Peperoncino Poblano fresco

Poblano fresco - Box da 4 kg - Origine Spagna
  • Poblano fresco - Box da 4 kg - Origine Spagna
  • Poblano fresco - Box da 4 kg - Origine Spagna
  • Poblano fresco - Box da 4 kg - Origine Spagna
  • Poblano fresco - Box da 4 kg - Origine Spagna

Peperoncino Poblano fresco

500 gr
8,98 €
8,98 € al kg
Origine: Olanda

Il peperoncino Poblano è una delle icone dei peperoncini messicani più famosi, assieme al Jalapeno. Chiamato anche Chile Poblano, è ingrediente molto usato nelle ricette tradizionali messicane per il suo gusto molto buono. Questo peperoncino è lungo tra i 6 e i 15cm,  questo peperoncino viene generalmente raccolto verde, è un peperoncino poco piccante.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Peperoncino Poblano: Gusto e Caratteristiche

Il frutto maturo va dai 7 ai 10 cm di lunghezza e dai 4 ai 6 cm di larghezza. Un poblano immaturo è verde scuro di colore violaceo, ma i frutti maturi si accendono di un rosso così scuro da essere quasi nero. La loro buccia è sottile e la polpa è di spessore medio.  Sono generalmente poco piccanti.

Da freschi hanno profumo di peperone con sfumature di cuoio.  Da essicati vengono chiamati Ancho ed assumono un netto profumo di cuoio e tabacco. Sono utilizzati ripieni cotti al forno (chile relleno) o essicati in preparazioni messicane.

Gradazione Scoville: 1.000 - 2.000

Ricette ed Utilizzi in Cucina

Nella cucina messicana vengono utilizzati per la preparazione di salse dopo esser stati arrostiti e pelati. Molti lo preferiscono ripieno. La piccantezza contenuta, il sapore e la forma particolare si prestano infatti al tipo di preparazione. Cerchi una ricetta gustosa ma semplice da preparare? Ecco una idea per te.

Peperoncini Poblano ripieni

Ingredienti:


PreparazioneArrostire i peperoncini poblano nel forno in una teglia rivestita con alluminio a 200 gradi per 15-20 minuti o fino a quando le bucce saranno scure. Dopo aver raffreddato i peperoncini, pelateli e privateli dei semi. Importante – tagliateli a metà senza separare la testa!

In una padella calda, soffriggere mezza cipolla, unire i cavolfiori, carote, piselli prima cotti (separatamente) e lasciar insaporire per circa cinque minuti; a fine cottura unire anche l’avocado e il mais.  Aggiungere 1 cucchiaio di aceto, mescolando delicatamente. Condire con sale e pepe.

Dividere il composto in numero appropriato di porzioni uguali (per ogni peperoncino). Riempire ogni peperoncino con il composto di verdure e disponeteli ripieni in una pirofila. Coprire con la panna sopra la parte superiore di ciascuno, quindi cospargere ogni peperoncino con il formaggio.  Rimettere i peperoncini nel forno altri 5 minuti fino a quando il formaggio si sarà sciolto.

Pianta e Origine

Il Poblano è un peperoncino dolce originario stato di Puebla, in Messico, al quale deve l'origine del suo nome. La pianta si presenta come un alberello a portamento eretto; può raggiungere i 80-90cm di altezza e i 45-50cm di larghezza. Le foglie sono di colore verde intenso e di forma tendenzialmente ovoidale. I fiori, piuttosto grandi e con corolla bianca, si presentano in numero di uno per nodo ed hanno portamento pendulo o intermedio.

Peperoncino Poblano: coltivazione, proprietà e benefici

Esistono più di 3000 specie di peperoncini nel mondo; coltivati davvero ad ogni latitudine. Tra questi, anche il peperoncino Poblano; varietà tipica messicana, usata in quasi tutti i ripieni di carni e verdure, anche per le indubbie proprietà benefiche.

Il peperoncino è spesso un ingrediente prezioso nella preparazione di sfiziosi piatti. Assicura infatti un gusto più marcato e, in un certo senso, riesce a personalizzare le pietanze. Tra i diversi peperoncini, il Poblano non è di certo da meno. Si distingue per il suo colore verde scuro, non è molto piccante, ma ha un sapore intenso e con un retrogusto piacevolmente acidulo. Si accompagna bene sia a cibi dolci che salati; ottimo in abbinamento a diversi formaggi. Il basso grado di piccantezza fa sì sia apprezzato anche da coloro che tendono ad evitare il “piccante”.

Origine e coltivazione peperoncino Poblano

Il peperoncino Poblano, noto anche come Chile Poblano, è originario del Messico. In particolare, le principali coltivazioni si hanno sulla Sierra Nevada a circa 1800/2000 metri sul livello del mare. In realtà, ad oggi, molte delle piantagioni di peperoncini sono degli ibridi; si tratta di incroci di specie differenti di peperoncini, provenienti, per lo più, dai paesi asiatici. Inoltre, in Messico, negli ultimi anni, è piuttosto complicato coltivare il peperoncino Poblano a causa di una rara malattia che ha colpito diverse piante, impedendone lo sviluppo. Ecco perché il peperoncino Poblano è una specie quasi in via d’estinzione. Tuttavia, la pianta di peperoncino Poblano è piuttosto semplice da coltivare. Basta che ti procuri dei semi non trattati e li interri, ad esempio in un vaso. Una volta pronto; metti il vaso in luoghi con una temperatura costante di 25/30 gradi. Per crescere il peperoncino deve stare sempre al caldo. Ma, dopo pochi mesi, avrai i primi risultati e dei buonissimi peperoncini pronti all’uso, anche con piante di ridotte dimensioni.

Proprietà e benefici

Se non vuoi coltivare il peperoncino Poblano, potrai sempre acquistarlo comodamente sul sito di fruttaweb. Sgranocchiarne qualche pezzettino oppure aggiungerlo come condimento, ti farà di certo bene. Come tutta la grande famiglia dei peperoncini, anche il Poblano ha molte virtù nutritive. Anzitutto, apporta effetti benefici a tutto il nostro sistema circolatorio sanguineo; ottimo come protettivo di vene e capillari e di grande aiuto per le malattie cardiovascolari. Tra l’altro, pare sia tra i cibi preventivi per gli attacchi di ictus. Contiene buone dosi di vitamina K ed è per questo considerato un valido antiossidante; non solo un semplice anti rughe, ma anche un protettivo per le ossa. Oltre alla vitamina K, è fonte di vitamina C e di vitamina P. E’ proprio quest’ultima, che lo rende un alimento antiemorragico piuttosto importante. La vitamina C rafforza tutto il nostro sistema immunitario. Il peperoncino Poblano si è anche dimostrato utile nei casi di infezione da candida.

Valori nutrizionali e calorie

Non è un cibo calorico; anche perché comunque lo si mangia sempre a dosi molto moderate. È un vitaminico naturale e contiene importanti sali minerali, quali: calcio, ferro, fosforo e potassio. Principalmente si tratta di un alimento proteico e ricco di fibre; il che lo rende sano. Dall’analisi della tabella nutrizionale, emerge che non contiene né zuccheri, né carboidrati. Contiene delle modiche quantità di grassi; saturi, polinsaturi e monoinsaturi. Come è noto, i grassi saturi non fanno bene al nostro organismo, ma le quantità per dosi di peperoncino sono davvero minime ed assolutamente innocue. Per 100 grammi di peperoncino, il valore calorico è stimato di circa 48 chilo calorie.

Piccantezza e colore

Se vuoi sapere l’esatto grado di piccantezza di qualsiasi peperoncino, devi fare riferimento alla scala di Scoville. Tutti i peperoncini, compreso quindi il peperoncino Poblano, contengono la capsaicina, un composto chimico che stimola alcuni particolari ricettori situati nella lingua e che conferisce quella sensazione di bruciore. Più caldo senti, più sarà elevato il grado di piccantezza del peperoncino. Se assaggi un peperoncino di tipo Poblano, non sentirai un forte pizzicore; perché il peperoncino Poblano non è fortemente piccante. Sulla scala di Scoville, il valore di piccantezza del Poblano va da un minimo di 1000 ad un massimo di 1500 e risulta quindi essere tra i peperoncini meno piccanti in assoluto. Il peperoncino Poblano è piuttosto simile a un peperone, non molto grosso. È infatti lungo circa una decina di centimetri e spesso circa 6/7 centimetri ed è di coloro verde scuro; cosa non comune tra i peperoncini, dove prevale il rosso. Può essere usato anche molto maturo; in questo caso il colore tenderà al verde scurissimo, quasi a diventare nero. In Sud America, i peperoncini Poblani molto lunghi sono considerati più prestigiosi e quindi vengono venduti ad un prezzo superiore.

Come usarlo in cucina

L’uso più semplice in cucina dei peperoncini Poblano è quello di gustarli con delle tortillas. Tipiche del Messico, le tortillas sono delle frittate a base, per lo più, di patate. Si accompagnano a diversi cibi. Ma tortillas e peperoncino Poblano è un ottimo connubio di sapori. Un’altra ricetta da provare se decidi di acquistare su fruttaweb dei peperoncini Poblano, è quella di riempirli con del buon formaggio, adatto ad essere fuso, avvolgerli in fettine di pancetta e cuocerli al barbecue. Possono essere usati come aperitivo oppure come secondo piatto. Il peperoncino Poblano, come vedi, è molto versatile e gli utilizzi in cucina possono essere i più disparati. Generalmente, soprattutto nei piatti d’origine messicana, viene usato come ripieno mischiato a carne di maiale tritata assieme a frutta, verdura e salsa di noci. Oppure in abbinamento a ripieni di formaggio, fagioli e tonno; il peperoncino aromatizzerà così tutti gli ingredienti. Si creeranno delle combinazioni alimentari piuttosto insolite ed ardite per i nostri palati; i sapori tenderanno all’agro dolce. Si tratta di porzioni molto gustose e di sicure effetto in tavola. Esiste anche la versione essicata del Poblano; è il chile ancho. Quest’ultimo può venir spruzzato un po’ ovunque per dare un leggerissimo senso di piccantezza; ad esempio può essere aggiunto nella cottura di carni sia alla brace che in padella, alle verdure cotte così da insaporirle maggiormente, a dei tranci di pesce, anche cotti a vapore, ad un condimento base di pomodoro e cipolla per la pasta, così da renderlo più vivace. E ti puoi ancora sbizzarrire. Insomma, avere nella propria dispensa dei peperoncini Poblani risulta davvero indispensabile.