della Nuova Guinea, dove è una risorsa importante per le popolazioni che vi risiedono.

 

PIANTA
L'okra è una pianta alta anche un paio di metri, con grandi foglie lobate, appartiene alla famiglia delle Malvacee ed è un arbusto che ama sì il caldo, ma si adatta bene a suoli poveri, siccitosi e argillosi.
Produce grandi fiori bianchi, non dissimili da quelli dell’ibisco, che lasciano il posto a un baccello verde a forma di corno.

                                 

L'ORTAGGIO
Il baccello verde va raccolto subito, immaturo e ha un sapore delicato e dolce di germoglio, non dissimile da quello dei piselli o degli asparagi.
All’interno, che è cavo, si trovano alcune file di semi tondi e bianchi, di consistenza tenera.
Come molte malvacee, anche l’okra è ricca di mucillagini, e la caratteristica di questa verdura è proprio quella di essere vischiosa in cottura, cosa che per molti può essere un fattore negativo.
Tuttavia, in molte pietanze a base di okra la viscosità serve ad addensare intingoli e dare consistenza cremosa a minestre.


RICETTE E UTILIZZI
L’okra ha molte virtù, dal punto di vista della nutrizione: è priva di grassi, ricca di fibra, calcio, potassio, vitamina B e C, oltre a contenere benefiche sostanze antiossidanti. Se la presenza di mucillagine preoccupa, conviene procedere in due direzioni:

  • o si taglia l’okra a pezzi piccoli e si cuoce molto a lungo, con altre verdure come cipolla, sedano e peperone (come nel gumbo),
  • oppure si lascia intera e si cuoce poco.


Okra, pomodorini e cipolla
Ingredienti:


Preparazione:
in una padella a freddo, mettere un po’ di olio, la cipolla tagliata a fettine sottili e lo spicchio d’aglio schiacciato.

Mettere sul fuoco e soffriggere fino a quando la cipolla diventa trasparente.
Quindi, aggiungere l’okra tagliata a rondelle ed il peperoncino rosso, privato dei semi, e tagliato a pezzetti. Lasciare sul fuoco qualche minuto.
Aggiungere i pomodorini tagliati a metà, rimestare, sfumare con un filo di aceto, salare e lasciare sul fuoco ancora per qualche minuto (le verdure devono rimanere croccanti).
Servire tiepido.

Valutazione Prodotti
  • Numero di recensioni : 4
  • Voto Medio : 4.8 /5
  • F. Marco
  •  il 22/08/2016
  • 5/5
Ci siamo accordati di sostituire il prodotto in quanto non disponibile
  • B. Cinzia Maria
  •  il 14/08/2016
  • 5/5
ne ho buttato qualche pezzo davvero troppo duro, ma il resto era fresco e buonissimo.
  • R. Federica
  •  il 25/07/2016
  • 5/5
Leggermente più grande di quella estera, ma molto fresca!
  • L. Elvira Giuseppina
  •  il 19/07/2016
  • 4/5
buono stato di conservazione

Cosa pensano di noi i nostri clienti