Radici di Loto Fresche

Radici di loto: acquista online la freschezza su FruttaWeb.com
  • Radici di loto: acquista online la freschezza su FruttaWeb.com
  • Radici di loto: acquista online la freschezza su FruttaWeb.com
  • Radici di loto: acquista online la freschezza su FruttaWeb.com
  • Radici di loto: acquista online la freschezza su FruttaWeb.com
  • Radici di loto: acquista online la freschezza su FruttaWeb.com

Radici di Loto Fresche

1 kg
14,66 €
14,66 € al kg
Origine: Cina

La radice di loto fresca è consigliata per le sue proprietà emollienti in quanto svolge azioni benefiche nei confronti dell’apparato respiratorio. Un infuso di radice di loto può aiutare ad alleviare la tosse. Questa radice trova diversi utilizzi in cucina: ottima a crudo nelle insalate è ottima anche fritta a fettine sottili o saltata in padella, oltre che cotta al vapore.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Radici di loto fresche: proprietà, benefici, usi

Proprietà e benefici della radice di loto


La radice di loto, il cui nome scientifico è Nelumbo Nucifera, è la parte di una pianta acquatica originaria dell’Asia meridionale e dell’Australia, la cui particolarità consiste nelle sue radici: esse, infatti, crescono nel fango, sott’acqua, e danno vita a dei fiori molto belli e profumati. Una sua caratteristica, infatti è quella di rappresentare il simbolo della vita, proprio perché, anche se affonda nel fango, rimane intatto e splendido.
Questa radice, di forma allungata, può essere scambiato per un comune tubero, ma al suo interno c’è una sorpresa: essa ha dei fori concentrici tanto perfetti da formare, quando si taglia, delle fette che sembrano proprio ruote di carro. La tradizione orientale dice che attraverso questi fori, si possa scorgere il futuro: proprio per questa credenza, a Capodanno in Giappone viene servita come ingrediente di buon augurio.

Delle radici di loto, già da parecchio tempo, si conoscono le proprietà terapeutiche.
La pianta del loto affonda le sue radici in tempi antichissimi, tanto che si ritrova anche nella rappresentazione dei sette chakra, ed è considerata sacra per i seguaci dell’induismo e del buddismo.
In buona sostanza, quindi, può rappresentare una soluzione utile da utilizzare in caso di raffreddori, congestioni, infezioni dei seni nasali o anche in situazioni più delicate come asma, bronchiti, tosse, pertosse, etc.
Anche se la radice di loto fresca è alquanto difficile da reperire, si può facilmente trovare essiccata, a fette o in polvere, soprattutto all’interno dei negozi di alimenti biologici.

Coltivazione e raccolto


La pianta ha una crescita molto rapida, tipica degli stagni e degli invasi con acque stagnanti e comunque prive di corrente, con una profondità che può variare dai 5 ai 50 centimetri ed oltre.
Questa pianta ha delle foglie di un colore verde – glauco, peltate, che arrivano ad avere anche 60 centimetri di diametro, oltre al fatto che possono emergere oltre un metro dal peli dell’acqua. Anche i fiori sono di grandi dimensioni, oltre i 20 centimetri di diametro, rosa, profumati di anice, con frutti ornamentali.
La radice di loto può anche crescere direttamente dai semi e la maturazione completa si può notare, circa cinque o sei mesi dopo, esclusivamente quando sul pelo dell’acqua iniziano a galleggiare grandi foglie.

Valori nutrizionali e calorie


Le radici di loto, dal punto di vista nutrizionale, si contraddistinguono principalmente per le sostanze in esse contenute: sono ricche, infatti, di fitonutrienti, di minerali (tra cui soprattutto rame, ferro, zinco, magnesio e manganese) e di vitamine.
Tra queste, a spiccare maggiormente è la forte presenza della vitamina C, le vitamine del gruppo B, l’acido folico, la vitamina b29, la niacina, la riboflavina, l’acido pantotenico e la tiamina.
Inoltre, all’interno delle radici di loto si nota anche un’ottima percentuale di fibra, che aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue e in più contrastare la costipazione.
Circa 100 grammi di radice di loto forniscono, tra le altre cose, 45 mg di calcio, 23 mg di magnesio e 1.16 mg di ferro. Discrete, inoltre, anche le quantità di zinco, selenio e manganese.
Ricapitolando, i principi attivi presenti nella radice di loto sono nuciferina, N - nornuciferina, O – nornuciferina, Remerina, Quercitina, Acido palmitico, olio essenziale.

Come usare la radice di loto

La consistenza della radice di loto è molto simile a quella della rapa bianca,  ma più delicata di gusto, per niente amara e, crescendo in acqua, dal sapore molto più delicato del caratteristico sentore di terroso delle radici di terra; le radici di loto fresche si usano in zuppe e minestre oppure rosolate in padella, tagliate a fette sottili e fritte a chips.

Della pianta di loto si mangiano sia i bellissimi fiori che appunto la radice, sia i semi che i rizomi. La radice di loto trova diversi utilizzi in cucina. Chiaramente, il modo più semplice è quello di essere consumata a crudo, magari in mezzo ad una insalata, risulta anche ottima se fritta a fettine sottili, saltata in padella o cotta al vapore.

La radice di loto può anche essere bevuta sotto forma di bevanda, dopo aver preparato un decotto: tuttavia, il gusto potrebbe risultare un tantino particolare e di conseguente non troppo gradito
In alternativa, comunque, si possono assumere i nutrienti delle radici di loto all’interno di minestre lasciando le sue rondelle in cottura insieme agli altri ingredienti, per poi prelevarle prima di servire la pietanza.

Può anche essere usata come fiore ornamentale, a causa della sua particolarissima forma: tagliata a rondelle, infatti, presenta piccoli buchi che la fanno assomigliare a una rotellina o ad un particolare ricamo creato all’uncinetto.

Radice di loto: ricette

E adesso alcune ricette tradizionali del Sol Levante.
Nella prima si farcisce la radice con un ripieno di karashi (una tipologia di senape) e si frigge. La particolare croccantezza della radice e il sapore piccante della senape formano un mix che garantisce una percezione piuttosto rinfrescante.
In un’altra ricetta la radice fresca, dopo essere stata pelata, si fa bollire insieme ad acqua, zucchero e aceto di vino, fino a quando non diventa soffice. Dopodiché viene tagliata e può essere aggiunta alle zuppe di verdure.
Per concludere, il renkon tempura: sbucciare la radice di loto e immergerla in acqua e aceto.
Tagliarla in piccole fette rotonde ed immergerla nuovamente in acqua per pochi minuti. Risciacquare ed asciugare.
Per fare la pastella, prendere un uovo, una tazza di farina per pasticceria ed acqua ghiacciata. Importante che la quantità dell’uovo battuto e dell’acqua ghiacciata corrisponda a quella della farina: il segreto di un’ottima tempura risiede proprio in questa perfetta corrispondenza.
A questo punto rompere l'uovo all’interno un contenitore e mescolarlo per bene insieme all'acqua ghiacciata. Nel frattempo mettere la farina in un setaccio sottile, facendo sì che essa venga resa più leggera. Poi aggiungere questa farina setacciata all’uovo e mescolare in maniera grossolana lasciando appositamente i grumi. Al termine di questi procedimento, aggiungere un paio di cubetti di ghiaccio per mantenere la pastella piuttosto fredda.
Al termine di tutto il procedimento, suddividere in porzioni e conservare in frigorifero fino al momento della frittura.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.6 /5

Basato su 7 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    3
  • 5
    4
Ordina recensioni per :

Veronica S. pubblicato il 01/02/2019 in seguito ad un ordine del 13/01/2019

5/5

Mi aspettavo qualcosa di meglio ma il prodotto è ok

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Ya L. pubblicato il 26/09/2018 in seguito ad un ordine del 12/09/2018

5/5

Buono

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Daniela F. pubblicato il 12/12/2017 in seguito ad un ordine del 04/12/2017

4/5

un nuovo gussto da scoprire

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Giampiero S. pubblicato il 26/11/2017 in seguito ad un ordine del 16/11/2017

5/5

Ottimo

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Lorenzo B. pubblicato il 26/10/2017 in seguito ad un ordine del 26/09/2017

4/5

All'aspetto ottime e fresche. Ma devo ancora consumarle.

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Alessandro G. pubblicato il 25/04/2017 in seguito ad un ordine del 19/04/2017

4/5

Buone condizioni,ma d'altronde quando si ordina frutta che viene da lontano ci sta qualche ammaccaturina,ma perfetta nel gusto e nel profumo

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Donatella M. pubblicato il 04/12/2016 in seguito ad un ordine del 23/11/2016

5/5

ottimo sia da aggiungere ad insalate che da usare per tisane

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×