Barbabietola (rapa) gialla

Barbabietola (rapa) gialla: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Barbabietola (rapa) gialla: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Barbabietola (rapa) gialla: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Barbabietola (rapa) gialla: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Barbabietola (rapa) gialla: Acquista Online su FruttaWeb.com

Barbabietola (rapa) gialla

1 kg
4,58 €
4,58 € al kg
Origine: Olanda
La barbabietola, nota anche semplicemente come rapa, è consumata sia per la radice che per il suo fusto e le foglie. La potete facilmente riconoscere, nonostante le forme e i colori differenti, perché è presente sul mercato durante tutto l’anno.
Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Barbabietola gialla: coltivazione e ricette

La Barbabietola è uno dei sempreverdi dell’rto, conosciuta dai tempi dei Romani a causa delle sue proprietà medicinali e le numerose applicazioni culinarie. La coltivazione di questa radice risale al XV secolo, e la si poteva reperire rivolgendosi ai sacerdoti che ne curavano la produzione all’nterno di abbazie e monasteri. Come molti sanno, il successo di questo ortaggio dal nome balbettante è legato ai cristalli di zucchero che, alla stessa maniera della canna da zucchero, possono essere facilmente estratti.

La prima produzione per scopi commerciali risale al 1800 e da quel momento si è arrivati a oltre 120 milioni di tonnellate di barbabietole e sedici milioni di tonnellate di zucchero bianco, prodotte principalmente in Germania e Francia. In Italia questo genere di verdura è coltivato più al nord che al settentrione, dove lo troviamo anche presente all’nterno della tradizione culinaria locale.

Coltivazione della barbabietola

La sua dimensione e il peso variano a secondo delle coltivazioni, ma di solito la barbabietola ha una forma arrotondata, tendenzialmente ovale e la sua buccia assume diverse sfumature che vanno dal giallo al rosso.

Il clima temperato favorisce la coltivazione di questo vegetale, il cui ciclo è biennale. Il fusto si sviluppa solo a partire dal secondo anno successivo alla semina, cioè dopo che la radice ha accumulato gli zuccheri e i nutrienti per nutrire i fiori. Nel caso in cui si decida di sfruttare la barbabietola per lo zucchero, non è necessario attendere il secondo anno e la si può da subito estirpare.
Il periodo di coltivazione dipende dalle temperature, per cui mentre nelle regioni settentrionali la semina si compie in primavera e la raccolta alla fine di agosto, in quelle meridionali si preferisce sfruttare il ciclo autunno-primaverile, raccogliendo in piena estate. Nella scelta del terreno tenete presente che è un vegetale che preferisce composti neutri e poco acidi, e si adatta facilmente ai terreni argillosi, purché il sistema di drenaggio e approvvigionamento dell’cqua sia adeguato ed efficiente.

Valori nutrizionali e calorie

Le barbabietole nascondono nei propri tessuti un denso contenuto di acqua unita a potassio, magnesio, fosforo, zuccheri e numerosi altri sali minerali, nonché le vitamine A e C.

Consumare questo vegetale vi aiuterà a combattere le infezioni, grazie alle proprietà antisettiche, ristabilire il vostro equilibrio intestinale, e rimettervi in forma perché è anche un ottimo ricostituente. Il suo succo è stato di recente studiato per le capacità stimolanti, specialmente in ambito sportivo e nel mondo medico, nel quale la si suggerisce per lo scarso contenuto calorico e l’lto impatto nutrizionale. Si tenga presente, che per cento grammi di barbabietola cotta, si assumono solo 43 calorie!

Anche gli acidi grassi saturi e non sono in bassissima percentuale, per non parlare del colesterolo, che sembrerebbe del tutto assente. Esistono tuttavia dei casi in cui Il consumo della barbabietola potrebbe non essere consigliato, ad esempio nei casi di sofferenza di calcoli renali  , a causa della presenza di ossalati, ma anche in ipotesi di infiammazioni gastriche, le cd. Gastriti, tenendo presente che è un genere vegetale che stimola la secrezione di succhi gastrici, nonché per coloro che soffrono di diabete, ma questo era abbastanza chiaro, essendo questo genere di vegetali pieno di zuccheri.

Le ricette secondi piatti con barbabietola gialla

La barbabietola gialla è assolutamente versatile a tavola e la si ritorva insieme alla sorella di colore vermiglio anche in alcuni piatti tradizionali, anche se principalmente del nord Italia. Come abbiamo avuto modo di vedere, se ne può consumare le foglie o le radici, e la si trova spesso nelle pietanze a base di carne, persino consumata cruda in alcuni casi. Se poi ve ne avanza e avete lo stomaco pieno, la potrete usare anche come decorazione grazie alla sua vivace colorazione.

-Stufato di manzo alle rape gialle

Per questa ricetta avrete bisogno di:  400 grammi carne di manzo da spezzatino, otto rape gialle, una cipolla, due bicchieri di vino bianco, un chiodo di garofano, una foglia d’lloro, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Preparate una pentola e fatevi rosolare la carne legandola a un trito di cipolla. La fiamma alta è preferibile. Nel momento in cui la carne ha assunto la giusta colorazione, fate sfumare con il vino, aggiungendo poi i profumi, l’lloro e il chiodo di garofano. A questo punto coprite e cuocete a fuoco lento questa volta per un’ra  e mezza. Controllate la preparazione e aggiustate di sale, se poi risulta troppo secca, aggiungete mezzo bicchiere d’cqua. Mentre la carne cuoce, pulite le rape, tagliatele e tocchetti e fatele saltare in una padella antiaderente, con l’lio Evo. Quando le vostre rape avranno assunto un bell’spetto dorato, unitele allo stufato e attendete un'altra mezz’ra. Lo stufato va servito caldo e spolverato di pepe. .

-Pollo saltato in crema di ricotta e barbabietole

Un’altra interessante applicazione della nostra barbabietola, è accompagnandola al pollo nella gustosa forma di una salsa dal sapore agrodolce. Per questa ricetta, accessibile anche ai meno esperti in cucina, avrete bisogno di centocinquanta gr di petto di pollo, cento grammi di ricotta, un etto di barbabietola gialla, sale e olio extravergine di oliva. Come primo step, è necessario da una parte ripulire la barbabietola e farla a fette non troppo sottili. Anche il pollo fa tagliato in listarelle o tocchetti secondo i vostri gusti. A questo punto mettete i pezzetti di pollo in una padella antiaderente e fateli rosolare, mentre in un frullatore versate la ricotta e la verdura. Quando il pollo avrà preso quel bel colore dorato e un po’ croccante, abbassate la fiamma e aggiungete la crema frullata in precedenza.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.8 /5

Basato su 19 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    3
  • 5
    16
Ordina recensioni per :

Claudia C. pubblicato il 27/01/2019 in seguito ad un ordine del 17/01/2019

5/5

Dolce

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Rolando B. pubblicato il 10/12/2018 in seguito ad un ordine del 27/11/2018

5/5

sane e buone

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Paola G. pubblicato il 11/11/2018 in seguito ad un ordine del 03/11/2018

5/5

Eccellente

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Carmela P. pubblicato il 24/04/2018 in seguito ad un ordine del 16/04/2018

5/5

....

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Alberto T. pubblicato il 04/04/2018 in seguito ad un ordine del 27/03/2018

5/5

Ottima la vellutata

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Alberto T. pubblicato il 21/03/2018 in seguito ad un ordine del 10/03/2018

5/5

Ottima in vellutata

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Paolo S. pubblicato il 26/12/2017 in seguito ad un ordine del 18/12/2017

5/5

Ottima davvero!

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Maurizio B. pubblicato il 06/11/2017 in seguito ad un ordine del 20/10/2017

5/5

OK, perfetto

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Maurizio D. pubblicato il 10/07/2017 in seguito ad un ordine del 26/06/2017

4/5

buono

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Daniela B. pubblicato il 18/06/2017 in seguito ad un ordine del 08/06/2017

5/5

Perfetta per alcune ricette con l' estrattore

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×