Funghi Cardoncello King Oyster Freschi (Pleurotus Eryngii)

Funghi Erengi (Cardoncello) - 1 Kg: acquista ora su FruttaWeb.com
  • Funghi Erengi (Cardoncello) - 1 Kg: acquista ora su FruttaWeb.com
  • Funghi Erengi (Cardoncello) - 1 Kg: acquista ora su FruttaWeb.com
  • Funghi Erengi (Cardoncello) - 1 Kg: acquista ora su FruttaWeb.com
  • Funghi Erengi (Cardoncello) - 1 Kg: acquista ora su FruttaWeb.com

Funghi Cardoncello King Oyster Freschi (Pleurotus Eryngii)

4 kg
44,47 €
11,12 € al kg
Origine: Cina

Il suo sapore equilibrato riesce ad entrare all'interno delle ricette in maniera discreta ma nello stesso tempo decisa, il suo inconfondibile aroma è abbastanza presente ma, contemporaneamente, non risulta rivelarsi persistente o fastidioso.

 

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Proprietà e benefici del fungo cardoncello

Cardoncello, il fungo della salute

La particolarità di questo fungo (Pleurotus Eryngii) la troviamo nella capacità che ha di non confondersi, allo stato naturale, con altre tipologie di funghi ritenute velenose. Il fungo cardoncello ha diverse proprietà benefiche per la salute tant'è che è stato definito "il fungo della salute".

Le caratteristiche nutrizionali più importanti di tale fungo sono il notevole contenuto di fibre alimentari e proteine, e un ridotto livello di lipidi. Il consumo di funghi cardoncelli risulta essere un toccasana per il sistema immunitario ed il sistema cardiovascolare. Fanno bene alle ossa, aiutano ad abbassare il livello di colesterolo e sono un grande alleato per chi segue un regime dietico dimagrante o ipocalorico in generale.

Per quanto riguarda le proprietà antinfiammatorie, si è evidenziato come questa specie di fungo sia in grado di avviare e potenziare una risposta infiammatoria. Vanno infine menzionate le proprietà antiossidanti, grazie all’alta concentrazione di flavonoidi, vitamina C ed E e selenio.

Funghi Cardoncello freschi

6 motivi per cui i funghi cardoncelli fanno bene al nostro organismo!

  • Poveri di grassi, ma ricchi di fibre e proteine
  • Aiutano il sistema cardiovascolare
  • Rinforzano il sistema immunitario
  • Proprietà antinfiammatorie
  • Abbassano il livello di colesterolo
  • Ricchi di antiossidanti

Valori nutrizionali e calorie 

La tabella nutrizionale del fungo cardoncello evidenzia che si è in presenza di un alimento sano, dall'elevato contenuto di acqua (92%), accompagnato da una presenza discreta di proteine (3,5%), lipidi in percentuale minima (0,5%) e fibre (3%). La presenza massiccia di acqua in associazione alle fibre lo rende un amico del benessere dell'intestino e della sua regolarità. Un discreto apporto di vitamine (specialmente vitamina C, che accresce le difese immunitarie) ed un buon apporto di minerali come fosforo (aiuta il cervello a funzionare meglio), selenio (protegge dai radicali liberi, quindi svolge una funzione antiossidante) potassio e magnesio (amici degli sportivi per il loro aiuto nell'efficienza e nel recupero muscolare) completano un quadro con un apporto calorico di sole 28 calorie per 100 grammi.

Origine e coltivazione del fungo cardoncello

Come coltivare questo fungo antichissimo e delizioso

Le origini dei funghi in generale risalgono all'era Paleozoica e si presume siano frutto di un processo spontaneo di produzione da parte della natura. Per una prima classificazione bisogna attendere il 1800, mentre ulteriori studi e classificazioni si ebbero negli anni settanta i quali hanno evidenziato che in tale regno sono presenti più di 100.000 specie diverse, tra commestibili e velenose. Coltivare il fungo cardoncello è possibile seguendo alcune specifiche indicazioni e metodologie, così facendo si possono ottenere in poche settimane funghi genuini, perfettamente commestibili e profumati. È conveniente organizzare una serra (anche piccola, se per uso familiare).

Innanzitutto il substrato (in sostanza il terriccio in cui far crescere I funghi) è uno degli elementi fondamentali per la crescita del fungo; deve essere specifico (comunque di facile reperibilità). Il terriccio lo si può trovare pronto all'uso con e senza miceli (corpi vegetativi del funghi, composti da filamenti intrecciati) al suo interno. Altro elemento importante nella coltivazione del fungo è la temperatura dell'ambiente. Una volta incorporato substrato e miceli, il composto deve riposare 15 giorni ad una temperatura di circa 25°, nel quale cambierà di aspetto (comparsa di uno strato biancastro). Il substrato viene poi coperto con del terriccio e lasciato riposare per altri 10 giorni a circa 16° di temperatura ambientale. Mantenendo sempre un buon grado di umidità, nel giro di poco più di una settimana I funghi saranno pronti e commestibili.

Come pulire il fungo cardoncello

Segui i nostri semplici e veloci consigli!

  1. Togliere eventuale terriccio presente sul fungo
  2. Tagliare l'estremità del gambo
  3. Staccare il gambo dal cappello del fungo
  4. Rimuovere il terriccio sotto il cappello
  5. Eliminare la pellicola del cappello
  6. Tagliare, sciacquare e cucinare!

Funghi cardoncelli

La pulizia del fungo cardoncello è un'operazione abbastanza semplice, che richiede solo un poco di pazienza e precisione. Elemento cardine da rispettare quando si procede alla pulizia dei funghi cardoncelli (ma vale per ogni tipologia di fungo commestibile) è togliere ogni traccia di terriccio presente. Si parte con il tagliare l'estremità del gambo del fungo che è la parte più piena di terriccio. Poi si procede staccando, con un movimento circolare e delicato, il gambo dal cappello del fungo stesso; se è il caso passarvi la lama del coltello sul gambo per togliere ulteriori residui di terriccio. Se il terriccio è presente in mezzo alle righe sotto al cappello, procedere con la punta del coltello per rimuoverlo. Spellare il cappello dalla sua sottile pellicola naturale.  A questo punto il cappello del fungo, ed il gambo, sono pronti per essere tagliati, sciacquati sotto un abbondante getto di acqua fresca e cucinati.

Come cucinarli

Dona un sapore raffinato ai tuoi piatti con i funghi cardoncelli

La molteplicità di utilizzo del fungo cardoncello in cucina è varia e lo vede protagonista assoluto in versione stufata in padella o nella realizzazione di salse e creme che possono condire bruschette, pasta, carni o piatti vegan a base di seitan o soia, od essere un contorno sfizioso o un risotto dal sapore elegante e raffinato.

Fungo cardoncello salsa ricetta

Crema di funghi cardoncelli

Ingredienti:

  • 500 grammi di funghi cardoncelli
  • 500 ml di besciamella vegetale
  • due spicchi di aglio
  • olio di oliva q.b
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento:

  1. Far imbiondire gli spicchi di aglio in una padella tipo wok e versare i funghi tagliati in piccoli pezzi, salare, pepare girando costantemente per due minuti.
  2. Aggiungere un bicchiere di acqua e coprire la padella, cuocere a fuoco lento per 15 minuti circa, nel caso in cui venisse assorbita tutta l'acqua, aggiungerne insieme ad un filo d'olio.
  3. Aggiungere la besciamella ed amalgamare il tutto per 2 minuti girando costantemente.
  4. Spegnere il fuoco e togliere la padella
  5. Con l'ausilio di un frullatore ad immersione ottenere una crema vellutata.

I funghi cardoncelli in frittura

Ingredienti:

  • 500 grammi di funghi cardoncelli
  • 2 uova
  • pangrattato
  • olio di oliva q.b
  • sale q.b
  • pepe q.b
  • erba cipollina q.b
  • olio per frittura.

Procedimento:

  1. Lavare i funghi e tagliarli a strisce non troppo spesse.
  2. Dopo aver aperto le uova in un piatto fondo, passarvi i funghi.
  3. Dopo aver preparato del pangrattato aromatizzato con sale, pepe, erba cipollina ed olio di oliva, ricoprirvi i funghi passati nelle uova.
  4. Friggere in olio abbondante per qualche minuto e servire caldi.

Fettine di carpaccio di Cardoncelli

Ingredienti per 3 persone: 

  • 250 gr di funghi cardoncelli
  • Emmenthal
  • Olio d’oliva q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Prezzemolo fresco
  • Limone

Procedimento: Pulire, lavare ed asciugare i funghi e, dopo averli tagliati in fettine sottili, metterli in una coppetta con prezzemolo tritato finemente. Preparare una salsa con olio, limone, sale e pepe da usare come condimento dei funghi.

Trofie ai funghi cardoncelli

Guarda questo video per scoprire tutti gli ingredienti per un'ottima pasta fresca a base di funghi cardoncelli!

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

5 /5

Basato su 1 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    0
  • 5
    1
Ordina recensioni per :

Ernesto F. pubblicato il 10/10/2019 in seguito ad un ordine del 02/09/2019

5/5

Inaspettati Ottimi @@@@@@@

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×