Rabarbaro

Rabarbaro: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Rabarbaro: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Rabarbaro: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Rabarbaro: Acquista Online su FruttaWeb.com
  • Rabarbaro: Acquista Online su FruttaWeb.com

Rabarbaro

1 kg
6,51 €
6,51 € al kg
Origine: Olanda

Usato per fare caramelle, liquori, dolci vari , il rabarbaro offre il sapore che darà una spinta in più alle vostre preparazioni, garantendo il successo di molti dessert o dolciumi.

Prodotto selezionato e spedito da Noi di FruttaWeb
Quantità
done Prodotto aggiunto con successo!

Rabarbaro: proprietà, benefici, ricette

Proveniente dalla Cina, dal Tibet e dalla Mongolia, il rabarbaro è famoso per essere un ortaggio aspro, ottimo per succhi, dolci e marmellate.
Le prime testimonianze risalgono al 1700 a.c da alcune pergamene dell’imperatore cinese, sarà poi conosciuto e studiato dagli europei intorno al 1500. Gli sono riconosciute diverse proprietà rigeneranti, come per la milza ed il fegato. Compra rabarbaro di alta qualità sul sito di FruttaWeb, lo riceverai a domicilio.

Proprietà e benefici del rabarbaro

La fama del rabarbaro è spesso dovuta al beneficio che apporta alle attività intestinali, inibendo l’assorbimento di liquidi e accrescendo il contenuto intestinale fino ad una regolare gestione della sua attività. Infatti risulta essere utilissimo in caso di stitichezze, emorroidi e ragadi.
Sono suggerite, per lo svolgimento di queste funzioni, le tisane e le infusioni, dal gusto prelibato.
Per lo stesso principio per il quale compie l’azione lassativa, assunto in piccole dosi, è anche un ottimo stimolatore dell’appetito ed eccellente digestivo. Sono indubbiamente da provare i liquori a base di rabarbaro di cui parleremo più avanti.
Anche la medicina cinese utilizza questa pianta per numerosi applicazioni che, pur non essendo riconosciute ufficialmente dai canoni occidentali, danno un’idea delle sue molteplici utilità.

Coltivazione e raccolto

Il rabarbaro appartiene al genere Rheum, le piante erbacee perenni, della famiglia delle Polygonaceae. Esistono al mondo circa 20 specie di rabarbaro.
Le piante di questo genere, sono caratterizzate da una radice rigonfia e carnosa, il rizoma, con un fusto robusto che può raggiungere oltre il metro e mezzo di altezza.
Una piantagione di questo tipo necessita di un clima non eccessivamente caldo, sono infatti ottime le zone mediterranee e continentali. Il suo sviluppo, per questa ragione, è rilevante nei mesi invernali e autunnali, mentre va a diminuire fortemente in quelli estivi.
La pianta non necessita di grandi quantità di acqua, spesso e volentieri, le naturali piogge, se parliamo di coltivazioni all’aperto, bastano a soddisfare il suo fabbisogno.
Sono decisamente sconsigliabili le formazioni di ristagni d’acqua, è per questo d’uso frequente l’utilizzo di ampi vasi o, se piantato in giardino, di spazi non umidi e ben ventilati.
Per quanto concerne la raccolta, questa avviene quando la pianta ha superato i due anni d’età. Cominciando dalle foglie esterne, recise con un taglio all’estremità, si inizia in primavera, fino ad arrivare al completamento verso l’inizio della stagione estiva.

Valori nutrizionali e calorie

Come quasi tutte le piante del suo genere, anche questo Rheum, presenta circa il 90%  di acqua, con solo 21 calorie per ogni 100g. I grassi, ovviamente, sono quasi inesistenti, mentre le proteine e le fibre costituiscono la maggior parte della composizione. La forte presenza di potassio e di calcio, rispettivamente 288 e 86 mg, risaltano subito all'occhio nella tabella dell’analisi nutrizionale di quest’ortaggio. Seguono poi Magnesio, fosforo, sodio  e ferro. Per quanto riguarda le vitamine, invece, sono da evidenziare la C e la A, rispettivamente 8 e 5 mg.
Chiaramente i valori dati sono riferiti all'ortaggio consumato crudo e variano in caso di cottura.

Come usare il rabarbaro in cucina

L’uso più frequente del rabarbaro in cucina è quello nel mondo dei dolci. Le ricette più diffuse e commerciali sono sicuramente le crostata ma, se vogliamo stupire e andare fuori dalla routine culinaria, ci possiamo dedicare a preparare una Sbriciolata di rabarbaro. Il sapore acidulo dell’ortaggio, infatti, si incontra in perfetta sintonia con tutto quello che è dolce, dando vita a un dessert eccezionale. Iniziamo dagli ingredienti per la base dell’impasto: 200g di burro, 200g di zucchero di canna, 4 uova, 250g di farina 00, un cucchiaino di lievito di birra. Per la sbriciolata che sarà poi stesa sull’impasto: 100g di farina, 80g di burro e 100g zucchero a velo. Infine, per la parte dedicata al rabarbaro, 600g saranno più che sufficienti.
Riscaldiamo il forno a 180 gradi e prepariamo il ruoto imburrandolo. Sui fornelli, a fuoco basso, prepariamo la nostra sbriciolatura. Sciogliamo il burro in una padella aggiungendo zucchero e farina. Mescoliamo per poi farlo raffreddare.
Prepariamo quindi la base di pan di Spagna nel e ci aggiungiamo il rabarbaro tagliato a fette sottili, una volta avuta una piana uniforme, sbricioliamo il composto e inforniamo il tutto. Prima di servirlo, spolveriamo con un po’ di zucchero a velo.

Le ricette vegane e vegetariane

- Marmellata di Rabarbaro

Gli ingredienti: rabarbaro, zucchero, succo di limone e un cucchiaio di rum.

Il primo passaggio è quello di pulire l’ortaggio dalle parti non commestibili e tagliarlo a piccoli pezzi di massimo 2 cm, che andranno poi lasciati a bagno nel succo di limone per 4-5 ore. 

Una volta passate le necessarie ore, riversiamo tutto in una pentola insieme allo zucchero e a fuoco lento finché questo non sarà del tutto disciolto. Alziamo quindi la fiamma, e lasciamo cuocere fintanto che non avrà una parvenza gelatinosa.
Aggiungiamo infine un cucchiaio di rum e mescoliamo. Facciamo raffreddare per qualche minuto e, quando sarà tiepida, la versiamo nei vasetti sterilizzati preparati in precedenza.
Conserveremo quindi queste conserve in un luogo buio e asciutto fino al momento dell’uso.

- Caramelle

Gli ingredienti: Rabarbaro, sciroppo di mais, zucchero.

Con un’ampia pentola iniziamo a lavorare, a fiamma media, lo sciroppo di mais, lo zucchero e l’acqua, quando il tutto bollirà aggiungiamo il rabarbaro tritato fino a che non vediamo che l’amalgama è uniforme. Raggiunti i 150 gradi – bisogna disporre di un termometro – togliere tutto immediatamente dal fuoco.
A questo punto aggiungiamo una goccia d’olio e mescoliamo velocemente. L’amalgama che si è formata va stesa uniformemente su una teglia con carta forno. Una volta indurita spezzetteremo l’impasto formando le nostre gustosissime caramelle.

- Liquore

Per quanto riguarda l’amaro al rabarbaro, noto digestivo italiano, non lo si deve necessariamente comprare, ma lo si può anche fare da sé a casa.
Abbiamo bisogno quindi del nostro rabarbaro, dell’acqua, 1l di alcool 95 gradi, 400g di zucchero, bucce d’arancia.
L’ortaggio va tagliato a pezzetti e messo sotto alcool per un mese insieme alle bucce d’arancia.
Quando sarà giunto il momento, con una garza, filtriamo tutto e mettiamo in bottiglia, ed il gioco è fatto. Un consiglio: andateci piano.

Visualizza il certificato di fiducia
  • Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.7 /5

Basato su 53 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    17
  • 5
    36
Ordina recensioni per :

Annunziata A. pubblicato il 07/11/2018 in seguito ad un ordine del 14/07/2017

4/5

Bene, anche se 3 gambi ho dovuto scartarli in quando marci. Presumo che questo articolo impiega troppo tempo ad arrivare dal produttore al consumatore.

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Andrea P. pubblicato il 17/07/2018 in seguito ad un ordine del 04/07/2018

5/5

Fresco, prodotto come da descrizione.

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Barbara D. pubblicato il 12/07/2018 in seguito ad un ordine del 26/06/2018

4/5

Arrivato in quantità superiore a quella ordinata (presumo per ovviare alla presenza di parti un po' "stanche") mi ha permesso di fare diverse sperimentazioni in cucina che mi hanno soddisfatto appieno! Grande scoperta, anche se non proprio adatto a tutti i palati

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Loredana Maria L. pubblicato il 06/07/2018 in seguito ad un ordine del 09/06/2018

5/5

Ottimo

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Marco C. pubblicato il 06/06/2018 in seguito ad un ordine del 24/05/2018

5/5

Ottimo

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Michele G. pubblicato il 26/05/2018 in seguito ad un ordine del 30/04/2018

4/5

Saporito ma non particolarmente rosso

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Maria Michele A. pubblicato il 26/04/2018 in seguito ad un ordine del 15/04/2018

4/5

ottimo

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Amedeo M. pubblicato il 22/04/2018 in seguito ad un ordine del 11/04/2018

4/5

buono, non troppo saporito ma ok

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Marina P. pubblicato il 25/02/2018 in seguito ad un ordine del 14/02/2018

4/5

prodottof resco

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

Chiara T. pubblicato il 13/02/2018 in seguito ad un ordine del 04/02/2018

5/5

ottimo per le confetture

Questa recensione è stata utile? Si 0 No 0

×