Fave Tonka

Fagioli (o fave) tonka: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Fagioli (o fave) tonka: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Fagioli (o fave) tonka: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Fagioli (o fave) tonka: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Fagioli (o fave) tonka: Acquista Online su FruttaWeb.com

Fave Tonka

100 gr
39,99 €
399,90 € al kg
Origine: Brasile

Il suo sapore assomiglia a quello della vaniglia, prestandosi per conferire aromi intensi alle vostre ricette. Si tratta di fave scure di circa 4 cm di consistenza legnosa, dall'aroma dolce generato dalla presenza della cumarina, componente aromatico.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Fave tonka: proprietà, caratteristiche e ricette

La pianta che genera le fave tonka è conosciuta anche con il nome di Coumarona odorata e appartiene alla famiglia delle Favacee, quindi del fagiolo. Le fave tonka sono scure, legnose e grandi circa 3-4 centimentri. I paesi di provenienza sono prevalentemente quelli dell'America Latina, in particolare ha origine in Venezuela, ma cresce anche in Colombia, Amazzonia, Guyana e isola di Trinidad. I semi derivano dall'essiccazione del frutto che una volta che ha raggiunto la maturità ideale viene fatto cadere dall'albero ed essiccato, poi aperto per ricavare le fave tonka. Il sapore è decisamente simile alla vaniglia e alla mandorla e si presta quindi per aromatizzare ricette dolci. Questo sapore dolce deriva dalla presenza di un componente aromatico presente in molte specie vegetali, la cumarina.

Cosa sono le fave di tonka

Le fave tonka hanno un odore ed un aroma vanigliato con qualche sfumatura di tabacco e caramello. Il sapore assomiglia a un po' a quello della vaniglia e un po' a quello della mandorla, di solito lunghi dai 3 ai 4 centimetri e larghi 1 centimentro, simili a piccoli datteri, lisce o più aggrinzite, dal colore scuro che varia fra il nero e il marrone, più invecchiano più si avvicinano al nero e si aggrinziscono. Al suo interno le fave contengono la mandorla bianca e oleosa dal quale deriva l'aroma vanigliato prestandosi dunque ottimi per aromatizzare dolci.

Proprietà e benefici delle fave di tonka

La presenza della cumarine conferisce alle fave tonka proprietà sedative e calmanti della tosse, nonché per effetti anticoagulanti, tuttavia il consumo in dosi eccessive è dunque sconsigliato alle persone che  che assumono farmaci di questo tipo, anche se l'uso limitato potrebbe anche non incidere negativamente. In ogni caso le quantità utilizzate in cucina come spezie sono ridotte e non presentano effetti controindicati. Le fave tonga solo di recente sono state utilizzate per usi culinari, ma viste le sue proprietà sono adatte anche per la cosmetica e per realizzare oli essenziali o aromi per la casa. La sua essenza aromatica è chiamata cumarù.

Valori nutrizionali delle fave di tonka

Come tutti i semi oleosi le fave tonka sono un buon alimento calorico se mangiate come frutto secco, ricche di grassi monoinsaturi, polinsaturi se invece utilizzato come spezia ovviamente non si raggiunge un grosso apporto calorico. Inoltre le fave di tonka contengono notevoli quantità di cumarina, sostanza che favorisce gli effetti anticoagulanti.

Provenienza e origine delle fave di tonka

In origine nei paesi latinoamericani pare che l'uso delle fave Tonka fosse destinato esclusivamente  alla lavorazione del tabacco da pipa poiché aggiungendola ne addolcivano l'aroma, ma successivamente sono diventate un elemento utile anche in altri campi come la cosmetica, la profumeria e la pasticceria, viste le caratteristiche aromatiche fra cui prevalgono gli aromi di vaniglia e mandorla con sfumature che si avvicinano al profumo del miele. Nel corso delle emigrazioni e colonizzazioni le fave tonga sono poi state esportate come aroma per la produzione di dolci di pasticceria soprattutto nell'europa del Nord. Si racconta che la fava tonka fu importata in Francia dalla Guayana nel 1783, forse motivo per cui questa leguminosa è così diffusa nei dessert francesi.

Coltivazione delle fave di tonka

L'albero tropicale da cui provengono le fave tonka può raggiungere anche i 35 metri e ha origine in Venezuela, i frutti assomigliano a piccoli manghi e si raccolgono solo quando hanno raggiunto la maturazione naturale, facendoli essiccare durante un anno finché non si seccano e non si ricavano i semi che costituiscono le fave.

Come mangiare le fave di tonka

In cucina, dato il sapore mandorlato-vanigliato si prestano bene con il cioccolato e per la realizzazione di  creme al latte, budini e gelati, conferendone un tocco esotico. In Sud America, vengono trasformate in una pasta che si aggiunge al latte per ottenere una bevanda dolce.

La fava tonka si utilizza come la noce moscata, ovvero grattugiata all'ultimo momento nei cibi, n particolare se aggiunta all'impasto prima della cottura regala aromi speziati a biscotti, torte e dolci al cucchiaio, ma gli chef la raccomandano anche in aggiunta di zuppe e risotti, si sposa molto bene con la zucca. In Europa l'uso della fava tonka in cucina è ancora poco diffuso, ma ci sono alcune pasticcerie e gelaterie artigianali che amano sperimentare e aggiornarsi che la stanno già usando per rendere dolci e gelati più esotici. Infine è molto diffuso l'uso delle fave tonka come preparazione di gin tonik o fatte macerare nel rum gli conferiscono un sapore vanigliato.

Le fave tonka possono essere acquistate nelle erboristerie oppure online sul nostro sito.

Olio essenziale alle fave di tonka

In passato l'uso più diffuso della fava tonka era soprattutto in profumeria, mentre come spezia da cucina si è diffusa solo  recentemente, mentre in cosmesi l'uso si può far risalire già ai primi anni del Novecento. L'aroma della cumarina viene usata soprattutto per i profumi maschili.

Vediamo qual è il procedimento per ottenere un olio essenziale alle fave tonka. L'olio si ottiene macerando le fave nell'alcool e ottenendo così una morbida pasta semisolida dal color ambrato. Che successivamente viene distillata. Le qualità più pregiate degli olii provengono dal Venezuela e fu solo nell'800 che si iniziò a capire la capacità di queste fave di profumare corpo o ambienti dove spesso vaniglia e tonka vengono confuse.

L'olio essenziale può essere utilizzato nei massaggi come antidolorifico e contro dolori muscolari, ha inoltre proprietà insetticide. L'essenza di olio di tonka è molto diffusa come fissativo e componente nelle fragranze orientali. Per chi ama creare cosmetici fai da te, si raccomanda di non superare lo 0,5% di olio essenziale dato che ha una forte concentrazione.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4 /5

Basato su 2 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    2
  • 5
    0
Ordina recensioni per :

Guido M. pubblicato il 25/01/2018 in seguito ad un ordine del 14/01/2018

4/5

buono

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Giuseppe D. pubblicato il 16/09/2016 in seguito ad un ordine del 28/08/2016

4/5

Ottimo un Po troppo cari

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×