Pepe Nero Macinato

Pepe Nero Macinato acquista online su FruttaWeb.com
  • Pepe Nero Macinato acquista online su FruttaWeb.com

Pepe Nero Macinato

40 gr
4,49 €
112,25 € al kg
Origine: MADAGASCAR

Il pepe nero macinato è una spezia che dona sapore a gran parte dei piatti della nostra tradizione e non. I benefici che è in grado di apportare all’organismo non sono conosciuti dai più e non sono pochi: ad esempio accelera il metabolismo e la digestione.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Pepe Nero macinato: acquista online su FruttaWeb.com

Pepe nero macinato: proprietà e benefici

Il pepe nero  è una spezia dalle numerose virtù ed è per questo motivo che trova spazio sia in cucina sia nei trattamenti per la cura e il benessere del corpo. Grazie alla presenza di un’alta quantità di piperina, un alcaloide, e di oli essenziali, il pepe nero stimola la formazione della saliva e lo sviluppo dei succhi gastrici, favorendo in questo modo la digestione. La piperina permette anche di potenziare la memoria, riducendo i disturbi alla funzione cognitiva.

Se i tuoi piatti sono scialbi e privi di sapore il pepe nero macinato è la soluzione giusta per te. Acquistalo online su Fruttaweb, un e-commerce in grado di consegnarti a domicilio la miglior frutta e verdura.

Pepe nero: proprietà e benefici 

Il pepe nero è spesso usato nelle diete dimagranti perché favorisce la formazione della termogenesi, che permette al corpo di bruciare più calorie. Inoltre è una spezia di ricca di fosforo, calcio, potassio e secondo molti studi medici possiede anche proprietà afrodisiache. Un altro importante vantaggio è quello di ridurre la quantità di gas nell’intestino riuscendo anche a combattere la proliferazione batterica nel tratto intestinale. Il pepe nero è utilizzato anche  per migliorare dolori muscolari o in massaggi rilassanti.

Pepe nero: controindicazioni

Come quasi tutti gli ingredienti e le spezie anche il pepe nero macinato ha le sue controindicazioni. È infatti sconsigliato alle persone che soffrono di gravi disturbi dello stomaco  perché i granelli di pepe nero macinato, a differenza di quelli del peperoncino, non riescono a essere assimilati e possono provocare irritazioni.

Il pepe nero, se odorato in eccessiva misura, può provocare irritazioni alle vie respiratorie con la possibile presenza, nei casi più gravi, di gonfiori. Secondo precise indicazioni mediche è sconsigliato l’utilizzo di questa spezia  ai bambini, agli anziani e alle donne incinta o in allattamento. Infine è sconsigliato anche alle persone che soffrono di emorroidi perché ha la tendenza a irritare le mucose.

Coltivazione e origine del pepe nero

La spezia che più comunemente conosciamo come pepe nero deriva da una particolare lavorazione dei frutti del Piper nigrum, una pianta perenne, semi rampicante dall’altezza di circa 4 metri, originaria dell’India sud occidentale ma che si ritrova anche in Cina.
Attraverso la lavorazione di questi frutti si possono ottenere varie varianti del pepe: il pepe verde e quello bianco. Per ottenere il pepe nero macinato bisogna sbollentare i frutti acerbi del Piper nigrum e lasciarli esiccare al sole in appositi essiccatori  per circa una settimana  permettendo ai grani di disidratarsi, annerirsi e ottenere l’aspetto che le persone sono abituate a vedere.

Varietà del pepe

Esistono oltre 600 tipologie di pepe , ciascuna con caratteristiche e personalità ben distinte. Le più conosciute sono il pepe nero, il pepe bianco e il pepe verde anche se ultimamente stanno ottenendo un ottimo riscontro anche il pepe lungo e quello grigio, chiamato anche pepe mignonnette.

 Caso a parte è quello del pepe rosa che è originario del Perù e del Cile e che non è una vera e propria varietà di pepe poiché viene prodotto da una pianta differente anche se prende lo stesso nome a causa della somiglianza dei frutti nonostante abbia gusto e aroma totalmente differenti.   Le particolarità di queste tipologie sono dovute sia a una diversità della bacca sia al tipo  di lavorazione che subiscono. Il pepe nero è quello che in cucina risulta il più piccante, con un aroma ben deciso e pungente. Il pepe bianco si ottiene dalle bacche completamente mature che vengono lasciate in ammollo in acqua per rimuovere la superficie rossastra.

A differenza del pepe nero, quello bianco ha un sapore meno netto, quasi tendente al dolce. Il pepe verde è il primo a essere raccolto perché viene prodotto quando la bacca è ancora acerba, la sua caratteristica principale è quella di avere un aroma fresco e poco piccante. Anche il pepe rosa è una spezia dall’aroma fresco e poco piccante ma la sua caratteristica principale è rappresentata dal fatto che, se abusato, può provocare forti reazioni allergiche.

Valori nutrizionali e calorie

Il pepe ha una grande ricchezza di vitamine e minerali come il potassio, calcio, zinco,  manganese, magnesio e ferro. Inoltre possiede anche molte vitamine del gruppo B come la niacina, la tiamina, la riboflavina e la piridossina. Il pepe è anche un’ottima fonte di vitamine antiossidanti come il licopene, il carotene e la criptoxantina.

 Per quanto riguarda le calorie 100 gr di pepe nero hanno 251 kcal così suddivise: 10 g di proteine, 63 g di carboidrati, 3 g di grassi ( di cui 1,3 saturi), 25 g di fibra alimentare, 0,64 g di zuccheri e 20 mg di sodio.

Ricette vegetariane

Il pepe nero macinato è perfetto per preparare squisite ricette vegetariane, permettendo di dare quel tocco di sapore in più ai piatti. Il pepe è l’ingrediente ideale per preparare un’ottima vellutata di zucca per la cui preparazione servono: - 600 gr di zucca – 400 gr di patate – 1 cipolla – abbondante pepe nero macinato – brodo vegetale – sale – prezzemolo – pane in cassetta.

Dopo aver preparato il brodo vegetale occorre tagliare a pezzetti la cipolla e farla stufare in una padella con olio. Quando la cipolla si comincia a dorare, tagliare a pezzi grossi la patata e metterla insieme alla cipolla facendole cuocere assieme per qualche minuto. Pulire la zucca, togliendo tutti i semi, e aggiungerla alle patate e alla cipolla lasciando cuocere il tutto per qualche minuto   e  infine coprire l’intero composto con il brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento per circa un’ora.

Mentre la vellutata si sta cuocendo, a parte tagliere a pezzi grossolani il pane in cassetta e passarlo in forno per pochi minuti in modo tale da renderlo croccante. Una volta cotto, prendere l’intero composto e, con l’aiuto di un minipimmer, passare la verdura fino a ottenere una crema e aggiungere abbondante pepe nero. Servire in ciotole con all’interno la vellutata e i crostini di pane.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4 /5

Basato su 1 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    1
  • 5
    0
Ordina recensioni per :

Oliva S. pubblicato il 13/09/2016 in seguito ad un ordine del 02/09/2016

4/5

non era disponibile come posso dare una valutazione? suppongo sia buono..............

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×